Catanzaro News LIVE

Catanzaro-Potenza 1-0 (finale): la diretta scritta [LIVE]

Catanzaro Potenza diretta scritta
Francesco Panza
Scritto da Francesco Panza

Primo tempo a reti bianche, ospiti pericolosi, GialloRossi con poca intensita’

CATANZARO-POTENZA: SECONDO TEMPO

51′ – Finisce qui. Il Catanzaro la porta a casa ma la prestazione degli uomini di Calabro resta insufficiente.

49′ – Ennesimo pallone sporco in area ma stavolta Curiale l’ha messa dentro di sinistro superando Marcone che ancora una volta aveva provato a dire no con un tuffo disperato.

49′ – GOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLL CURIALEEEEEEEEEEE

45′ – Sei minuti di recupero con Baldassin che entra in campo al posto di Verna.

38 ‘ – Ancora un miracolo di Marcone che dice no ad Evacuo tutto solo davanti al portiere potentino.

36′ – Capuano risponde mettendo dentro Iuliano al posto di Sandri.

35′ – Giallo per Casoli reo di aver bloccato il pallone con una mano. Nel frattempo Calabro si gioca la carta Porcino al posto di Scognamillo. Catanzaro iper poffensivo in questri ultimi 10 minuti.

26′ – Miracolo di Marcone sulla girata al volo di Curiale. Un lampo dell’attaccante giallorosso ma il portiere del Potenza ha detto no.

25′ – Sterile possesso palla delle Aquile che insistono esclusivamente sulla fascia destra senza mai riuscire a sfondare.

22′ – Occasione per Fazio imbeccato in area da Carlini. La conclusione del difensore giallorosso viene bloccata in uscita da Marcone.

19′ – Giallo per Marcone dopo l’ennesima perdita di tempo su rimessa dal fondo. Gara molto nervosa con Casoli che ha da ridire con la panchina del Potenza rea di aver nascosto un pallone.

15′ – Il Catanzaro prova a sfruttare la superiorità numerica attraverso un baricentro più alto e una manovra che si sviluppa sulle fasce con Casoli e Contessa chiamati ad allargare le maglie di un Potenza che fnora ha retto bene all’urto.

10′ – Doppio cambio Catanzaro. Fuori Garufo e Corapi, dentro Casoli e Carlini.

3′ – Secondo giallo ed espulsione per Salvemini dopo una manata in volto a Corapi. Proteste veementi dalla panchina del Potenza con Capuano letteralmente indemoniato.

1’ – Appena iniziato il secondo tempo. Subito un cambio per il Catanzaro, fuori Di Massimo dentro Evacuo.

CATANZARO-POTENZA: SINTESI PRIMO TEMPO

Primo tempo equilibrato tra Catanzaro e Potenza, con gli ospiti messi bene in campo da Mister Capuano. Gli ospiti hanno pressato ed aggredito alto i portatori di palla GialloRossi impedendo loro lo sviluppo della manovra che e’ comunque sempre molto lenta e prevedibile. Un paio le occasioni per entrambe le squadre, sfumate di poco o comunque ben controllate dai rispettivi portieri. Nel Catanzaro esordio dal primo minuto di Scogliamillo mentre l’ultimo arrivato Porcino siede in panchina.

Red

CATANZARO-POTENZA: PRIMO TEMPO

47′ – Dopo due minuti di recupero l’arbitro fischia la fine del primo tempo. Quarantacinque minuti di nulla da parte di un Catanzaro privo di entusiasmo, idee e gioco.

37′ – Catanzaro probabilmente con la testa già allo spogliatoio. Poche idee e confuse da parte degli uomini di mister Calabro.

31′ – Il Potenza vicino al gol con uno schema su punizione, Salvemini servito con un filtrante che aggira la barriera ma il suo diagonale di destro finisce di un soffio fuori sul secondo palo.

26′ – Catanzaro che stenta a trovare la quadra specialmente in mezzo al campo con Corapi francobollato da due avversari e Risolo in giornata no. Ai punti meglio la formazione di mister Capuano compatta, attenta e ben messa in campo.

22′ – Contropiede di Di Massimo che se ne va per vie centrali e allarga a destra per Garufo bravo a controllare bene il pallone e concludere con un destro potente che impegna Marcone alla deviazione in corner.

19′ – Gara che stenta a decollare nonostante il Potenza negli ultimi minuti stia provando a mettere diversi palloni in area con Sepe che ha provato la conclusione di destro al volo impegnando Di Gennaro in tuffo.

