Catanzaro News Intervistiamo

Calabro: «Avremmo dovuto chiudere il primo tempo con più gol» [VIDEO]

Calabro mister Catanzaro
Redazione
Scritto da Redazione

Il Catanzaro chiude il 2020 con un pari contro il Catania. Le parole del tecnico giallorosso nell’immediato post partita

Le dichiarazione del tecnico giallorosso dopo il pari ottenuto contro il Catania. «Bravi ad interpretarla ma nel primo tempo abbiamo sciupato tanto, potevamo essere almeno in vantaggio di due gol».

Il tecnico ha analizzato il differnte approccio fra primo e secondo tempo. «Quando lasci le gare così aperte ci sta che un avversario importante ti possa mettere in difficoltà. I ragazzi hanno sofferto il giusto nel secondo tempo ma sopratutto lì davanti sono venute meno le forze fisiche e non riuscivamo più a prenderli alti».

Nonostante l’amarezza per il secondo pari consecutivo maturato negli ultimi minuti, Calabro ha elogiato la squadra al termine dei 90 minuti. «Devo fare i complimenti ai ragazzi perché hanno fatto la prestazione che avevo chiesto. La metamoforsi tra i due tempi si spiega con il fatto che il calo fisico è coinciso con una minor pressione in fase di non possesso e con questo atteggiamento la squadra arretra inevitabilmente».

Il tecnico giallorosso interviene anche sui giocatori assenti. «Col senno di poi le assenze pesano sempre. Magari con Garufo disponibile non avrei tolto Fazio dal centro della difesa perché in quella zona del campo ha offerto una prestazione importante. In generale chi è entrato ha fatto bene, il vero rammarico è non aver capitalizzato la mole di gioco del primo tempo e non aver pressato alto con gli attaccanti anche nella ripresa».

In chiusura un pensiero per i tifosi giallorossi. «Ora voglio solo augurare Buon Natale a tutta la Catanzaro calcistica affinché queste feste passino in serenità».

Autore

Redazione

Redazione

Dal 2002 il portale più letto e amato dai tifosi giallorossi del Catanzaro

9 Commenti

  • tu sei un c………..e….non hai ancora capito come vamnno affrontate certe partite….purtroppo….reali alle squqdra uomini meno giochiamo senmpre in 10 o in 9….spero che la società lo svegli un pochetto

  • Calabro la società ti dovrebbe chiudere in una stanza e non farti più vedere il campo. Continui a trovare giustificazioni alle tue continue cazzate. Unica soluzione le tue DIMISSIONI o questo campionato lo finiremo massimo al 9 posto, hai visto quante squadre meno accreditate della nostra ci hanno raggiunto e quanto prima ci sorpasseranno? Se Hai un pò di dignità non tornare per la ripresa del campionato non ti rimpiangeremo.

    • In effetti ciò che spaventa è l’atteggiamento rinunciatario, che unito agli errori tecnici ed alla pochezza di diversi siangoli, regalano agli avversari praterie ed occasioni a ripetizione. Purtroppo vincerne almeno una tra Juve Stabia e Catania era fondamentale per il prosieguo. Evan’s resta inspiegabilmente in panchina. Casoli inspiegabilmente in campo. Martinelli continua ad essere un pericolo. Per se stesso e per gli altri.

  • Quando hanno scelto Calabro alla guida del Catanzaro ho subito commentato positivamente l’evento, mi sono detto finalmente più praticità e meno minuetto in campo. Così in effetti è stato, ma alcune volte non lo capisco, anche ieri aveva impostato ottimamente squadra e gioco facendo, nel primo tempo, vedere i sorci verdi alla difesa del Catania almeno 5-6 volte in grave crisi. Non abbiamo segnato più gol perché ……… non abbiamo TULLI in attacco(scellerata cessione), in cambio abbiamo Di Piazza ancora una volta disarmante. Poi nel secondo tempo, complice anche la pressione aumentata del Catania, una squadra ammettiamolo “potente”, abbiamo perso il bandolo della matassa, con spostamenti di ruoli e cambi diciamo un pò insoddisfacenti. Comunque un pareggio a Catania non è da buttare, anzi, ci avrei messo la firma prima della partita, di certo il salto di qualità (SE LA SOCIETA’ LO VORRA’ VERAMENTE FARE) lo avremo se a gennaio ci priveremo con “grande rammarico” delle prestazioni di Casoli, Di Piazza, Garufo e ci metterei anche Curiale, sostituendoli con più validi elementi. Molti criticano la difesa, io penserei più all’attacco, che in molte partite hanno dilapidato molte occasioni da rete.

  • Molti ancora non riescono ancora a capire che l’allenatore incide al 50% sull’ assetto di una squadra il resto lo fanno i giocatori in campo. Tu puoi avere pure a Guardiola ma se non hai i giocatori adatti non vai da nessuna parte . Se a gennaio riesci a eliminare le lacune , cosa molto difficile , potrai contare su altri obiettivi altrimenti ti devi accontentare. Buon Natale a tutti.

  • Fazio erano ormai 4 mesi che metteva sicurezza alla difesa da centrale ,anche se non era il suo ruolo nativo e viene spostato negli ultimi minuti quando prendiamo un goal al centro della difesa complice Martinelli che lascia passare un giocatore per nulla trascendentale. Rimango ancora una volta perplesso sulla scelta di lasciare in panchina Risolo che a questo punto o perderà fiducia in se stesso o cercherà di andare a rinforzare l’Avellino o il Foggia… Risolo garantisce qualità e quantità. Corapi gioca da fermo e fa stancare i compagni di reparto. Se ci deve essere una rotazione ci sia ma fra tutti e tre Risolo, Corapi e Verna. Sulle fasce spesso non siamo all’altezza, Contessa col Bisceglie sarà stato il migliore in campo ma era senza avversari. In trasferta penso che l’uomo più adatto ad iniziare le partite al fianco di Di Massimo sia Curiale a meno che il mercato non ci porti qualche ciliegina come Pandolfi che pare sia in vendita o come Simeri visto che Auteri se ne è dimenticato. Si potrebbe tentare con Volpicelli del Matelica o Mattia Morello e Bariti della Pergolettese, Bene se arriva uno fra Brosco o Troest, ma avremmo anche Riggio completamente dimenticato e non credo sia peggio di Pinna

  • Augurando un Sereno Natale a tutti gli sportivi e tifosi giallorossi, esprimo il mio rammarico per le mancate vittorie nelle trasferte di C. di Stabia e di Catania. La continuità di risultati positivi, finalmente, l’abbiamo ma se non si aggiunge il necessario e mortifero cinismo…non potremo lottare per RIPRENDERCI LA STORIA.
    Per cui…..AVANTI AQUILE, con “sanguinis effusione”!

Scrivi un commento