Catanzaro News LIVE

Catanzaro-Juve Stabia 1-1 (finale): la diretta scritta [LIVE]

Francesco Panza
Scritto da Francesco Panza

Tutti gli aggiornamenti in diretta dal “Nicola Ceravolo”

CATANZARO-JUVE STABIA: SECONDO TEMPO

50′ – Dopo 5 minuti di recupero arriva il triplice fischio. Il Catanzaro butta alle ortiche una vittoria che sembrava alla portata dopo il gol nel finale di Bombagi.

43′ – Pari immediato della Juve Stabia. Crossa dalla destra, Branduani anticipa in uscita ma non può nulla sulla conclsuione a rimorchio di Della Pietra entrato da una manciata di secondi.

40′ – Il Catanzaro la sblocca con una giocata di Bombagi che riceve pallone in area da Vendeputte sugli sviluppi di una punione e di sinistro trafigge Sarri in uscita. Esultanza rabbiosa del numero 10 giallorosso sommerso da tutti i compagni, compreso Branduani che corre sotto i distinti per abbracciare i compagni.

40′ – GOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLL BOMBAGIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII

35′ – Ultimo cambio Catanzaro: fuori Fazio dentro Bearzotti.

32′ – Clamoroso rigore non concesso al Catanzaro per un evidentissimo fallo di mano in area. Tutta la panchina giallorossa in campo per protestare con forza.

27′ – Giallo per Caldore, fallo su Cianci. Poco dopo sostituzione per le Vespe: fuori Panico dentro Squizzato.

27′ – Doppia sostituzione per il Catanzaro: fuori Rolando e Vazquez dentro Porcino e Curiale.

24′ – Giallo per il portiere ospite Sarri, perdita di tempo in occasione di una rimessa.

23′ – Catanzaro vicino al gol. Rolando salta l’avversario sulla destra e la mette forte e tesa al centro per Carlini che calcia di destro di prima intenzione. Il pallone fa la barba al palo.

22′ – Fase concitata della gara con il Catanzaro che prova ad aumentare i giri senza però riuscire ad essere mai pericoloso. Dall’altra parte si aprono spazi in ripartenza per la Juve Stabia.

18′ – Doppia sostituzione Juve Stabia: fuori Stoppa ed Evacuo dentro Bentivegna ed Eusepi.

14′ – Il Catanzaro continua a faticare terribilmente in fase di costruzione l punto che Carlini è di fatto scalato al ruolo di centrocampista aggiunto nel tentativo di far partire dai suoi piedi le azioni giallorosse.

10′ – Calabro corre alle contromisure: fuori Welbeck e Verna dentro Cinelli e Cianci.

9′ – Sul capovolgimento di fronte ci prova bombagi che fa tutto da solo, corsa sulla fascia sinistra e tiro a girare sul secondo palo che si spegne di poco alto sulla traversa

8′ – Ora il Catanzaro soffre terribilmente. Ancora un pallone in area, stavolta dalla destra, che attraversa pericolosamente tutta l’area piccola senza trovare alcuna deviazione.

7′ – Occasione Juve Stabia. Cross basso e teso di Scaccabarozzi per il taglio di Panico che anticipa Branduani in uscita ma il suo tocco termina di poco alto sulla traversa.

5′ – Squillo del Catanzaro con Vandeputte che riceve corto da corner e dal limite dell’area avversaria prova a scagliare un sinistro potente ma fuori misura. Pallone che termina alto sulla traversa.

1′ – Squadre in campo per il secondo tempo. Nessuna sostituzione.

 

CATANZARO-JUVE STABIA: SINTESI PRIMO TEMPO

Scialbo zero a zero e forse peggiore frazione di gara del Catanzaro in questo campionato. Troppi gli errori, individuali e di squadra, approssimativa la forma fisica con la Juve Stabia ad arrivare sempre prima sulla palla, troppo brutto questo Catanzaro per esser vero: difficolta’ nella costruzione del gioco, difficolta’ nella tenuta difensiva e sterilita’ in attacco.
La squadra di Mister Calabro ha provato a fare la gara, ma il pressing alto degli ospiti ha spesso messo in difficolta’ i portatori di palla in maglia GialloRossa. Di contro la Juve Stabia non ha mai disdegnato le ripartenze veloci su cui piu’ di una volta e’ stato Martinelli a salvare le Aquile.
Clamorosa occasione per le Vespe in finale di tempo quando Panico lasciato solo in area a pochi metri dalla porta tira in diagonale ma la palla finisce fuori.