15′ – Bell’inserimento di Di Massimo sulla destra servito ancora una volta da Corapi. Il numero 18 dei giallorossi la mette al centro senza trovare la deviazione vincente di Curiale anticipato di testa da Gigli.

11′ – Occasionissima per il Catanzaro. Corapi la mette in area con un tocco morbido centrale sul quale Curiale prova il colpo di testa di precisione. Marcone va giù veloce e ci mette la mano per salvare la sua porta.

8′ – Gara molto fisica con il Catanzaro che prova a giocare palla a terra mentre il Potenza pressa molto alto nel tentativo di schiacciare i giallorossi, recuperare il pallone e ribaltare velocemente l’azione verticalizzando.

4′ – Salvemini messo giù in area, l’arbitro alza la mano per segnalare posizione di fuorigioco. Potenza che in questa fase cerca molto le soluzioni aeree per Cianci e Salvemini.

1′ – Pronti-via e Curiale si becca subito un giallo per un colpo rifilato al volto di Cianci in modo del tutto fortuito. Gioco fermo e proteste del Potenza che chiedeva il rosso per l’attaccante del Catanzaro.

CATANZARO-POTENZA: LE FORMAZIONI UFFICIALI

Catanzaro (3-5-2): Di Gennaro, Fazio, Martinelli, Scognamillo, Contessa, Corapi, Verna, Risolo, Garufo, Di Massimo , Curiale All. Calabro
Potenza (3-5-2): Marcone, Viteritti, Sandri, Coccia, Cianci, Ricci, Gigli, Salvemini, Di Somma, Bucolo, Sepe All. Capuano

Catanzaro-Potenza 0-2: live stagione 2019-2020

CATANZARO-POTENZA: SECONDO TEMPO

49′ – Finisce qui. Piovono fischi dagli spalti del “Ceravolo”. Il Catanzaro perde meritatamente contro un Potenza più organizzato e più cinico. Quarta sconfitta stagionale, prima fra le mura amiche.

45′ – Concessi quattro minuti di recupero.

40′ – Gara di fatto senza storia. Il Catanzaro prova uno sterile giro palla ma finisce per infrangersi sistematicamente sul muro difensivo del Potenza.

35′ – Cambio per il Catanzaro. Fuori Kanoute dentro Mangni.

24′ -Doppio cambio Potenza. Fuori Ricci e Ferri Manrini dentro Longo e Iuliano.

23′ – GOL POTENZA. Ricci trova un destro a giro sul secondo palo sul quale Di Gennaro non può fare nulla. 

18′ – Sterile possesso di palla dei giallorossi che provano invano a bucare una difesa ospite compatta e in costante pressione sui portatori di palla.

14′ – Cambio Potenza. Fuori Isgrò e Murano dentro Vuletich e Viteritti. Cambio anche per il Catanzaro. Fuori Favalli e Fischnaller Di Livio e Giannone. Durante le sostituzioni ammonito Kanoute per proteste.

13′ – Che occasione per Ferri Marini che entra in area, rientra sul destro e prova la conclusione

11′ – Celiento prova la botta dal limite, deviazione di un difensore e pallone che termina di poco alto sulla traversa. Nel frattempo arriva il giallo per Favalli reo di aver impeditò ad Isgrò di ripartire.

9′ – Riggio stacca di testa sugli sviluppi di un corner, il pallone è facile preda di Ioime.

5′ – Occasionissima per il Potenza. Ferri Marini salta Riggio, entra in area e la mette al centro per Murano che prova il piatto di prima intenzione trovando l’opposizione di un attento Di Gennaro.

3′ – Giallo per Ferri Marini.

1′ – Inizia la seconda frazione di gioco. In campo gli stessi 22 del primo tempo. Nel frattempo arriva il dato relativo agli spettatori del “Ceravolo”: 6586 di cui 4161 paganti, 2424 abbonati e 513 ospiti.

 

CATANZARO-POTENZA: SINTESI PRIMO TEMPO

Partita importante e ben giocata dalle due squadre. Il Potenza capolista non disdegna di giocare a viso aperto contro un Catanzaro incerottato e convalescente dalle batoste fuori dalle mura del Ceravolo.

Auteri e’ costretto a schierare Riggio al centro della difesa, mentre Favalli si posiziona sulla sinistra. Torna al centroattacco Nicastro vista la squalifica di Bianchimano.

