Numeri Giallorossi

Casertana-Catanzaro 2-1: le statistiche

Ben 53 punizioni fischiate dal direttore di gara. 11-9 i tiri totali per il Catanzaro

Esattamente come l’anno prima il Catanzaro perde a Caserta 2-1 anche se in modo diverso e con una sequenza di reti differente. Se nel 2018 al grandissimo gol di capitan Maita avevano risposto Castaldo su rigore e D’Angelo, ieri le aquile sono andate sotto di due reti nel primo tempo. Se nel match del campionato precedente il migliore in campo era stato il portiere dei campani autore di numerosi interventi, nell’incontro giocato meno di 24 ore fa l’US ha deciso di regalare un tempo, mettendo in campo tutto l’opposto di quello che aveva chiesto l’allenatore dopo la vittoria con il Rieti.

Alla ferocia e cattiveria agonistica le aquile nella prima frazione di gioco, hanno invece peccato di lentezza, fraseggi inutili orizzontali e nessun movimento senza palla, a parte il solito Kanoute. Aver schierato insieme Bianchimano e Nicastro ha prodotto effetti negativi sulla manovra apparsa più statica del normale.

LE STATISTICHE

Nel complessivo i giallorossi hanno concluso di più: 11 tiri totali a 9. Il computo si divide in 5 tentativi a 4 per gli ospiti fuori area di rigore e 6-5 per le aquile dentro l’area di rigore.

Anche il conteggio dei tiri in porta è in favore dell’US 6-4. Se da fuori area le due compagini hanno calciato nello specchio della porta una volta a testa, in area di rigore il punteggio è di 5-3 per gli uomini di mister Auteri. Alla luce di questi numeri emerge nuovamente il fattore poca concretezza rispetto a quanto prodotto, specialmente nella ripresa, anche se nella prima frazione di gara le aquile – nonostante tutto – alcune occasioni le hanno avute.

9 cross a 6 per il Catanzaro, uno dei quali ha prodotto la rete di Casoli su assist di Maita. Come di consueto accade i traversoni dei giallorossi sono di più dalla destra, 6, che dalla sinistra 3; mentre i falchetti hanno crossato 4 volte dalla destra e 2 volte dall’out mancino.

Dei 9 cross, le aquile ne hanno effettuati 3 bassi, 2 dalla destra ed 1 dalla sinistra.

6-3 il conteggio degli angoli in favore degli ospiti. Casertana-Catanzaro è però stata la partita dei falli: ben 53 le punizioni fischiate, 29 battute dai campani (di cui forse la metà conquistate da Castaldo), 24 da Maita e compagni. Di tutti calci piazzati entrambe le squadre ne hanno battuto uno pericoloso: Zito nella ripresa per la Casertana, Bianchimano per le aquile nel primo tempo.

In quattro circostanze i padroni di casa sono finiti in offside, nessuna volta le aquile.

4-3 i gialli sventolati per la Casertana. Nessun rosso e qui si apre il dibattito se il mani fuori area di Crispino nel primo tempo era passibile di espulsione. Il portiere ha stoppato un’azione molto pericolosa con Bianchimano che si era auto lanciato a rete. Potevano esserci gli estremi per il rosso.

Nessun calcio di rigore.

A proposito dell’autore

Ferdinando Capicotto

Ferdinando Capicotto

17 Commenti

  • Forse è arrivato il momento di abbandonare il 343 passando al 424 con Di Livio o Giannone sulla trequarti liberi di inventare e dare sfogo alla loro classe, in questo modo Fisc e Kan avrebbero più spazi da sfruttare.

  • Diciamo le cose come stanno, dopo 7 giornate di campionato non abbiamo visto il Catanzaro che ci aspettavamo con la rosa e l’allenatore che ci ritroviamo, anche se io penso che Auteri PROBABILMENTE non è adatto alla categoria. Altri allenatori meno famosi ottengono proporzionalmente molto di più dalle loro SQUADRETTE, sopperendo al tasso inferiore di tecnica con grinta, corsa e gioco SEMPLICE ma efficace. Viterbese e Casertana hanno giocato contro di noi con una DETERMINAZIONE che, ridiciamoci la verità, noi neanche ce la sogniamo. Ci hanno battuto e rifilato 4 gol andando a rete con due soli passaggi, noi ne facciamo 1.000 senza cavare un ragno dal buco. Quest’anno è inutile nascondercelo stiamo giocando peggio dell’anno scorso e produciamo molto meno anche in fatto di gol. Ce li sogniamo la notte i quattro gol con la Reggina o i 5 di Potenza. Una involuzione totale che AL MOMENTO fa vedere molto pessimisticamente la sorte del nostro campionato. Così al momento, speriamo che usciamo dal letargo e soprattutto che Auteri abbia le idee più chiare, perchè mi sembra che quest’anno in 7 partite abbia dimostrato, purtroppo, di avere le idee confuse, anzi di stare proprio in uno stato di letargo confusionale.

    • Il problema è che hanno capito il nostro gioco infatti gli avversari raddoppiano le marcature sulle fasce Kanoute quando tocca palla a sempre minimo 3 avversari pronti a contrastarlo ecco perché dovremmo passare al 424

    • Complimenti Corner 53 per il tuo coraggio nell’evidenziare le circostanze.
      Leggevo attentamente le dichiarazioni in passato di Francesco, e noto che l’analisi non cambia ,ma piu’ dettagliata e’ la verità raccontata da Francesco e in parte da te.
      Invero lo scorso anno giocavamo contro nessuno all’ infuori del Catania o Trapani.
      Questo anno invece è un campionato più ricco e quindi noi torniamo nella nostra realtà di squadra modesta.
      Ricordo che ad oggi abbiamo disputato solo amichevoli ed da adesso inizia il nostro campionato.

