Rassegna stampa

Catanzaro: Morello si candida

L’attaccante: «Solo giocando posso dimostrare quanto valgo»
da Gazzetta dello Sport

CATANZARO – Parte stamane per Sora il Catanzaro, animato da mille propositi di riscossa e dalla rabbia di raggiungere una vetta, che sfiora appena ma non tocca. La posta in palio è alta, come lascia intendere il presidente Claudio Parente: “Ritengo questa trasferta di Sora, particolarmente importante per il nostro cammino. Una vittoria ci consentirebbe di mantenerci in quota, specie alla vigilia di partite importanti. Abbiamo fiducia nell’allenatore, nei giocatori, nel pubblico.” In settimana, è mancato il punto di vista di Braglia, che ha fatto mancare la sua voce, per un certo risentimento accumulato dalle critiche ricevute dopo il pari con la Viterbese. E’ stata una reazione genuina, da parte di chi s’è sentito tradito da un ambiente che considera familiare. “Braglia sa che la società gli è vicina in tutte le sue decisioni –continua il massimo dirigente Parente- La nostra fiducia discende dalla considerazione per la sua competenza e dallo stile di una società che rispetta pienamente i ruoli.” In assenza di spunti tratti dalle conversazioni con il tecnico, la formazione di Sora è solo ipotizzabile. Sarà confermata in blocco la difesa, certamente rientrerà Caterino sulla fascia sinistra, Pierotti sostituirà l’infortunato Dei, probabilmente Morello subentrerà a Toledo, ricco di qualità ma non di mordente. Da parte sua, Totò Morello, ventisettenne calabrese di Bagnara Calabra, generoso nell’animo e sgusciante in mezzo al campo, non chiede altro che essere messo all’opera: “Solo nella gara posso dimostrare quel che valgo. Mi farebbe tanto piacere giocare, ma attendo disciplinatamente il mio momento. La voglia di scendere in campo, non mi spinge minimamente a dare fastidio e fare polemica. Devo servire alla causa del Catanzaro e le pretese personali sarebbero controproducenti per il gruppo e lo scopo. Tengo fortemente alla promozione, come fossi qui da diversi anni. Poi, ho molto apprezzato la franchezza del mister, che mi ha parlato chiaramente, illustrandomi la situazione. D’altra parte, non è che negli ultimi 6 mesi abbia molto giocato e mi mancava la partita. Ho dovuto mettermi al pari degli altri. Adesso sono pronto ed a disposizione del mister e della squadra.” Morello ha esordito con il Lanciano, dov’è entrato a metà ripresa, fornendo alla manovra un sensibile contributo di vivacità. E’ stato riproposto, nella stessa fase di gara, con il Foggia, dove ha avuto minori spazi a disposizione. L’ultima volta che aveva sentito la folla tutta per lui, era stato lo scorso 11 gennaio, quando aveva rifinito il poker che il Siena aveva rifilato al Modena, concludendo la serie dei precedenti acuti di Lazetic, Chiesa e Ventola. In carriera ha accumulato 170 presenze (28 in B), siglato 18 gol, cerca ora il diciannovesimo con il Catanzaro. “Per la mia soddisfazione e quella di tutti. –conferma- Al pari dei miei compagni, desidero vincere, perchè credo in questa squadra e nell’ambiente. Poi, come calabrese tengo particolarmente alle sorti della mia terra.”

Salvatore Blasco


Caterino al posto di Ascoli

CATANZARO – (f.b.) La formazione provata ieri pomeriggio nella consueta partita di metà settimana, dovrebbe essere quella che affronterà il Sora di Eziolino Capuano. Braglia, davanti a Lafuenti, ha schierato Zappella, Pastore e Zattarin; sulla linea mediana, ha immesso Caterino al posto dello squalificato Ascoli e Pierotti in quello dell’infortunato Dei; il tridente d’attacco era composto da Morello, Corona e Ferrigno. Nella ripresa, Luiso subentrava a quest’ultimo. Sono stati, infine, già esauriti 600 biglietti dei mille messi a disposizione dal Sora e sono stati già allestiti i primi 10 pulman. I tagliandi sono in vendita, sino a domani, nella sede della società.

A proposito dell’autore

Redazione

Redazione

Dal 2002 il portale più letto e amato dai tifosi giallorossi del Catanzaro

Lascia un commento