Sala Stampa

Auteri: «Importante gestire risorse e cambi»

La voce dei protagonisti dopo Catanzaro-Paganese 4-1

Il Catanzaro batte la Paganese 4-1 ed ottiene la terza vittoria consecutiva in campionato. Ecco la voce dei protagonisti.

MISTER AUTERI

<<Abbiamo fatto bene. C’è sempre da soffrire. Siamo alla settima partita in ventuno giorni. Conosco chi è in condizione di giocare. Celiento, Maita, Casoli, Iuliano potrebbero fare molte partite. È stato importante gestire le risorse ed i cambi. Signorini non stava bene. Giannone è un giocatore di grandissime qualità. Si prende qualche pausa e lo sa. Abbiamo bisogno di tutti e tutti meritano le stesse possibilità. Ciccone non sa nemmeno lui le qualità che ha. Il gruppo è stato solidale con lui. Senza concetto di gruppo non si va da nessuna parte. Lo stesso D’Ursi di ora non è quello di inizio campionato. La partita di Coppa  a Catania ce l’hanno fatta giocare in un momento in cui non si doveva. Recuperare in due giorni per giocatori come Statella e Favalli non sarà un problema. Recupereremo. Bianchimano, Kanoute e Fischnaller hanno lavorato anche stamattina differenziato. Con la Juve Stabia non sarà decisiva>>.

D’URSI

<<Entrare dalla panchina o partire dall’inizio poco importa. Voglio segnare sempre. L’importante è vincere sempre. La concorrenza stimola molto. All’inizio il tecnico mi diceva di giocare più di prima. Mi ha aiutato molto il tecnico. Se l’allenatore decide di farmi giocare se no mi farò trovare pronto a Castellamare. Noi ci divertiamo in campo. Più importante forse segnare domenica scorsa a Reggio Calabria all’inizio che chiuderla oggi>>.

GIANNONE

<<Aprire questa partita subito con un gol era importantissimo. Segnare fa sempre bene, specie in casa. Il tecnico ha fatto bene a gestirmi con “il bastone e la carota”. La sostituzione di Rende ci ho messo del mio. A Reggio Calabria più tattico il cambio. Non do problemi. Siamo tutti giocatori competitivi. A Castellamare andremo a giocarcela come abbiamo sempre fatto in questa stagione>>.

MISTER DE SANZO

<<Abbiamo avuto la palla del 2-2. Le occasioni le abbiamo avute e non le abbiamo sfruttate. A Castellamare lo stesso. Usciamo sempre con le ossa rotte e mi dispiace per i ragazzi. Non era forse il campo dove conquistare punti. Noi siamo forti di testa. Ci lecchiamo le ferite in attesa di mercoledì. Fa sempre piacere tornare a Catanzaro. Nel mio cuore tifo per i giallorossi e spero che vincano il campionato>>.

A proposito dell’autore

Ferdinando Capicotto

Ferdinando Capicotto

8 Commenti

Lascia un commento