Intervistiamo

Milone: non commetteremo gli stessi errori.

E’ uno dei “reduci” della finale di due anni fa. Emiliano Milone era lì, anche lui incredulo per aver visto il salto di categoria passare vicino al Catanzaro. Sono momenti che nessuno dimentica e che ora si vogliono riscattare.

Quanti sassolini
tirerai fuori dalle scarpette domenica?

“No, nessuno. Il
ricordo della finale di due anni fa c’è ma ora bisogna solo pensare a fare
bene questa, prendendola solo come esperienza ed evitando di commettere gli
stessi errori”

Che differenza ci
sono tra le due finali?

“Forse questa volta
siamo arrivati meglio a questa finale, nel senso che abbiamo affrontato bene sia
il girone di ritorno sia questi play-off. Certo, adesso questo è il passo più
difficile ed è ovvio che tutti speriamo che finisca in maniera diversa di
com’è andata la volta scorsa”.

Quanto conteranno,
secondo te, le assenze d’Anastasi, Bonanno e Cardinale?

“Sono tre uomini
importanti per l’Acireale, ma questo non vuol dire nulla perché in queste
partite non conta l’assenza di questo o quel giocatore. Conta la
determinazione della squadra e di chi va in campo. L’avversario non è da
sottovalutare”.

Conteranno anche i
tifosi e sicuramente quelli del Catanzaro accorreranno numerosissimi allo stadio
per sostenervi.

“Senza dubbio
l’apporto del nostro pubblico è fondamentale. Sappiamo che ci sarà lo stadio
pieno e sicuramente sarà uno stimolo in più per noi per affrontare questa
partita”

Cosa provi ad
arrivare in finale dopo una stagione trascorsa con alti e bassi e con un periodo
dove nessuno avrebbe scommesso che il Catanzaro potesse raggiungere
quest’obiettivo?

“Parecchia
soddisfazione perché, per come si era messa ad un cero punto la stagione con
mille problemi e mille situazioni difficili, non era facile arrivare a questo
punto. Ci siamo riusciti e questo, ripeto, ci da molta soddisfazione”.

Vuoi lanciare
dalle nostre pagine un messaggio al grande popolo giallorosso?

“Dire
di venire numerosi allo stadio mi sembra scontato perché sono sicuro che lo
stadio sarà sicuramente pieno e questo è un dato molto importante. Voglio solo
dire ai nostri tifosi di starci vicini sino alla fine perché abbiamo bisogno di
loro. Sono meravigliosi, ci seguono, in modo particolare in queste ultime
partite dei play-off, con grande affetto incitandoci sino alla fine. Non penso
che abbiano bisogno di suggerimenti da parte di nessuno. Noi ce la metteremo
tutta per regalargli ciò che aspettano da tempo, facendo i dovuti scongiuri, in
altre parole, Fhora gabbu”.

A proposito dell’autore

Redazione

Redazione

Dal 2002 il portale più letto e amato dai tifosi giallorossi del Catanzaro

Lascia un commento