Numeri Giallorossi

Catanzaro-Ternana 1-3: le statistiche

Aquile che concludono complessivamente di più: 15-7. Primo penalty stagionale fallito dai giallorossi

Terza vittoria consecutiva della Ternana al “Ceravolo”. Dopo l’1-4 e lo 0-1 del 2004-2005 e del 2005-2006, ieri gli umbri si sono imposti per 1-3. Il Catanzaro perde la sua seconda sfida interna in questo campionato. Costa caro la terza autorete stagionale ai giallorossi. Martinelli si aggiunge a quelle di Celiento e De Risio rispettivamente con Teramo e Bisceglie.

LE STATISTICHE

Rossoverdi che si sono dimostrati cinici. I tiri totali parlano, infatti, chiaro: 15-7 per le aquile, di cui 9-1 da fuori area; 6 conclusioni a testa dentro l’area di rigore.

Sono i tentativi in porta che però vanno analizzati in questo caso. Il computo totale è in favore dell’US: 6-5. Se per i giallorossi si registrano 3 tiri dalla distanza e 3 in area di rigore (compreso il penalty fallito da Kanoute), gli umbri hanno calciato in porta una volta dalla distanza (la rete di Palumbo) e quattro volte in area di rigore.

I traversoni sono nettamente in favore degli ospiti: 5-13. 1-4 è il totale dei cross effettuati dalla destra; 4-9 dalla sinistra. Un traversone basso dalla sinistra per i giallorossi; due cross rasoterra dall’out mancino per gli umbri.

Il punteggio dei corner è di 6-2, mentre il computo delle punizioni è di 14-17. Il gol delle aquile nasce proprio dagli sviluppi di un calcio piazzato.

Sono 5 i gialli sventolati in faccia ai calciatori di casa, 2 agli ospiti. Ternana che finisce per 6 volte in fuorigioco, mai il Catanzaro.

Un rigore assegnato dal direttore di gara e fallito da Kanoute, il primo in questo campionato. Il francosenegalese aveva realizzato quello con il Teramo all’esordio. Giannone era andato a segno con la Sicula Leonzio.

Nessuna espulsione.

A proposito dell’autore

Ferdinando Capicotto

Ferdinando Capicotto

Lascia un commento