Catanzaro News Interviste video

Catanzaro-Viterbese 4-0: la conferenza stampa [VIDEO]

Le parole di mister Auteri e Tulli al termine della vittoria sui laziali

Vince il Catanzaro lo scontro diretto con la Viterbese. Il ritorno al “Ceravolo” di mister Auteri coincide con un successo a valanga sui laziali per 4-0. Di seguito le parole del tecnico e del grande protagonista di questo incontro, ovvero Jack Tulli.

MISTER AUTERI

<<Non era una partita facile. La Viterbese ha valore con cinque-sei giocatori di grande spessore tecnico e fisico. Noi siamo stati un po’ frenetici sbagliando qualcosa per eccesso di velocità. Poi siamo cresciuti ed abbiamo vinto meritatamente. Questo è molto importante. Il 4-0 è un passivo pesante per loro. Noi siamo stati molto solidi, difendendo bene, scalando bene e tenendoci alti. Non abbiamo rinunciato. All’interno della partita la gara non è sempre la stessa. La nostra vittoria è indiscutibile. Alcuni sono arrivati da poco.

 Non tutti sono al massimo della condizione. In tante situazioni che abbiamo recuperato palla l’abbiamo persa per frenesia. C’era adrenalina. Si ritornava al “Ceravolo” con un gruppo nuovo. Siamo stati sempre molto reattivi ed aggressivi. Celiento e Martinelli sono usciti spaccando la linea. Piano piano abbiamo legittimato la vittoria.

Kanoute mi è piaciuto. Tulli è un calciatore di qualità. Parlare dei singoli non mi piace. Abbiamo fatto bene complessivamente. Vittoria meritata. L’emozione si scontra con la corazza. Abbiamo difeso sempre corti, compatti, applicando alcuni criteri evitando di farci schiacciare. Agonisticamente siamo stati superiori. Il contributo all’azione difensiva va dato da parte di tutti. Io avrei preferito che fossimo a luglio. Dobbiamo giocare un calcio fatto di collettivo, razionalità. Quando un tassello non è al massimo la squadra ne risente. 14 partite sono tante.

TULLI

<E’ stata una bella emozione. Conoscevo la tifoseria del Catanzaro. Sono contento per la vittoria.

Siamo partiti con il freno a mano. Il mio gol ha sbloccato la situazione. Dobbiamo migliorare molte situazioni. Con molti giocatori nuovi ci vuole un po’ di tempo. Siamo tutti con il mister. Dobbiamo continuare così. Il campionato è lungo e si può fare bene. Le partite devono essere tutte finali perché non sono facili. Non dobbiamo sottovalutare nessuno ed avere fame.

La concorrenza fa solo del bene alla squadra. Se una compagine punta a fare bene ci vuole. Chi gioca o non gioca dobbiamo remare tutti nella stessa direzione. Con Corapi ci conosciamo di più. Dobbiamo solo stare uniti. Le qualità le abbiamo. Se ci mettiamo la fame ci possiamo divertire. Sono arrivato che non avevo ancora il 100%. Ora sto recuperando. Era un anno e mezzo che giocavo sul sintetico.

A proposito dell’autore

Ferdinando Capicotto

Ferdinando Capicotto

Lascia un commento