La prima occasione e’ per il Potenza che dopo pochissimi minuti si rende pericoloso con Murano che brucia Riggio sulla corsa e si presenta da solo davanti a Di Gennaro. La respinta e’  da campione e sul successivo tiro di Isgro’ Celiento si fa trovare pronto alla respinta davanti la porta sguarnita.

Clamorosa l’occasione capitata a Nicastro quando ben lanciato centralmente si fa rubare il pallone dai piedi dal portiere ospite.  Sfortunato il Catanzaro quando colpisce la traversa su colpo di testa di Celiento ed i successivi tiri vengono ribattuti dalla difesa.

Il gol viene confezionato dalla difesa GialloRossa, la corta respinta centrale di Riggio su un cross, anticipa Di Gennaro in uscita e mette Ferri Marini in condizione di battere il portiere di casa dai venticinque metri.

Red

CATANZARO-POTENZA: CRONACA PRIMO TEMPO

43′ – Il Catanzaro abbozza una reazione con Kanoute che fa tutto da solo, raccoglie il pallone sulla sinistra, si accentra e prova il destro a giro che esce di un soffio.

38′ – GOL POTENZA. Destro dalla distanza di Ferri Marini che sorprende Di Gennaro alla sua sinistra. 

30′ – Gioco fermo per una manciata di minuti a causa di uno scontro di gioco in area giallorossa al termine del quale Celiento è rimasto a terra. Nulla di grave per il difensore giallorosso rientrato in campo dopo l’intervento dello staff medico.

26′ – Un cross sbilenco di Ferri Marini per poco non sorprende Di Gennaro, costretto a riprendere velocemente la posizione e bloccare il pallone in presa alta destinato al sette.

20′ – Ancora Catanzaro vicino al gol. Angolo battuto nell’area piccola, Celiento di testa coglie la traversa. Sulla ribattuta Fischnaller prova la conclusione di collo pieno ma trova l’opposizione della difesa.

18′ – Clamoroso Nicastro che tutto solo davanti a Ioime si lascia ipnotizzare consegnando il pallone nelle mani dell’estremo difensore rossoblu. Di fatto un rigore in movimento divorato dall’attaccante delle Aquile.

15′ – Gara molto equilibrata giocata finora a ritmi non elevati. Tanti errori da ambo le parti in fase di trasmissione. Meglio il Potenza negi duelli individuali.

10′ – Primo squillo del Catanzaro. Kanoute la passa a Fisch che vede l’inserimento centrale di Nicastro in area e lo serve sulla corsa. Il 28 giallorosso prova il sinistro di pirma intenzione ma la sua conclusione finisce alta sulla traversa.

5′ – Qualche difficoltà di troppo per i giallorossi che non riescono a ripartire come vorrebbero a causa del pressing altissimo degli ospiti. Bello il duello Sales-Fisch da una parte e Quarabta-Isgrò dall’altra.

2′ – Gara che entra subito nel vivo. Pallone lanciato dalla difesa, Riggio si fa bruciare da Murano che tutto solo davanti a Di Gennaro si fa ipnotizzare dal portiere giallorosso. Sulla ribattuta Isgrò calcia debolmente e consente a Celiento di salvare sulla linea.

Pre partita: Splende il sole sul “Ceravolo”. Giornata ideale per vivere le emozioni di questa sfida fra Catanzaro e Potenza. I lucani arrivano in Calabria con i galloni di squadra rivelazione del campionato intenzionata ad alimentare un avvio di stagione esaltante. Dall’altra parte la squadra di Auteri in cerca di riscatto dopo lo scivolone di Reggio e una settimana di lavoro complicata. Bello il colpo d’occhio dello stadio con gli ospiti sostenuti da 500 tifosi e la Ovest tinta di giallorosso.

CATANZARO-POTENZA: LE FORMAZIONI UFFICIALI

CATANZARO (3-4-3): Di Gennaro; Celiento, Riggio, Quaranta; Statella, Maita, Casoli, Favalli; Kanoute, Nicastro, Fischnaller. A disp. Adamonis, Signorini, Elizalde, Figliomeni, Pinna, Nicoletti, Risolo, Bayeye, Calì, Giannone, Di Livio, Mangni. All. Auteri.