Red

CATANZARO-JUVE STABIA: PRIMO TEMPO

46′ – Finisce il primo tempo dopo un minuto di recupero. Piovono fischi dagli spalti, conseguenza di un primo tempo avaro di emozioni con le Aquile a trazione offensiva ma incapaci di produrre alcuna azione degna di nota.

44′ – Stabia vicinissima al gol. Cross dalla sinistra, dormita generale della difesa e destro al volo ad incrociare di Panico. Pallone che esce fuori di un soffio.

40′ – Ultimi cinque minuti di marca giallorossa. Le Aquile ora ci provano per vie centrali con Vazquez lanciato a più riprese nel tentativo di scardinare la difesa stabiese.

30′ – Gara sostanzialmemte bloccata. Sterile possesso palla del Catanzaro che non riesce ad essere pungente se non in occasione di qualche corner con il pallone scodellato in area. Veramente poco per meritare il vantaggio.

24′ – a gioco fermo l’arbitro ammonissce Fazio per una trattenuta. Nel corso dell’azione precedente, Juve Stabia pericolosa con una discesa sulla destra e un cross al centro per Evacuo anticipato in scivolata da Scognamillo. Ora il Catanzaro soffre.

20′ – La Juve Stabia ora presidia con continuità la metà campo dei giallorossi. Su tutti si distingue Stoppa che con i suoi movimenti fra le linee sta creando qualche difficoltà alla retroguardia delle Aquile.

15′ – Risponde subito la Juve Stabia. Contropiede di Stoppa che sfrutta un errore a centrocampo di Welbeck, pallone subito in area per Evacuo pronto a tagliare in diagonale, ma l’ex giallorosso viene anticipato da Martinelli che mette in corner.

14′ – Bella azione tutta di prima per vie centrali. Welbeck vede Carlini che riceve al limite spalle alla porta e con un tocco morbido di prima lancia Vazquez anicipato in uscita da Sarri.

13′ – In questa fase il gioco si è spostato tutto sulla fascia sinistra con Vandeputte e Bombagi che prova a dialogare e mettere palloni sul primo palo per il taglio di Carlini o Vazquez.

8′ – Il Catanzaro prova a cambiare spesso fronte di gioco per aggirare le maglie strette di una Juve Stabia che finora è riuscita a contenere con facilità il trio Bombagi-Carlini-Vazquez. In questa fase manca l’apporto dalle fasce con Rolando e Vandeputte ancora in ombra e sempre raddoppiati dagli avversari.

2′ – Juve Stabia aggressiva sui portatori di palla giallorossi. Sul pressing in uscita, Vandeputte sbaglia un appoggio favorendo Evacuo che di prima intenzione prova il destro dalla distanza. Conclusione alta sulla traversa.

1′ – Le squadre hanno fatto il loro ingresso sul terreno del Nicola Ceravolo. Bella giornata di sole e condizioni ideali per giocare a calcio. Prima del fischio d’inizio un minuto di raccoglimento per le vittime della strada.

CATANZARO-JUVE STABIA: LA DIRETTA PRE PARTITA

CATANZARO-JUVE STABIA: LE FORMAZIONI

Catanzaro (3-4-2-1): Branduani; Scognamillo, Fazio, Martinelli; Rolando, Verna, Welbeck, Vandeputte; Carlini, Bombagi; Vazquez. A disposizione: Nocchi, Romagnoli; Tentardini, De Santis, Curiale, Monterisi, Porcino, Cinelli, Risolo, Bearzotti, Gatti, Cianci. All. Antonio Calabro.

Juve Stabia (4-3-3): Sarri; Donati, Tonucci, Caldore, Rizzo; Scaccabarozzi, Berardocco, Davì; Stoppa, Evacuo, Panico. A disposizione: Russo, Pozzer; Todisco, Eusepi, Bentivegna, Squizzato, Guarracino, Della Pietra, Lipari, Cinaglia, Altobelli. All. Stefano Sottili.

Autore

Francesco Panza

Francesco Panza

17 Commenti

  • Questo scienziato si ostina ancora a fare esperimenti, bombagi centravanti ancora peggio di mister tanti soldi. Questa ha dimostrato ancora di essere una squadra senza cuore senza anima, affidata alla regia di scognamiglio la dice lunga sulla inconsistenza della conduzione tecnica. Non ha capito l’incompetente che non può giocare con vandeputte carlini vasqez e bombagi tutti insieme perchè le alrte squadre anche le squadrette ci fanno un sol boccone, la mia impressione è che per salvarci ci vuole un miracolo. Se i tifosi li fischiano un motivo ci sarà, solo la dirigenza condizionata da foresti non è riuscita a capire il vero problema di questa squadra cioè calabro. Speriamo in un secondo tempo migliore ma coc un impostazione tattica diversa, altrimenti vedremo una juve stabia farci un mazzo così

  • Vorrei sapere che cosa aspetta quella sottospecie di allenatore di sostituire Rolando che non capisce nulla fa solamente l’indivualista e sbaglia Wilbeck oggi e è un fantasma e Vasquez non onteressa ad impensierire nessuno quindi caro Calabro cambia mestiere visto che di calcio capisci ben poco.

