Brevi Catanzaro News Dalla Redazione In primo piano

Coppa Italia Serie C: Catanzaro-Casertana 2-0

Redazione
Scritto da Redazione

Doppietta di Fischnaller nei primi 10 minuti. Le aquile passano ai quarti di finale dove affronteranno il Catania

Il Catanzaro batte per 2-0 la Casertana ed accede ai quarti di finale di Coppa Italia Serie C grazie alla doppietta di Fischnaller nei primi 10 minuti di gioco. Le aquile, quindi, dopo aver eliminato i falchetti dalla Coppa Italia maggiore, hanno la meglio dei campani anche in questa competizione, aggiudicandosi il terzo atto stagionale fra le due compagini. Ai rossoblu i 3 punti, però, in campionato frutto del 2-1 del “Pinto”.

Giallorossi che vincono il loro quaranticinquesimo incontro nella competizione su centoventi. Diventano trentasette i successi interni con Fischnaller che segna il centesimo ed il centunesimo gol in casa in Coppa Italia Serie C per l’US.

Grassadonia schiera i suoi con il 3-4-3. In porta si rivede Adamonis; Signorini, Riggio e Martinelli compongono la linea difensiva; Casoli e Nicoletti sugli esterni con Maita e Urso in mezzo; Giannone agisce specialmente sulla destra a supporto di Bianchimano e Fischnaller.

L’altoatesino, come tutto il Catanzaro, parte fortissimo e realizza le due reti decisive nei primi 10 minuti.  La sblocca dopo due minuti correggendo di testa un cross di Giannone dalla destra. Il 21 giallorosso è lasciato libero dalla retroguardia campana. La difesa dei rossoblu non è impeccabile nemmeno al 9’ quando Bianchimano recupera una sfera che sembrava controllata da un giocatore della Casertana e serve Fischnaller che, a porta praticamente vuota realizza.

Dopo una corta respinta di Zivkovic è Urso a sfiorare addirittura il 3-0, mentre la conclusione di Giannone al 26′ dà solo l’illusione del gol con un sinistro che meriterebbe maggior fortuna. Adamonis è chiamato agli straordinari soltando al 34′ quando Riggio, per poco, non fa autorete sugli sviluppi di un angolo. In chiusura di primo tempo il 10 giallorosso offre a Nicoletti la palla del 3-0 con Zivkovic che respinge. In chiusura di frazione di gioco si infortuna Bianchimano, alla prima presenza con Grassadonia. Al suo posto Kanoute.

Nella ripresa i falchetti iniziano con il portiere Galluzzo al posto di Zivkovic. Nel secondo tempo le aquile rallentano la manovra ed i ritmi dell’incontro. Sale la Casertana che protesta per un paio di episodi in area di rigore, ma le occasioni vere e proprie latitano. Piuttosto va segnalato l’ingresso in campo di De Risio al 60′. Il mediano torna in campo dopo l’infortunio patito con la Virtus Francavilla del 7 ottobre. Grassadonia passa dal 3-4-3 al 3-5-2. Con il 19 entra anche Celiento. Escono Casoli e Giannone. Successivamente Risolo e Quaranta prendono il posto di Urso e Signorini. Ginestra si affida all’unico calciatore titolare in panchina, Starita, ma i falchetti non riescono ad impensierire la retroguardia giallorossa.

Aquile che alle volte abbassano troppo la concentrazione e le chance per accorciare le distanze arrivano da palle perse come quella che De Risio concede a Starita all’82’ con il tentativo dell’attaccante deviato in corner. Finisce dopo 3 minuti di recupero. Ai quarti di finale sarà Catanzaro-Catania con sede da definire. Gli etnei hanno battuto il Potenza fuori casa per 1-2.

A proposito dell’autore

Redazione

Redazione

Dal 2002 il portale più letto e amato dai tifosi giallorossi del Catanzaro

Lascia un commento