Catanzaro News Numeri Giallorossi

I numeri di Casertana-Catanzaro

Statistiche, precedenti e curiosità del ventinovesimo incontro tra Falchetti ed Aquile

Trasferta molto insidiosa per il Catanzaro contro la Casertana anche se si giocherà sul neutro di Avellino. I giallorossi vogliono continuare la striscia positiva di tre partite mentre i falchetti cercano il primo successo in campionato.

I NUMERI

La Casertana ha, infatti 2 punti in classifica ottenuti in tre partite. Al 2-2 di Potenza è seguito il 3-3 al “Partenio” di Avellino contro la Ternana; infine domenica i rossoblu hanno perso 2-0 a Teramo. Cinque i gol fatti dai campani, sette quelli subiti.

Il Catanzaro ha cinque lunghezze in più dei rossoblu, frutto di due vittorie, un pareggio ed una sconfitta con quattro reti all’attivo e tre al passivo (tutte incassate nei primi tempi). Branduani ha subito gol dopo 278 minuti con il rigore di Curcio. Il portiere era rimasto imbattuto dal 26’ della trasferta di Potenza e nelle gare contro Paganese e Vibonese.

Seconda rete per Max Carlini in campionato dopo il rigore trasformato al “Viviani”. Il gol di Evacuo è stato il primo segnato dall’US nei primi tempi. Paride Pinna, giunto già a tre gialli è in diffida.

I PRECEDENTI

Il gol del 2-0 di Starita nella gara dell’anno scorso

Nei ventotto incontri fin qui, il Catanzaro ha vinto dodici volte, pareggiato sette, perso nove, realizzando trentasei gol ed incassandone ventiquattro. Diverso il discorso in Campania dove le aquile hanno trionfato solo in due circostanze, pareggiato cinque volte e perso sette volte nei quattordici precedenti. Quattordici a dieci per i falchetti il computo delle reti. Nei tre anni con il presidente Noto è finita sempre per 2-1.

La gara della stagione scorsa, si disputò il 29 settembre 2019 e nel primo tempo Castaldo al 17’ e Starita al 44’ misero in ginocchio un Catanzaro assente mentalmente; nella ripresa accorciò le distanze Casoli di testa al 58’.

Un anno esatto prima all’eurogol di Maita, rispose Castaldo su rigore per fallo di mano di Signorini e D’Angelo ribaltò il punteggio nella ripresa. Nel campionato precedente le segnature furono di Turchetta al 10’ e D’Anna al 52’, intervallate dal momentaneo pari di Falcone su punizione deviata al 45’.

Senza reti il match del 10 dicembre 2016. Altro pari per 2-2 invece ad inizio 2016, quando le aquile di mister Erra costrinsero l’allora prima in classifica a rinunciare ai 3 punti. In vantaggio i giallorossi con Mancuso al 22’, Jefferson e De Angelis ribaltarono il punteggio tra il 68’ ed il 71’; US in dieci per l’espulsione di Maita che recuperò con Razzitti in pieno recupero. Non bastò invece un rigore dell’attaccante nel campionato precedente ad evitare la sconfitta. I campani erano già sul 2-0 grazie ai gol di Cissè e Agodirin. L’ultimo successo delle aquile risale al 21 settembre 1958 quando decise Fanello al 64’.

CURIOSITA’

Terza trasferta per il Catanzaro in questo campionato, sempre contro ad una rossoblu dopo Potenza e Vibonese.

L’obiettivo delle Aquile sarà evitare di ripetere per la quarta volta consecutiva il risultato di 2-1 e, più in generale, di evitare la sconfitta.

Di seguito l’infografica di Alfredo Cristiano.

 

 

A proposito dell’autore

Ferdinando Capicotto

Ferdinando Capicotto

Lascia un commento