Brevi

Caccia al tagliando

Le ore della vigilia vissute fra il gran caldo e la voglia di …..
Raccomandazioni ed avvisi dettati dal Buon Senso.

mancano poche ore alla seconda finalissima playoff del Catanzaro in tre anni, a due anni da quel maledetto 17 giugno 2001. La truppa giallorossa è concentrata e non vuol fallire un traguardo che visti gli ultimi dieci anni di magre figure non esitiamo a definire storico e vitale per società e città intera. Le impressioni di Mario Alfieri, regista giallorosso:”«Ringrazio per i complimenti che fanno sempre piacere — spiega — . M’interessa quel che sto esprimendo in questa fase e devo ammettere d’essere soddisfatto. Mi sento bene e spero che lo stia dimostrando. Se ad Acireale mi avete visto correre tanto, è perché sono a posto sotto tutti i punti di vista.
Il calcio, poi, è un gioco collettivo. Non potrei mettermi adeguatamente in mostra, se non fosse tutta la squadra ad essere in ottime condizioni. Sono realmente felice di questa positiva inversione di tendenza registrata nella stagione. Da qualche tempo a questa parte, tutto in questa città gira nella maniera più proficua. Le componenti essenziali soffiano nella stessa direzione, a cominciare dalla società, a continuare dai tifosi, a proseguire con l’equilibrio della stampa locale.
Poi sono stati inseriti dei tasselli al momento giusto. L’arrivo di Gianni Improta, per esempio, ha offerto certamente professionalità e serenità. Voglio ricordare anche pasquale Logiudice, che ha sempre svolto un gran lavoro» Continua il biondo regista salernitano: «Dovremo fare una partita diversa da quella disputata in Sicilia. Dovremo aggredirli, cercando il risultato pieno. Ad Acireale abbiamo accusato un po’ di difficoltà in fase d’impostazione, ora non dovremo assolutamente accontentarci del pari. Sarebbe un grave errore » .
Quindi termina con un augurio: « Spero di restare anche per laprossima stagione. Mi son trovato bene sotto tutti i punti di vista. La società vuole crescere. La gente mi rispetta e mi vuol bene. Perché dovrei andarmene? » .
No, la gente supermario lo vuole qui. Soprattutto ora che ha ritrovato un feeling che sembrava perduto con la gente giallorossa. Se ci regala una c1 per troppo tempo attesa, poi, magari con un suo goal ,metterebbe la ciliegina sulla più desiderata delle torte.
Prosegue senza sosta la caccia al tagliando da parte dei sostenitori giallorossi. Stanno faticando non poco gli addetti delle prevendite a soddisfare le richieste dei supporters.
Sotto pressione anche la sede sociale del Catanzaro, telefono e fax in fase di cottura e gente in fila per assicurarsi il biglietto.
Prosegue inoltre la campagna abbonamenti che si chiuderà domenica, al momento sono più di 400 le prenotazioni rilasciate.
A fronte di tutta questa pressione rispondono con garbo gli addetti del Catanzaro Calcio, piccoli grandi ingranaggi di questa Macchina che rinasce.
Un ultima notazione riguarda l’accesso allo stadio, si fa pressante l’invito di giungervi senza autovettura ovvero di lasciarla ad una certa distanza dal Ceravolo.
Bando alle ciancie, la viglila sarà lenta ma dalle 14:00 si apriranno i cancelli ed il Popolo potrà assieparsi in attesa….
Giannantonio Cuomo

A proposito dell’autore

Redazione

Redazione

Dal 2002 il portale più letto e amato dai tifosi giallorossi del Catanzaro

Lascia un commento