Catanzaro News Intervistiamo

Esclusiva DB Radio – Avv. Maurizio De Rosa: «Rinnovo Maita? Siamo alle formalità»

Samuele Cardamone

Il procuratore di Maita, Kanoute e Pinna interviene a NetClub per annunciare il prossimo rinnovo del capitano, per parlare dei suoi assistiti e del momento del club

Dopo le voci della lite tra Gaetano Auteri e Mattia Maita nel post derby smentite dal presidente Noto nella puntata del lunedì di NetClub, interviene nel programma condotto da Matteo Pirritano e Francesco Panza il procuratore del capitano del Catanzaro Maurizio De Rosa che smentisce a sua volta la presunta lite e annuncia che a breve ci sarà il rinnovo.

“Posso confermare quanto detto dal presidente Noto nella vostra trasmissione, l’accordo per il rinnovo di Maita è vicinissimo. A breve ci incontreremo per mettere nero su bianco con la società, siamo quindi alle formalità.”

Mattia Maita

Quanto è soddisfatto per questo accordo quasi raggiunto?

“Sono molto contento, ci sono state normali e tranquille trattative tra le parti. La cosa importante è continuare questo matrimonio perché ritengo che Mattia sia uno dei migliori nel suo ruolo in serie C e il Catanzaro è una delle migliori società per puntare alla vittoria.”

Il procuratore esamina poi la crescita del suo assistito Mattia Maita:

“Mattia è maturato molto con l’arrivo di Auteri. La maturazione è avvenuta grazie al tecnico e grazie all’accumulo dell’esperienza personale del capitano. Sotto l’attuale gestione è migliorato dal punto di vista del dinamismo e dell’atletismo, sta dando molto perché il mister pretende tanto e già dall’anno scorso il calciatore ha evidenziato una crescita importante.”

“A Maita non manca niente per giocare in serie B. Ci sono stati approcci da parte di squadre della serie cadetta questa estate, ma nessun progetto ha stuzzicato le ambizioni di Mattia ed è rimasto molto volentieri a Catanzaro. Le squadre che puntano alla serie A difficilmente mettono in quello che è un ruolo chiave un giocatore che viene dalla C, anzi preferiscono far giocare calciatori che hanno avuto esperienze in serie A. L’obiettivo di Mattia è quello di salire di categoria da capitano del Catanzaro.”

E sul momento del Catanzaro dice:

“Non ci si aspettava queste 3 sconfitte esterne consecutive. Contro la Reggina ci può stare la sconfitta essendo una partita da 1×2, le altre due partite esterne hanno lasciato qualche perplessità. Ora la squadra giallorossa si trova a 4 punti dalla vetta e domenica sfiderà il Potenza capolista. I calabresi sono nella bagarre davanti, il momento non è del tutto negativo.”

Paride Pinna

Paride Pinna

Un altro suo assistito è Paride Pinna, fin qui oggetto misterioso della rosa. Cosa pensa della situazione?

“Sarebbe una bugia se dicessi che quella di Pinna è una situazione normale. Da 5 anni lavoro con lui e so cosa può dare, è un giocatore importante per la categoria e lo ha dimostrato nelle precedenti esperienze. In questo inizio di stagione il mister sta preferendo giocatori che conosce di più, ma sono convinto che Paride riuscirà a farsi valere grazie ai suoi importanti mezzi tecnici. È un ragazzo intelligente e saprà aspettare la sua occasione. Quando arriverà sarà determinante per la squadra, tecnicamente ha un piede che può regalare assist e goal che è una caratteristica diversa da quelle di Favalli e Nicoletti.”

“Può essere utilizzato in diversi ruoli, bisogna considerare che la gran parte degli ultimi anni anni ha giocato perlopiù nei 3 di difesa. In fase di mercato sapevamo fosse nell’aria almeno una cessione di qualche esterno sinistro ma abbiamo accettato consci che poteva esserci sovrabbondanza in fascia. Paride non teme la concorrenza e non la darà vinta a nessuno ve lo assicuro. 

Mamadou Kanoute, anche lui sotto la sua gestione, è partito forte quest’anno. È ormai giocatore fondamentale per la squadra riuscendo anche ad ambientarsi benissimo nel capoluogo calabrese:

“Si, Kanoute è contentissimo di stare a Catanzaro. È molto affezionato alla tifoseria che lo ama e alla società del presidente Noto che è come un padre per lui. Sta dimostrando di essere un calciatore importante e vuole arrivare in doppia cifra questa stagione. Ha intrapreso, già dallo scorso campionato un percorso di crescita continua molto importante.”

E sul rigore contestato dal calciatore nel derby aggiunge:

“Ho parlato con lui dell’episodio del mancato rigore e sostiene che il rigore ci fosse, non aveva nessuna vantaggio a cadere da solo in quella posizione.”

L’allenatore dell’Avellino, Ezio Capuano

Infine l’avvocato commenta la nuova avventura di Ezio Capuano appena arrivato sulla panchina dell’Avellino con conseguente esonero di Ignoffo:

“Non ho seguito le modalità con cui è stato esonerato Ignoffo, mi dispiace sempre quando c’è un esonero ma d’altra parte fa piacere che Eziolino sia tornato ad allenare. Era un dispiacere non vederlo in panchina quest’anno dopo aver ben salvato il Rieti, ora arriva in una piazza importante e conoscendolo so che sarà molto felice di stare ed allenare in una città veramente importante come Avellino.”

A proposito dell’autore

Samuele Cardamone

Samuele Cardamone

1 Commento

  • Buona sera a tutti!
    Di solito non amo commentare gli articoli in home, anzi, fosse per me disabiliterei questa funzione, come richiesto in un mio post nel forum!
    Oggi pomeriggio per la prima volta ho avuto la fortuna e il piacere di seguire il programma in diretta…sono rimasto colpito dalla qualità, dalla freschezza, dal taglio veloce e incisivo che avete dato al programma! In parte ho avuto il piacere di parlare in privato con Francesco, ma intendo rinnovare pubblicamente i miei complimenti “per il modo in cui fate radio”…ve lo dice uno che fa radio da 40 anni…complimenti! Grazie di cuore per il servizio che offrite…è certamente un ottimo mezzo per sfamare la “fame di Catanzaro” a tutti i tifosi del magico sparsi per il mondo! GRAZIE!!!

Lascia un commento