Avversario di turno Catanzaro News

Bisceglie: riparte da Catanzaro la rincorsa alla salvezza

Redazione
Scritto da Redazione

Domenica i neroazzurri fanno visita ai giallorossi per cercare di ottenere punti pesanti

Dopo la lunga sosta natalizia, il campionato di Serie C riparte!

Il Catanzaro, affronterà il Bisceglie squadra invischiata nella lotta per non retrocedere.

Le due compagini sono distanti in classifica, con le aquile seste a 29 punti ed i pugliesi 17esimi a 14.

Per i neroazzurri si prospetta un girone di ritorno con l’ansia della retrocessione. I pugliesi non sono riusciti a mantenere la rotta, a evitare la zona playout e rischiano di rivivere l’incubo dello scorso anno culminato con la retrocessione (a cui seguì il ripescaggio).

Qualcosa evidentemente è andata storta. Si era partiti da un modello di gioco discretamente ambizioso per la categoria, un 4-3-1-2 in cui aveva trovato posto il talento del classe 2002 Ferrante. Un filotto di quattro partite con un solo punto accumulato tra settembre e ottobre era stato fatale al tecnico Rodolfo Vanoli. La dirigenza, allora, con una fredda mossa di realpolitik, si era buttata con Sandro Pochesci. Basta rombo a centrocampo, si passa al classico 3-5-2, il pane quotidiano di quasi tutti gli allenatori di Serie C. Ma l’avvento dell’ex tecnico della Ternana non aveva portato nulla di buono. Chissà, forse, per rifarci alle parole e ai concetti di Pochesci stesso, i suoi giocatori non menavano abbastanza.  L’allenatore romano ha avuto incredibilmente a disposizione il doppio delle panchine del suo predecessore, nonostante abbia raccolto solo tre punti in nove giornate, senza nessuna vittoria.

Così, a fine novembre ci si è affidati a un uomo di casa, Gianfranco Mancini, già traghettatore dei nerazzurrostellati nella primavera del 2018. Anche lui si è aggrappato al 3-5-2 e alla ricerca della solidità difensiva. Dagli svincolati sono arrivati Francesco Karkalis, ex terzino della Carrarese e, soprattutto, l’ex Catanzaro Tony Letizia. Quella che era una tra le squadre con la media età più bassa del campionato ha deciso di puntare sull’usato sicuro. La restaurazione, nel senso ottocentesco del termine, è completa e infatti il 2002 Ferrante non gioca più da diverse settimane.

Per ora Mancini ha accumulato tre pareggi su tre partite disputate, di cui uno in trasferta contro il Rieti penultimo e costretto a giocare per tutto il secondo tempo in dieci uomini. Il Bisceglie è diciassettesimo con 14 punti, a otto lunghezze dalla salvezza diretta. I neroazzurri si guardano anche dietro visti i soli 3 punti che li separano dall’ultimo posto, dalla retrocessione senza appello. I playout in questo contesto diventano un orizzonte quasi roseo.

Non è facile abbozzare una formazione visto il periodo di stop del campionato, ma i pugliesi dovrebbero confermare il 3-5-2 visto nelle ultime uscite con Borghetto fra i pali;  Piccinni, Hristov e Zigrossi al centro della difesa.

A centrocampo Karkalis, Wilmots, Mastrippolito, Rafetraniaina e Gatto

In avanti l’ex Letizia farà coppia con Longo.

Insomma, per il Catanzaro non possono esserci alibi e domenica è più che mai obbligatorio vincere.

Probabile Formazione 3-5-2: Borghetto, Piccinni, Hristov, Zigrossi, Karkalis, Wilmots, Mastrippolito, Rafetraniaina, Gatto, Longo, Letizia. All Mancini

Luca Pagano e Emanuele Mongiardo

A proposito dell’autore

Redazione

Redazione

Dal 2002 il portale più letto e amato dai tifosi giallorossi del Catanzaro

14 Commenti

Lascia un commento