POTENZA (3-4-3): Ioime, Dettori, Coccia, Ricci, Murano, Giosa, Salese, Isgrò, Ramos, Ferri, Silvestri. All: Raffaele

Autore

Francesco Panza

Francesco Panza

34 Commenti

  • Casoli non c’entra è stato solo preso di mira. Si può giocare in un centrocampo a 2 con una ammonizione dopo 8 minuti ? Ma sbagliamo di tutto. Anche tre occasioni in un colpo solo. Siamo irriconoscibili e credo che il problema sia soprattutto Nicastro troppo lento rispetto al bel gioco dell’anno passato. Ora metterà Signorini ? Per difendersi ? Ci vuole tutta la rabbia che Calì ha accumulato sinora.

  • Auteri il nostro non doveva essere un programma biennale? Certo! grazie a te un altro anno di “Mbunnamenti. auteri a casoli portetalo a casa tua a farti i servizietti di casa visto che ci tieni tanto. è dallo scorso anno che con sto casoli stai rompendo i c……… Andatevene a fare in c…… un altro anno perso, a questo punto vuol dire che anche la società e lo giudice sono complici di questa ennesima disfatta.

  • Ma perchè, non parlate della società che ha preso ala gratis cessi perche non spendono una lira- Dobbiamo ringraziare ad Auteri se riusciamo ancora a stare lì. Il presidente invece di dire che vince il campionato farebbe bene ma caccia i sordi se vogliamo a fare i play off con solite umiliazioni

  • Auteri hai fatto un capolavoro con le sostituzioni. Fischnaller fuori e Nicastro dentro. Favalli fuori e Casoli dentro graziato al 60. Adesso facci vedere quanto valgono Pinna e Cali sullo 0-2 ne abbiamo diritto no ?

  • Questo è il regalo di auteri a tutti i suoi sostenitori, 32 due dilettanti allo sbaraglio di cui una quindicina nemmeno l’acqua dello scarico li vorrebbe, giocatori presi all’ingrosso, giocatori senza stimoli esempio lampante Kanute che gioca da solo intestardendosi, società assente se ha permesso questo scempio ad auteri e a lo giudice, mercoledi presentarsi a bari con i ragazzi di Ciampà, almeno la sconfitta sarà meno amara.

  • Minuto 76 … 0-2 … con San Gennaro (no Di Gennaro) in porta.
    Basta come riassunto della partita.
    E devo sentirmi pure il telecronista di Eleven Sport che dice “pesa l’assenza di Bianchimano” (come stessimo parlando di Cristiano Ronaldo). Bianchimano / Nicastro stessa pasta. Grazie Coach per aver messo mister Calì adesso al 76simo sullo 0-2. Questa si che è un’occasione da dargli. Buona serata a tutti ragazzi. La mia l’ha rovinata mister Auteri. Sempre forza giallorossi

  • Forse qualcuno non ha capito che i campionati non si vincono col bel gioco o col possesso palla ma si vincono con cattiveria agonistica si vincono se ti capita una sola occasione e la metti dentro.
    Oggi il Catanzaro ha fatto il gioco del potenza che grazie ad una difesa inesistente ha vinto.
    STANCO ED AMAREGGIATO

  • Continuo a non capire perche ve la prendete con Auteri e non con la società che ha costruito una squadra sulla quantita e non sulla qualità. Mettete un’altro allenatore e vediamo cosa riesce a fare cu sti quattro morti, (Nicastro, Casoli, Mangni, Bianchimano, Nicoletti, Giannone, ecc.ecc.ecc.), per non parlare della difesa che fa acqua da tutte le parti. Dove cazzo dobbiamo andare se non abbiamo giocatori di categoria, Auteri non può fare miracoli anche se li sta facendo. Cu sta gargia non andiamo da nessuna parte, puru u presidente si misa ma fa u gargiutu…………….ma caccia sordi che mi sono rotto i coglioni di vedere queste partite di mmmmerda

  • Solita domenica di emme…….comunque siccome si rigioca mercoledi e andremo in quel di Bari sicuramente la società non cambierà la guida tecnica, anche perchè non avrebbe senso, semmai credo che perdendo anche a Bari vorrebbe dire che i calciatori hanno abbandonato tutte le idee di mister Auteri avallando di fatto il suo probabile esonero. Comunque i responsabili di tutto ciò sono questi pseudi calciatori che non gettano il cuore oltre l’ostacolo facendo sembrare dei giganti chiunque incontriamo. Dopo dieci partite siamo già a sette punti dalla vetta e probabilmente mercoledì saremo a meno dieci. Annata che si prevede di estrema sofferenza per noi tifosi che comunque stiamo sostenendo questa squadra più per venerazione che per convinzione. Un saluto a tutti i tifosi giallorossi.

