Catanzaro News La Striscia

Comincia dal ‘Federale’ la preparazione al Bari

Nel big match del “San Nicola” l’US ritroverà gli ex Auteri, Maita, Celiento, De Risio e D’Ursi

Il Catanzaro ha cominciato a lavorare in vista del big match di domenica. I giallorossi, infatti, saranno protagonisti al “San Nicola” di Bari contro i pugliesi. Le Aquile si sono ritrovate nel pomeriggio al “Federale” del quartiere Sala per una sessione prettamente atletica. Martinelli non si è allenato anche se era presente a bordo campo.

A BARI PER CAPIRE COSA FARE DA GRANDI

La squadra dell’ex tecnico Auteri nonché dei vari Celiento, Maita, De Risio e D’Ursi è accreditata come una delle maggiori concorrenti alla promozione diretta in Serie B. Ciononostante, se le Aquile sono state battute 5-1 dalla Ternana, al Bari non è andata meglio, con una brutta sconfitta interna per 1-3 incassata dalle Fere che, sin qui, stanno disputando un campionato a parte.

Quello contro i biancorossi può rappresentare una specie di spartiacque per l’US. I giallorossi, dopo la strigliata post Palermo, si sono compattati. Mister Calabro ha trovato una quadratura che ha portato ad ottenere 10 punti nelle ultime quattro partite (11 in cinque considerando il pareggio contro i rosanero) frutto delle vittorie contro le imbattute Avellino (3-1 al “Partenio) e Teramo (1-0 al “Ceravolo), del pari a Francavilla per 1-1 e del successo interno con la Cavese per 2-1.

Ora però ci si chiede: cosa vorrà fare il Catanzaro da grande? Che ruolo può recitare in questo campionato? La Ternana, sin qui, sembra la Reggina dell’anno scorso e la Juve Stabia di due stagioni fa ma non è detto che continui a questo ritmo incessante. In un campionato strano con squadre che hanno partite da recuperare, gare ravvicinate e con la pandemia ogni compagine deve guardare semplicemente a se stessa ed al proprio cammino. Sin qui i giallorossi viaggiano ad una buona media. Quasi perfetti al “Ceravolo” con 13 punti conquistati su 15 a disposizione, 6 punti ottenuti in altrettanti incontri lontano dalle mura amiche.

La gara del “San Nicola” può, in un certo senso, rispondere ai quesiti posti sopra.  Chiaramente un successo, ma anche un pari, non solo allungherebbe la striscia di risultati utili a sei, quanto lancerebbe il chiaro messaggio che il Catanzaro c’è con l’intenzione di recitare un ruolo da protagonista. Il Bari sarà un ostacolo molto duro da superare con una rosa qualitativamente da categoria superiore.

Andrea Risolo, intervenuto ieri a NetClub su DB Radio, ha detto con convinzione che le Aquile sono in fiducia e andranno in Puglia per giocarsela.

ARBITRA ZUFFERLI

Sarà Luca Zufferli l’arbitro dell’incontro al “San Nicola“. Il direttore di gara non evoca bei ricordi né al Catanzaro, né tantomeno a mister Auteri. Zufferli, infatti, arbitrò Catanzaro-Juve Stabia 0-3 nella stagione 2018-2019 con in panchina il tecnico di Floridia. Non fu una partita molto fortunata per il fischietto della Sezione di Udine con alcune scelte che fecero particolarmente discutere, tra cui un rigore solare non decretato ai giallorossi dopo un minuto di gioco per fallo di mano. Il penalty lo concesse alle Vespe nella ripresa con rosso a Riggio. Nello scorso campionato un altro rigore lo fischiò contro le Aquile, in quel di Potenza, trasformato da França.

Autore

Ferdinando Capicotto

Ferdinando Capicotto

6 Commenti

  • La vedo dura la designazione di quella specie di sottoarbritro è significativa, ma noi siamo il Catanzaro, siamo abituati alle ingiustizie ❤️💛❤️💛❤️

  • Se non ci sfavoriscono troppo possiamo farcela, sono preoccupato per Martinelli (gioca?) .
    Speriamo che gli ex non facciano come al solito la partita del secolo.
    Dobbiamo stare attenti soprattutto i primi 20 minuti, ci vuole molta grinta.
    FORZA RAGAZZI!!!! ❤️💛❤️💛

  • Ma non lo dovevano radiare questa sottospecie di persona vestita da arbitro per la partita regalata alla juve stabia, C’ é lo hanno rimandato un’altra volta, speriamo che continui la lite con quel personaggio che allena il bari, visto che con noi ha un grosso debito.

  • Correva l’anno 1969. Si era infortunato gravemente Braca. Noi penultimi in classifica 12 punti, solo 3 in trasferta. Fuori casa avevamo segnato appena tre reti. Loro primi in classifica. Situazione disperata. Non c’erano né Eleven Sport che continua a non farci vedere le partite né le radio locali. Solo tutto il calcio minuto per minuto a partire da secondi tempi…
    Parziali in B:
    Bari 1 … Non c’erano speranze avevamo preso un goal già nel primo tempo…
    Catanzaro 3. In 45 minuti un tale Della Pietra aveva segnato 3 goal … Non ricordo altri goal né prima né dopo di questo numero 7… Vincemmo con la prima in classifica. E poi ci salvammo … Che tempi

Scrivi un commento