Numeri Giallorossi

I numeri di Reggina-Catanzaro

catanzaro potenza

Numeri, statistiche, precedenti e curiosità del derby sessantasei fra Reggina e Catanzaro.

Torna il “Classicu” e da quando Reggina e Catanzaro si sono tornate ad affrontare nell’ultimo decennio, il derby non è mai stato così delicato. Gli amaranto sull’entusiasmo del cambio di proprietà; i giallorossi per continuare un campionato di vertice.

I NUMERI

La Reggina è sesta con 33 punti, complici i 2 punti di penalizzazioni, inflitti di recente, altrimenti sarebbe quinta con 35. Dieci successi, cinque pareggi e sette sconfitte per gli amaranto con ventinove gol fatti e ventiquattro subiti. In casa i calabresi hanno ottenuto 20 punti frutto di sei vittorie, due segni X e tre gare perse con quattordici reti all’attivo e dodici al passivo. L’ultima sconfitta per Sandomenico e compagni risale al 12 dicembre quando la Cavese, proprio al “Granillo” si impose per 0-3. Da allora sono arrivati cinque successi e tre pareggi per un totale di 18 punti in otto incontri. Media d’alta classifica.

Il Catanzaro è quarto con 41 punti. Dodici vittorie, cinque pareggi e quattro sconfitte per le aquile che sono andate in gol trentacinque volte, incassando quindici reti. Secondo miglior attacco e terza miglior difesa del girone per l’US. Fuori casa ha fatto meglio solo la Juve Stabia dei giallorossi. 18 punti conquistati a fronte di cinque successi, tre segni X e tre gare perse con diciassette reti segnate e sette prese.

Bianchimano è stato il quattordicesimo calciatore ad essere andato in rete in questo campionato. Secondo gol per Figliomeni, anche questa volta sotto la “Capraro”. Terzo assist del torneo per Giannone, che raggiunge Statella e Ciccone. Nota negativa Riggio, le cui giornate di squalifica complessive in questa stagione sono arrivate a quattro. Troppe.

I PRECEDENTI

L’esultanza dopo il gol di Infantino all’andata

Catanzaro e Reggina si sono scontrate 55 volte. Venti a diciotto i successi per gli amaranto con diciassette segni X. Le aquile conducono come reti fatte per 62-60. Al “Granillo” non sembra esserci storia. Quattordici vittorie a tre per la Reggina con dieci pareggi. Trentacinque i gol segnati dagli amaranto, diciannove dai giallorossi.

All’andata decise Infantino con un colpo di testa all’81’ su cross di Celiento. Protagonista di quel match fu il portiere Confente.

In campionato la Reggina ha vinto gli ultimi quattro scontri disputati in casa propria. Il 2 settembre 2017 finì 2-1. Gol di Sciamanna al 36’; pareggio su punizione di Benedetti al 52’; gol vittoria di Porcino al 70’. Il 9 aprile 2017 decise Kosnic al 62’. Il 3 maggio 2015 terminò 3-1 con reti di Viola al 42’, Di Michele al 68’ e Maimone all’83’; per il Catanzaro segnò il momentaneo 1-1 Razzitti. Stesso punteggio il 24 aprile 1989 e stessa andatura di reti. Pacioccò aprì al 6’; pari su autorete di Armenise al 38’; nel finale ancora Paciocco all’85’ e De Marco al 90’. 0-0 il 27 novembre 1988. Il Catanzaro non vince dal 18 gennaio 1959 a tavolino per 0-2, anche se sul campo le aquile avevano comunque vinto 1-2.

CURIOSITA’

Alla quinta di ritorno quello con gli amaranto, sarà già l’ultimo derby stagionale per quanto riguarda la regular season del Catanzaro. Perfetti i giallorossi al “Ceravolo” con tre successi su tre, sei gol fatti e zero subiti. Tutt’altra musica in trasferta. 1 punto ottenuto senza mai segnare. 1-0, infatti, finì al “Lorenzon”, 0-0 al “Razza”.

La Reggina è la squadra del girone che ha affrontato più volte le aquile.

 

 

A proposito dell’autore

Ferdinando Capicotto

Ferdinando Capicotto

Lascia un commento