Catanzaro News Interviste audio

Esclusiva DB Radio – Fausto Silipo «L’esonero di Auteri? Un grosso errore»

Giovanni Sicilia
Scritto da Giovanni Sicilia

Il commento di uno dei simboli della storia giallorossa sulla fase negativa del Catanzaro

È intervenuto ai microfoni di DB Radio, nella puntata odierna di NetClub condotta da Francesco Panza e Matteo Pirritano, la bandiera storica del Catanzaro, Fausto Silipo. L’ex giallorosso di tante stagioni gloriose ha parlato del recente esonero di Auteri, rivelandoci cosa pensa della società e del nuovo allenatore.

Le parole iniziali di Silipo si sono riferite ad Auteri, svelandoci anche una curiosità che li accomuna, ed al momento societario: «Quando le cose non vanno bene paga l’allenatore. Anche giocando bene ed avendo avuto buoni momenti, la situazione attuale ha pesato di più. Un campionato partito così è una concomitanza di colpe. La società è la prima responsabile. Quando si conferma un’allenatore per proseguire un progetto devi essere convinto fino infondo.

«Conosco bene Auteri perché è stato mio calciatore. Aveva delle idee particolari già al tempo, amava il bel gioco ed è sempre riuscito a portare avanti queste sue idee sul campo. Ma alla società non importa questo. Inoltre la rosa secondo me è troppo numerosa e mal costruita. Quando tutti vogliono giocare, si crea del malumore nello spogliatoio se le cose non vanno bene. Quindi anche la società sul mercato ha le sue colpe. In più, con un allenatore dal carattere forte come Auteri, diventa ancora più complicato gestire dei rapporti personali e questi sono anche i motivi dell’esonero. La domanda da porsi secondo me è, chi è che ha voluto tutti quei calciatori?.»

«Il Catanzaro è stato fatto male. Non si può dare la colpa solo al mister. I giocatori vengono anche presi per interessi economici. Inoltre Auteri, nonostante le sconfitte, non è mai stato contestato fortemente dai tifosi. Questa cosa mi fa pensare che anche la piazza non è d’accordo con la decisione presa. La società ha sbagliato ad esonerarlo, anzi avrebbe dovuto supportarlo fino in fondo. Se le sconfitte vengono non è sempre colpa dell’allenatore ed io questo l’ho provato personalmente proprio a Catanzaro».

Sul nuovo mister, scelto dal presidente Noto, ci ha spiegato che sicuramente non sarà facile ambientarsi sin da subito e che i giocatori dovranno dare una scossa:«Non conosco personalmente Grassadonia. Sicuramente viene proiettato in una realtà totalmente nuova. Ti ritrovi nelle mani una squadra che non sta facendo bene e che non hai costruito tu. Il malumore della rosa sarà una situazione complicata da gestire. Io penso che i calciatori non abbiano fatto la ‘vacca’ ad Auteri e ora proveranno a risaltare nel gruppo per giocarsi le proprie carte. Ci sarà comunque qualcuno  che dovrà accomodarsi in panchina. Penso che il risultato di Bari non dipenderà certamente da Grassadonia, ma dalla reazione degli uomini che scenderanno in campo. Saranno loro che dovranno dare una svolta alla situazione nell’immediato».

In chiusura, alla domanda sul suo ex compagno, Claudio Ranieri ai tempi del Catanzaro della Serie A: «Subentrare non è mai facile e ma Claudio sicuramente, vista la sua grande esperienza, saprà come comportarsi. Ho visto che  è partito bene nel pareggio di domenica contro la Roma e penso che riuscirà a  conquistare l’obbiettivo che la società si aspetta da lui».

(L’intervento telefonico di Fausto Silipo all’interno di DB Radio)

A proposito dell’autore

Giovanni Sicilia

Giovanni Sicilia

19 Commenti

  • Noi di Verzino Giallorossa siamo perfettamente d’accordo con l’analisi del mister Silipo.
    La squadra e’ stata mal costruita e troppo numerosa.
    Il PRESIDENTE e’ convinto invece che. con questi calciatori si possa vincere questo campionato.
    Per vincere quest’anno il campionato bisognera’ totalizzare 72 punti, questo vuol dire che devi girare al girone d’andata almeno a 35 punti, quindi nelle restanti 9 del girone d’andata devi farne 20 di punti, 4 in piu’ di quelli fatti dall’inizio del girone d’andata e su 10 partite
    Ma bisognera’ farli con BARI, TERNANA, CATANIA, e con I 2 derby con le calabresi.
    E poi nel girone di ritorno avere una media di 2 punti a partita.

