Numeri Giallorossi

I numeri di Paganese-Catanzaro

catanzaro potenza

I numeri, le curiosità e le statistiche del match numero quindici fra Paganese e Catanzaro.

Archiviata la qualificazione in Coppa Italia Serie C e con il derby con la Reggina rinviato, il Catanzaro è atteso dalla trasferta di Pagani.

I NUMERI

La Paganese è la squadra con il peggior rendimento in questo momento. Un solo punto rimediato nella trasferta di Potenza e tre sconfitte. Quattro reti all’attivo e undici al passivo per i campani che sono la peggior difesa attuale del campionato.

Al “Torre” due sono i match disputati, entrambi persi: 1-4 con il Rende; 1-3 con la Juve Stabia. Due reti fatte, sette subite.

Il Catanzaro è ottavo in graduatoria con 6 punti, a fronte di due vittorie e due sconfitte. Quattro reti all’attivo e tre al passivo per le aquile. Due sconfitte nelle trasferte sin qui giocate dai giallorossi: 1-0 con il Rende; 2-1 con la Casertana per un totale di una rete realizzata e tre incassate.

I PRECEDENTI

Le due compagini si sono affrontate sin qui quattordici volte. Conducono i giallorossi con sette successi a due con cinque segni X. Diciotto a undici per le aquile i gol fatti. In casa della Paganese, nei sette incontri disputati, l’US ha vinto tre volte ad una con tre  pareggi. Otto a cinque per il Catanzaro il computo delle reti.

Icardi, autore del gol decisivo dell’ultima vittoria giallorossa

È nella stagione 2011-2012 che le due compagini si sono incontrate per la prima volta e da allora hanno sempre giocato contro. Nell’ultima giornata della stagione scorsa terminò 0-0. Il 4 febbraio 2017 vinse il Catanzaro dell’allora tecnico Zavettieri per 1-2 con le reti di Zanini (all’esordio) al 1’ ed Icardi all’81’, intervallate dal pari dell’ex Firenze al 27’. Sette giorni dopo il tecnico giallorosso verrà esonerato dopo la sconfitta di Messina. Stesso risultato il 28 novembre 2015 con i gol di Agnello e Razzitti; per gli azzurrostellati aveva pareggiato Cunzi. Quella fu una partita stoica per le aquile che finirono in nove. Il 14 dicembre 2014 si registrò l’unica vittoria campana ad opera di Calamai nella ripresa.

 

CURIOSITA’

Il trend cambierà almeno per una compagine visto che la Paganese non ha ancora raccolto punti al “Torre”; stesso discorso per il Catanzaro nei match lontano dal “Ceravolo”.

Il Rende ha ottenuto due dei tre successi sin qui proprio con queste due squadre.

Ferdinando Capicotto

Di seguito l’infografica della partita a cura del nostro Alfredo Cristiano.  

 

Autore

Ferdinando Capicotto

Ferdinando Capicotto

5 Commenti

  • Speriamo che Negro giochi male, considerato che anche lui doveva venire a Catanzaro.
    Comunque con questi due colpi anche il Rende diventa pericoloso

  • MA COME FANNO A SCRIVERE SQUADRE CHE NON HANNO UN CAMPO O NON HANNO PRESENTATO REGOLARI PAGAMENTI. HANNO FATTO SLITTARE IL CAMPIONATO IL MESE DOPO PER LE SOLITE INADEMPIENZE E PEGGIO ANCORA PER LE SOLITE SQUADRE, ED ORA GRAVINA CANDIDATO A PRESIDENTE DELLA FIGC E’ SOLO VERGOGNOSO. FORZA GIALLOROSSI

  • MI RACCOMNDO MISTER,NON FACCIAMOCI PRENDERE A CALCI COME AL SOLITO.PROVERANNO A FERMARCI CON TUTTI I MEZZI , DOBBIAMO REAGIRE ANCHE NOI A SUON DI LEGNATE E SOMMERGERLI SOTTO UNA VALANGA DI GOL SENZA FERMARCI.SIAMO LE AQUILE, LORO DELLE LURIDE MERDE CAMPANE.

  • Come dice Aquiladelnord spero proprio che Negro faccia il campionato più brutto della sua vita. Altrimenti la squadra di “picchiatori”, che però gioca anche abbastanza bene, diventa davvero una mina vagante. Noi lo abbiamo lasciato a loro dopo mesi di (veri o falsi) approcci, a questo punto mi auguro proprio che il nostro futuro centravanti sia nettamente superiore.

Scrivi un commento