Catanzaro News Numeri Giallorossi

I numeri di Viterbese-Catanzaro

Statistiche, precedenti e curiosità del dodicesimo incontro tra laziali e giallorossi

Ultima trasferta della regular season per il Catanzaro, impegnato a Viterbo con la possibilità di blindare matermaticamente il terzo posto.

I NUMERI

La Viterbese è undicesima con 40 punti frutto di 9 vittorie, 13 pareggi e 12 sconfitte con 36 gol fatti e 38 subiti.

Fra le mura amiche i laziali hanno conquistato 20 punti a fronte di 5 successi, 5 segni X e 7 gare perse con 18 reti all’attivo e 19 subiti.

Il Catanzaro è terzo con 64 punti. 18 vittorie, 10 pareggi e 6 sconfitte con 40 gol segnati e 27 presi (seconda miglior difesa esterna del girone) per le Aquile.

In trasferta l’US ha ottenuto 25 punti. Il cammino di Martinelli e compagni è stato di 6 successi, 7 segni X e 4 gare perse con 18 reti realizzate e 16 incassate sin qui.

Pierno è stato il quindicesimo calciatore ad andare a segno in stagione. La rete siglata al 52′ è stata la 27esima nelle riprese su 40 segnate.Ottavo risultato utile consecutivo per i giallorossi che elle ultime otto partite hanno subito un solo gol, a Torre Del Greco quando erano in inferiorità numerica.

I PRECEDENTI

Negli 11 precedenti sin qui giocati la Viterbese è avanti 5 successi a 3 con 3 segni X. 14 reti a testa segnate delle due squadre quando si sono affrontate. . Nel Lazio il Catanzaro ha pareggiato una sola volta e perso 4 segnando 6 reti e subendone 11.

All’andata nel match disputato a due spezzoni per il rinvio dovuto alla nebbia le Aquile impattarono sullo 0-0, prendendo due legni, con un gol annullato e un rigore solare nel finale nel concesso.

Il gol di De Risio dell’andata

Il 22 settembre 2019 vinse la Viterbese per 2-1 per effetto dei gol di Volpe al 5′ e di Errico al 33′; per l’US a segno De Risio al 47′.

Il 14 aprile 2019 terminò 2-2 e fu un risultato beffa per le Aquile in vantaggi per 0-2. Avanti i calabresi con una punizione “maledetta” di Fischnaller al 34’. Due minuti dopo padroni di casa in dieci per l’espulsione di Rinaldi. Nella ripresa accadde di tutto. Venne prima espulso Maita al 63’; cinque minuti dopo raddoppiò D’Ursi. Mentre il Catanzaro fallì più volte lo 0-3, il direttore di gara concesse un rigore ai laziali con conseguente espulsione a Signorini. Penalty trasformato da Polidori. Nel recupero la pareggiò Atanasov di testa.

Il 3 dicembre 1995  finì 2-1 con il vantaggio giallorosso di Di Baia al 38’ ribaltato da Balducci al 47’ e da un rigore di Cozzella proprio al 90’. 3-2 il 22 settembre 1996. Aquile avanti con un autogol di Perna al 25; dal 66’ al 79’ i laziali segnarono tre gol con Balducci, Fuschi e Pazzaglia; Polidori all’84’ accorciò le distanze. Il 28 settembre 2003, nell’anno della promozione in B del Catanzaro targato Braglia furono Santoruvo al 68’ e Martinetti al 95’ a regalare i 3 punti alla Viterbese.

CURIOSITA’

Anche nella stagione 2018/2019 la gara contro la Viterbese fu la penultima giocata dal Catanzaro. Si disputò al “Ceravolo” il match che era stato rinviato a dicembre per motivi di ordine pubblico con un successo per 2-0 targato Bianchimano e Signorini. Anche in quell’occasione era una giornata segnata in rosso sul calendario, ossia l’1 maggio.

Di seguito l’infografica a cura di Alfredo Cristiano.

 

Autore

Ferdinando Capicotto

Ferdinando Capicotto

3 Commenti

  • Altri due punti e il terzo posto è nostro matematicamente. Forza ragazzi , cerchiamo di vincere gli ultimi due incontri e poi tireremo le somme. 💪💛❤️

  • I punti che gli spaventapasseri ci hanno sottratto illegittimamente purtroppo adesso pesano, è facile falsare un campionato, se mi togli 2 punti, dandone nel contempo 1 al mio diretto avversario è tanta roba, se poi questa operazione si ripete non puoi recuperare.
    Mi ricordo l’anno di kamara, clamoroso quanto ci hanno rubato quell’anno

Scrivi un commento