Catanzaro News Interviste video

Calabro: «Se fosse entrato il pallone, il giudizio sulla prestazione sarebbe stato diverso»

Redazione
Scritto da Redazione

Le parole del tecnico giallorosso al termine della gara con il Catania

Solo un pari per il Catanzaro con il Catania. I giallorossi non vanno oltre l’1-1 con gli etnei recuperando con Carlini su rigore il vantaggio di Russini. Di seguito il commento di mister Calabro al termine della gara.

L’allenatore ha esordito affermando: “La delusione dei quattro pareggi è ovvio che è anche la mia. Analizzando la partita di oggi, dopo il goal abbiamo sofferto un pochettino a livello mentale. Il primo quarto d’ora del primo tempo volevamo partire con grossa intensità, con grossa violenza mentale, fisica e determinazione e ci abbiamo provato ma siamo incappati in un quarto d’ora dopo il goal dove la squadra ha sofferto mentalmente”.

Successivamente il tecnico del Catanzaro ha evidenziato: “Poi la partita si è rimessa al posto, abbiamo alzato il baricentro e abbiamo cercato in tutti i modi di fare la partita sia nel primo ma ancora di più nel secondo tempo”.

Riguardo gli avversari così il mister ha commentato: “Il Catania ha proposto qualcosa nelle ripartenze e ci poteva stare. Sono amareggiato per il risultato perché volevamo tornare alla vittoria tutti quanti ma la voglia e l’atteggiamento e la prestazione io non posso rimproverare niente a questi ragazzi”.

Sulla prestazione è stata posta una domanda dalla stampa: “Aldilà del risultato, la squadra in questo momento sembra avere idee confuse, cosa non sta girando?” il tecnico preferisce commentare dicendo: “No, non sono d’accordo, quindi non posso rispondere a questa domanda”.

Sebbene alla viglia del match il tecnico ha affermato che sarebbe stata una partita dal peso diverso e che sarebbero serviti i 3 punti, a casa ne è arrivato solo uno il Catanzaro sembrato è macchinoso.  Secondo il mister: “Noi cerchiamo di proporre quello che la squadra avversaria ci mette a disposizione, cerchiamo di allargare il gioco quando ci chiudono gli spazi all’indietro, cerchiamo di verticalizzare quando ci vengono a prendere alti. Nel primo tempo ci venivano a prendere alti e si doveva giocare di forza, due attaccanti contro due difensori centrali. Gli avversari più il nostro sotto-punta bisognava cercare di verticalizzare su Carlini o sulle due punte o su due esterni che giocavano uomo contro uomo”.

Poi però Calabro si difende certificando: “Questo per i primi 20 minuti non ci è riuscito benissimo, dopo però, dove ci siamo liberati e dove Carlini si è anche svincolato dalla marcatura di Maldonado siamo riusciti a farlo bene. Per me benissimo soprattutto nel secondo tempo”.

Successivamente Calabro ha affermato: “Io penso che con un goal in più dell’avversario il giudizio risulterebbe diverso. A fine partita ho ricevuto i complimenti da parte di Rai Sport per la grande partita fatta di intensità, di una squadra che voleva vincere a tutti i costi. Non ci siamo riusciti, dispiace ma la squadra ci ha provato in tutte le maniere, andando centralmente trovando traffico, andando sugli esterni, 28 cross dal fondo con minimo parità numerica in area di rigore. Tanti palloni sono passati in area, se fosse entrato qualcuno di questi il giudizio sulla prestazione sarebbe stato completamente diverso. Io lo so che è così”.

Infine l’allenatore giallorosso ha parlato anche di Vandeputte, partito dalla panchina e subentrato ad inizio ripresa. “L’ho visto un po’ sottotono nelle ultime partite, devo far giocare quelli che reputo stiano meglio. Nelle ultime partite non ho visto quello che mi aspetto da Jari, però poi è entrato bene. Evidentemente un po’ di panchina a qualcuno fa bene perché ha risposto alla grande.

La responsabilità certo, è ovvio, funziona così nel calcio, l’importante è che lascino i miei giocatori tranquilli perché devono essere sereni e continuare ad allenarsi come stanno facendo. Sono convinto che con il lavoro così come l’anno scorso la squadra otterrà dei risultati importanti”.

Jayra Lavecchia

Autore

Redazione

Redazione

Dal 2002 il portale più letto e amato dai tifosi giallorossi del Catanzaro

7 Commenti

  • se fosse entrato il pallone Calabro? Ma tu eri in panchina o vedevi Venezia Torino? quale azione da gol hai fatto che io ho la memoria corta? va zappa va

  • Appunto Kranio, per fare gol occorre fare un’azione da gol e poi tirare, in modo decente, io ieri non ho visto niente del genere. Calabro non capisco cosa ha visto.

    • Caro Corner a me non piace criticare ma credo che l’anno scorso eravamo piu forti e bastavano 2/3 innesti per fare un gran campionato. questo il mio punto di vista, e poi ci vuole un’allenatore che abbia vinto e dirigenti (delinquenti) altrimenti non andiamo lontano. cmq sempre forza aquile, buona giornata

  • Con i tuoi se e con i tuoi ma calabro non si va da nessuna parte, se avessimo avuto se avessimo fatto se fossimo stati e bla bla bla, hai superato anche il maestro auteri per le super cazzole giustificative. Una cosa è certa, che senza il regalo dell’arbitro si sarebbe perso è forse sarebbe stato meglio perchè la società e non foresti ti avrebbero accompagnato fuori dal sansinato. I soldi spesi dalla società per accontentarti non sono stati bruscolini. Ora ci vuole un allenatore che riesca a fare qualche buon risultato e mandare a casa a gennaio una 15 na di questi nuovi acquisti ( in tutto ne sono arrivati 16) per cercare di salvare una stagione compromessa. Per prima cosa costruire un centrocampo, che senza questo, per come lo stiamo vivendo sulla nostra pelle non si va da nessuna parte. Regalare scognamiglio al peggior offerente e prendere un attaccante decente.

  • Ed anche quest’anno saliamo l’anno prossimo…a cs la squadra é costata 4 volte meno rispetto a noi e fanno un campionato discreto, in seri B pero’……

  • Salve dispiace molto sentire le dichiarazione di Calabro evidentemente lui ha visto un altra partita e non quella del Catanzaro,vorrei se possibile che mi elencasse le occasioni create dal Catanzaro perchè io ho visto la partita ma non ho visto quei tiri in porta e le occasioni mancate quindi o io ho visto un’altra partita oppure il signor Calabro queste occasioni se l’è sognate,anzi deve ringraziare il signor arbitro che ci ha completamente regalato il rigore altrimenti adesso forse il signor Calabro sarebbe con la valigia pronto a rientrare al suo paesello.Concludo questo mio sfogo consigliando al nostro amato Presidente di stare in campana e non lasciarsi infinocchiare dalle parole di Foresti e cercare di prendere una decisone nel breve tempo possibile se veramente si vuole aspirare alla promozione diretta.FORZA GIALLOROSSI NON MOLLATE MAI.

Scrivi un commento