  • Spettacolo indecente al Pinto di Caserta.
    Spariscono i palloni e le regole del calcio vengono stravolte: il portiere che respinge fuori dall’area di competenza non viene esplulso, una rete segnata in fuori gioco di massa viene convalidata( fra l’altro, se ho visto bene, nessun giocatore del Catanzaro ha protestato).
    Alla Lega sta bene così?
    In queste condizioni la sconfitta ci può stare. Anche se la mancanza di grinta è stata evidente.
    Momento delicato per le Aquile: ma il campionato è lungo.

  • Ad oggi purtroppo fuori casa male malissimo , 4 punti fatti contro bisceglie monopoli viterbese e Casertana, molto al di sotto delle aspettative . Palloni Ke si perdono, cose del genere sn solo scuse secondo me ,nn si deve per la seconda trasferta regalare due goal agli avversari ,poi è normale ke giochino sporco gli altri , ma fanno bene… così si fa in C , i polli siamo noi Ke ci mettiamo in qst condizioni ! Nn so quale sia il prb, se un aspetto mentale , il manico , giocatori sopravvalutati o cmq nn amalgamati , confusione tattica , nn ne ho idea sta di fatto ke perdiamo punti preziosi ke alla fine dei giochi peseranno! Detto ciò , domenica saremo in max 4000 ma meglio così , forza Catanzaro sempre e cmq .

  • Fang 84 buongiorno. Cercate di essere coerenti.
    Avete sempre dichiarato di avere la squadra più forte e il mister migliore.
    Adesso noto e con dispiacere che siete tutti allineati con il grido di allarme lanciato già dal vipudiato Francesco.
    Domenica saremo e speriamo in 4000 mentre non tanto lontano da noi ci aspettano in 20000 perché vogliono e obbligheranno i loro giocatori a farci la manita per vendicare lonta subirà nel febbraio scorso.

    • Lo penso ancora di avere il mister migliore di tt la categoria . La squadra più forte nn l’ ho mai detto ,ho solo e sempre detto ke ci giocheremo il campionato con altre tre squadre Bari Ternana e Catania e nn saranno di certo due trasferte fatte male a farmi cambiare idea !

  • La Legge 180/78 è la legge quadro che impose la chiusura dei manicomi e regolamentò il trattamento sanitario obbligatorio, istituendo i servizi di igiene mentale pubblici. Ciò ha fatto dell’Italia il primo (e al 2019, finora l’unico) paese al mondo ad abolire gli ospedali psichiatrici.
    Una delle le critiche più aspre che le si possa fare, è quella quella dell’aver lasciato che i pazienti psichiatrici venissero scaricati sui frequentatori del sito giallorosso uscatanzaro.net.

  • Caro Fang84 , purtroppo per noi ti dovrai ricredere.
    Hai detto e sei convinto che il campionato ce lo giocheremo con Bari Ternana e Catania.
    Io al contrario tuo essendo come S.Lucia ho paura di più del Francavilla.
    HO la sensazione che verrà a vincere al Ceravolo dopo lo scivolone in casa con la Ternana.
    Domenica sera potremo commentare.
    Speriamo si vinca.

    • Oooooooooooo France’ ci spero , se poi nn lo vinciamo sto campionato non fa niente Ke devo farci , sarei cmq un uomo innamorato della mia splendida donna giallorossa . Ci proverò l anno dopo , e poi l anno dopo ancora , e l anno dopo , fino a quando Dio mi darà modo di starle accanto io la mia squadra nn l’ abbandono , soprattutto quando nn è come la vorrei ( vedi ora ) ke è un po’ malaticcia , ma le sto accanto uguale , ci amiamo siamo una cosa sola !

  • Aquila del Nord cortesemente tu che sei un matematico e un attento sportivo,ti chiedo il podio degli spettatori di questa domenica in lega pro , sia del nostro girone C ,che di tutti i 3 gironi A B C.
    Grazie anticipatamente per le informazioni che darai a noi tutti.

  • FINO A QUANDO AVREMO DELLE PERSONE COME IL SIGNOR CIAMPA CHE IN UN’ALTRA EMITTENTE HA DETTO CHE LA CASERTANA AVREBBE VINTO LO STESSO ANCHE SENZA USARE ” MEZZUCCI ” SAREMO DANNEGGIATI IN CASA NOSTRA . E’ LAMPANTE CHE HANNO VINTO PROPRIO PERCHE’ ,SOPRATTUTTO NEL SECONDO TEMPO , NON SI E’ PRATICAMENTE GIOCATO , FORSE 5 MINUTI .E SE NOI AVESSIMO AVUTO LA POSSIBILITA’ DI SVILUPPARE IL NOSTRO GIOCO L’AVREMMO SICURAMENTE RIBALTATA ,NONOSTANTE LE NOSTRE CARENZE , E IL PERSONAGGIO DI LECCE CHE HA PERMESSO QUESTO IMMENSO SCHIFO ANDREBBE MINIMO RADIATO . SOLO DOPO SI PUO’ EVENTUALMENTE CRITICARE I GIOCATORI ,IL MISTER E LA SOCIETA’ .PRIMA PERO’ UNA GARA DEVE SVOLGERSI IN MANIERA REGOLARE E QUELLA DI IERI NON E’ STATA UNA PARTITA DI CALCIO MA FAR WEST , CON ARBITRO E CASERTANI NEI PANNI DI AUTENTICI CRIMINALI . IL CALCIO E’ UNA COSA SERIA E DA PERSONAGGI SIMILI NON PUO’ ESSERE RIDOTTO A BARZELLETTA .

Lascia un commento