  • floydpinkivan63 non bestemmiare, tu pensi davvero che una altro allenatore non riuscirebbe a fare meglio? Non so se hai letto un mio post con allenatori DI CATEGORIA (Raffaele, Diana, Modica, Toscano, Scienza, Capuano, ecc) che secondo me avrebbero fatto meglio di Auteri, tanta FILOSOFIA e poco PRATICITA’.
    Riggio ha fatto una figura di merda oggi, ma lo sanno anche i bambini che per giocare a LIVELLI DISCRETI(non è n campione) deve avere un centrale esperto a suo fianco. L’anno scorso aveva Figliomeni che lo tranquillizzava un pò, oggi aveva solo tremarella. Auteri non lo ha capito.
    Comunque penso che avremo probabilmente abbastanza presto la controprova, perchè Auteri dura poco. D’altronde rassegnamoci che il PROGETTO DELLA SOCIETA’ con Auteri è fallita, per cui qualsiasi altra scelta tecnica può andare bene.

  • Salve atutti, credo di nn essere l’unico a difendere autieri, nn perché se lo merita, ma perché nn ha alternative valide. Doveva essere una campagna acquisti forte, ma di forte rimane solo il dubbio su una società ke nn ha capito ke bisogna investire prima di fare proclami importanti.. Siamo alle solite

  • Corner53, per me Auteri rimane il migliore per questa categoria, e non credo all’incapacità del mister ma alla qualità della squadra. Per esempio lo sanno anche i sassi che davanti ci manca un giocatore di grande qualita e che fa reparto da solo, e non noi non ce l’abbiamo.

    • floyd a noi manca già dall’anno scorso non la grande classe, ricordati che siamo in serie C girone C, ma i calciatori di grande carisma che in campo si fanno rispettare da compagni di squadra, avversari e anche arbitri. Anche l’anno scorso moltissimi tifosi lo dicevano e non puoi negarlo. TIPI tanto per capirci come un Cosenza in difesa, rozzo, cattivo che faceva girare al largo tutti, uno Strambelli o Bellomo , un Castaldo in attacco, che per me non è il top come classe, ma si fa rispettare con grinta e determinazione. Senza tutto questo la serie C diventa un calvario, puoi comprare i migliori tecnicamente ma su questi campi non puoi ballare il minuetto o usare il fioretto, devi usare la sciabola. Te ne accorgerai a Bari come ci prenderanno a cazzotti e a calci nella gambe, senza una benchè minima reazione da parte dei nostri calciatori. Immagina, se li conosci, a dare un cazzotto a tipi come quelli che ti ho menzionato sopra!!! Ti mangiano vivo arbitro compreso!!! Purtroppo è questo l’inferno della serie C.

  • Quando e stato acquistato Casoli tutti i grandi esperti catanzaresi (o nomi cognomi) dicevano che avevano acquistato il fratello di…maradona!!!
    Io vivo in Toscana ed ogni lunedì compravo la NAZIONE che segue anche lo sport umbro. Casoli giocava nel Gubbio. Tutte le domeniche il suo voto era…6 tranne in una partita che segno e prese 6 e mezzo…….
    Meditate dei informatevi prima di scrivere…..sopratutto se non si capisce di calcio e sono tanti anzi tantissimi.

  • Purtroppo mi ripetero’ fino allo sfinimento ma con questa merda di allenatore non si va in nessun posto e la società continua ancora a fare finta di niente.

  • Purtroppo solo i cecati o gli amici di merenda non si sono accorti delle incapacità di questa specie di allenatore. Tutto il secondo tempo con un uomo in più non siamo riusciti a fare niente di buono. Purtroppo questi giocatori conoscono solo un sistema di gioco, se tale possiamo chiamarlo, i lanci lunghi. Quando devono trovare altre soluzioni di gioco non ci riecono talmente è radicato in loro il concetto dei lanci lunghi. Oggi è andata bene e domani. Prendetelo a calci e speditelo in puglia a lui a di massimo casoli garufo martinelli baldassin insieme al dg e al ds. Mi spiace per di massimo che ho difeso tante volta, ma oggi ha dimostrato quello che è un niente.

Scrivi un commento