  • Auteri era un lusso per la categoria.
    Cambiare allenatore dopo dieci partite è un azzardo.
    Credo che la società avrebbe dovuto strigliare La squadra (alcuni giocatori dormono in piedi) stando dalla parte del mister.
    Non conosco Grassadonia ma il suo curriculum non è promettente.
    O prendi il numero uno degli allenatori o insisti con chi ha fatto vedere il miglior calcio da quando tifo il Catanzaro.
    Arrivederci Mister.
    In bocca al lupo Grassadonia

  • Ciao a tutti ragazzi, esprimo la mia.
    Io sono totalmente col Presidente, grande uomo, grande tifoso e l’ideale rappresentante della città di Catanzaro esempio di imprenditoria al quale in tanti dovrebbero essere grati (e per aver ridato alla squadra di Catanzaro una dignità calcistica e per l’impegno che ci mette pur avendo impegni ben più grossi ed importanti di una squadra di calcio).
    Venendo al mister, concordo sul fatto che sia uno dei migliori della serie C, non concordo assolutamente sul fatto che sia uno dei migliori della serie B (in serie B solo un esonero e null’altro, oltretutto chiediamoci perché in B nessuno si è mai affidato a lui). Credo invece che mister Auteri ogni tanto debba farsi un bagnetto di umiltà ed evitare conferenze come troppe ne ho sentite (sia quest’anno che l’anno scorso) lamentando solo che gli avversari vincevano per distrazioni nostre. Il 70% dei gol arrivano per errori e/o distrazioni dell’avversario e le statistiche le conosce anche il mister che stupido non è, quindi di cosa parliamo?? Che conferenze sono? Sempre e forza Catanzaro.

    • Con il Bisceglie abbiamo conosciuto il nome del loro portiere. Per 95 minuti siamo stati non nella loro metà campo, ma nella loro area di rigore. A Caserta prendere un goal con 5 dico 5 calciatori in fuorigioco . A Viterbo abbiamo giocato 85 minuti nella loro metà campo. A Reggio Calabria rigorissimo non dato a Kanoute , goal annullato a Bianchimano, palo di Fisci, . Analizza un po’ , è siccome io non sono un grande intenditore di calcio, dimmi che colpa può avere Un allenatore.

  • La realtà purtroppo è che la squadra era priva di mordente ed imprevedibilità…sempre le solite manovre lente ed orizzontali con zero verticalizzazioni (se davanti hai Nicastro e Bianchimano cosa vuoi verticalizzare?) e poca attenzione sui movimenti difensivi. Quando giochi a tre dietro ti devi preoccupare di far muovere bene la difesa e gli esterni di centrocampo, non preoccuparti di Fischnaller e Kanoutè dotati di innate doti balistiche inutili da allenare. Buona serata di nuovo.

  • I catanzaresi dimenticano presto il bene fatto!!! Eravamo sull orlo del fallimento come è fallita la nostra città ormai da tempo!!! Qualcuno ci ha regalato due anni di calcio e di speranze e noi siamo ingrati !! Auteri andava esonerato è stata la cosa più giusto che ho visto!!! Parlate di una rosa scadente ma gli altri che giocatori hanno???? Siamo in serie C non ve lo dimenticate !!!una squadra per dieci partite non può fare solo 26 tiri in porta e per 50 minuti non può fare solo possesso palla !!! Un gioco dispendioso e poco produttivo!!!i il potenza è una pessima squadra ed e prima !!! Quindi non pariamo di rose o calciatori!!!abbiate rispetto per questa società perché come dice il nostro presidente gli alllenatori e i calciatori vanno e vengono e la società resta!!! In tutta la provincia non c’è nessuno Capace in termini economici e organizzativi di gestire la squadra di calcio meglio del nostro presidente !!! Svegliatevi e fate na pseggiiata al centro .. tutto morto!! E se qualcuno con la sua tasca ci regala una domenica allo stadio non lamentiamoci e ringraziamolo

    • Io sto con il Presidentissimo Noto, Ma è anche vero che non avrei mai e poi mai esonerato mister Auteri. È vero. Nell’ultima gara siamo un po’ calati di tono. Con il Potenza dobbiamo ammettere che il Catanzaro non c’è stato in campo . Magari ci sono anche gli avversari in campo. Che dite? . Ma questo non vuol dire che la colpa è dell’allenatore. A Bisceglie abbiamo giocato a porta Romana. A Viterbo con due tiri loro hanno fatto due goal mentre noi abbiamo giocato per tutta la gara. A Reggio Calabria abbiamo fatto soffrire la Reggina che ha utilizzato le manieri forti per fermarci. Espulsione , goal annullato di Bianchimano dubbio, palo di Fisci. A Caserta abbiamo visto tutti il goal in fuorigioco preso dal Catanzaro. Ma allora di cosa stiamo parlando. Auteri va solo ringraziato per averci fatto vedere del calcio . Sommiamo i punti persi non per demeriti , così vediamo se Auteri ha colpe. La verità è che a Catanzaro siamo tutti professori facendo sbagliare nelle scelte anche il miglior Presidente. Carissimo Auteri, hai sbagliato a salutare. Il tuo è solo un arrivederci. Tra tre – quattro gare verrai richiamato perché non abbiamo preso lo Special One della serie C ma neanche quello della serie D. Forse lo Special one degli esoneri. Catanzaro per sempre

  • Forse si poteva aspettare Bari dove avevamo poco da perdere.
    Comunque sta storia della rosa kilometrica non l’ho capita, tutti noi ci eravamo accorti che non era una cosa positiva.
    Per giudicare mi piacerebbe sapere se alcune scelte fatte in campo erano di Auteri o di lo giudice, ad esempio quella di fare sempre cinque cambi, quella di far giocare sempre Casoli o di insistere all’inizio su Nicastro

Lascia un commento