  • Calabro, è da un anno e mezzo che sei qui, ancora continui con i tuoi esperimenti della minchia, hai tolto verna e welbeck, hai messo cinelli e cianci, hai lasciato bombagi vasquez vandeputte Rolando, chi ca cazzo difende, comunque sei fuori di testa.
    LA colpa non é tua però, è di chi ti tiene

    • ENNESIMO ARBITRO figlio di puttana. Negato rigore. Ammazziamoli prima sti rotti in culo del cazzo. 20 episodi contro di noi . Ma quando cazzo la smettono di massacrarci. Figlio di una cooperativa di troie.

  • Caro Presidente i soldi sono tuoi ma i biglietti li paghiamo noi tifosi perciò quando ti decidi a buttare fuori quella nullità di allenatore invece di dargli la fiducia ormai siamo stanchi di queste figuracce per colpa di un incompetente quindi prima lo accompagni a lamezia e meglio è per tutti-

  • Caro foresti oggi abbiamo assistito a tutto il peggio che il tuo amico poteva offrirci, difesa cambiata centrocampo smantellato tutti gli attaccanti in campo senza che ci fosse qualcuno che potesse servire quei bidoni e ci è andata bene perchè alla fine si sono divorati un goal. Per salvarci serve un miracolo, ripeto se la società ragiona senza essere influenzata da foresti bisogna cambiare allenatore, trovare un allenatore che possa già programmare le cessioni e i nuovi arrivi per gennaio. Via da subito da Catanzaro foresti calabro pelliccioni vasqez cianci cinelli bearzotti bombagi testardini curiale, far rientrare i nostri ragazzi regalati per un pugno di noccioline. Siamo come squadra la vergogna di tutta la serie C

  • ADESSO VORREI SENTIRE CHE COSA DICE IL SIGNOR FORESTI SE DIFENDE ANCORA QUEL CESSO DEL SUO PUPILLO CALABRO INVECE DI BUTTARLO FUORI A CALCI IN CULO E DI FARE UN MEA CULPA

  • Purtroppo la squadra è in pieno disfacimento psico-fisico. Non si azzecca un solo passaggio e basta una squadra ordinata e reattiva(nulla di più) per bloccarci con facilità. Calabro, com’è successo anche l’anno scorso, è in piena crisi d’identità e non capisce più cosa fare. Speriamo che proprio come l’anno scorso ci si riesce a riprendersi e ad anellare qualche vittoria, altrimenti ancora un anno di m…….da!!!

  • Dimenticavo di dire che abbiamo giocato fino a quando è rimasto in campo evacuo 11 contro 10 e non siamo riusciti nemmeno a fare un tiro in porta. VERGOGNATEVI foresti calabro pelliccioni porcino cianci vasqez bombagi bearzotti cinelli curiale e meno male che oggi martinelli ha fatto di tutto e d più

  • Tra i partenti dimenticavo di indicare quel grande giocatore di gatti che ancora non ho capito che ruolo ha in difesa a centrocampo, comunque dove lo metti metti non serve un centesimo ed è stato voluto fortemente dall’incapace. Ormai il giocattolo si è rotto anche se non è mai stato assemblato, per cui bisogna trovare una soluzione se ci vogliamo salvare.

  • CALABRO SE HAI UN POCO DI DIGNITA’ COSA CHE IO NE DUBITO DIMETTITI PER IL BENE DEI GIALLOROSSI E VATTENE A FARE IN C…LO AL TUO PAESELLO FORSE COSI LA SQUADRA USCIRA FUORI DA QUESTE FIGURACCE CHE TU LE FAI FARE.PRESIDENTE SVEGLIATI E DATTI UNA MOSSA ANCHE TU ESSERI BUONI NON SIGNIFICA ESSERE FESSI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  • troppi giocatori fuori ruolo e forma fisica scadente arrivavano sempre prima loro sulle seconde palle e poi c’è da dire che tanti elementi fuori ruolo…ma come si fa…mah….noi siamo solo tifosi l’allenatore è quello che è preposto per fare le cose per bene ma quando questo non succede urge cambiare manico a mio avviso prima di gettare alle ortiche questo campionato

Scrivi un commento