Catanzaro News La Striscia

Domani arriva il Teramo: assente il solo Urso

Recupera Evan’s che torna tra i disponibili. Al “Ceravolo” la vicecapolista del Girone

Meno di 24 ore ed il Catanzaro sarà impegnato in casa contro il Teramo. I giallorossi saranno alla loro quinta partita in due settimane esatte, mentre i biancorossi sono al riposo da 10 giorni. Sfida complicata non solo per l’aspetto fisico ma anche dando uno sguardo alla classifica. Gli abruzzesi sono secondi in graduatoria con cinque vittorie e due pareggi senza sconfitte e con la miglior difesa sin qui.

D’altro canto i giallorossi hanno avuto già a che fare domenica con una compagine imbattuta, ovvero l’Avellino che, come il Teramo non giocava da dieci giorni. Nessun alibi, quindi, per un Catanzaro che deve assolutamente continuare sulla strada intrapresa al “Partenio”. Risultato a parte, quello che è piaciuto della gara contro i biancoverdi riguarda l’atteggiamento sempre positivo e mai rinunciatario, oltre che la compattezza in campo anche a livello tattico. L’US non è sembrato mai disunirsi ed ha sempre mantenuto i reparti corti fra di loro.

Domani sarà una vera e propria battaglia per il Catanzaro. Lo ha sottolineato il tecnico giallorosso con le sue parole della vigilia. Il Teramo è la capolista virtuale e viaggia con una media di 2.44 punti a gara. Bisognerà, anche, tener conto che domenica si tornerà a scendere in campo a Francavilla prima, finalmente, di una settimana di lavoro regolare.

I CONVOCATI

Sarà assente il solo Urso che si sta curando a Cesena, fermo dalla prima giornata.

PORTIERI: Branduani, Di Gennaro, Iannì

DIFENSORI: Martinelli, Salines, Fazio, Riggio, Pinna, Riccardi, Garufo

CENTROCAMPISTI: Contessa, Corapi, Verna, Evan’s, Risolo, Baldassin, Altobelli, Casoli

ATTACCANTI: Curiale, Di Piazza, Evacuo, Di Massimo, Carlini

PROBABILE FORMAZIONE

Mister Calabro, secondo l’andamento sin qui, dovrebbe continuare a cambiare qualcosa rispetto all’undici che è sceso in campo ad Avellino. Così davanti a Branduani il tecnico dovrà scegliere tre difensori tra i sempre presenti Fazio e Martinelli e il duo Riccardi-Pinna con quest’ultimo che sono due partite in cui parte dalla panchina; sugli esterni il ballottaggio dovrebbe riguardare Casoli-Garufo con Contessa sull’out mancino. A centrocampo ed in attacco le scelte più complicate. Capitan Corapi contro Palermo ed Avellino non è stato scelto nell’undici titolare, Verna ad esempio sì. Scalpita Baldassin, mentre Altobelli deve far dimenticare le ultime prestazioni al di sotto della sufficienza con umbri e rosanero. D’altro canto non si potrà non tener conto della prestazione positiva di Risolo. Carlini può giocare anche dietro ad un’unica punta anche se difficilmente il tecnico proporrà una soluzione simile ma si dovrebbe affidare alle due punte. Evacuo, contro l’Avellino, è stato tenuto riposo. Chissà che ritocchi a lui con Di Piazza. D’altro canto Di Massimo e Curiale si sono sbloccati. Il tecnico ha più frecce a disposizione e più soluzioni. Tutto dipenderà dal tipo di partita che ha in mente anche nella scelte dei due attaccanti.

A proposito dell’autore

Ferdinando Capicotto

Ferdinando Capicotto

1 Commento

Lascia un commento