Calciomercato Catanzaro News

Il Catanzaro al termine del calciomercato

Catanzaro 2020/2021
Paolo Carnuccio
Scritto da Paolo Carnuccio

Un quadro completo della campagna trasferimenti dei giallorossi al termine della sessione estiva 2020/2021

Il Catanzaro 2020/2021 si presenta al nuovo campionato con un assetto profondamente rinnovato rispetto alla trascorsa stagione. La dirigenza giallorossa ha utilizzato il periodo del mercato estivo per effettuare numerose operazioni sia in entrata che in uscita.

Nel complesso il numero degli acquisti, ben 13, comporta inevitabili profili di corretto assemblamento per la formazione del gruppo e la conseguente costruzione della squadra.

Diversi elementi sono arrivati negli ultimi dieci giorni, prima della chiusura delle operazioni di trasferimento, e questo ha determinato un ritardo nell’obiettivo comune dell’omogeneità della condizione fisica e della struttura tecnico-tattica.

Ad ogni modo, proveremo a delineare un quadro complessivo dei movimenti del Catanzaro tenendo presente tre fattori fondamentali:

  1. L’obiettivo stagionale
  2. La rinnovata conduzione tecnica
  3. La disponibilità economica per la gestione e gli investimenti della stagione 2020/2021

 

PORTIERI 

Confermati: Di Gennaro, Mittica

Acquisti: Branduani

Cessioni: Bleve (fine prestito)


Partiamo dal delicato ruolo del portiere.  Sul fronte uscite, la partenza di Marco Bleve e la situazione ancora nebulosa  legata alla permanenza di Raffaele Di Gennaro (27), hanno lasciato scoperto un ruolo fondamentale, riempito dall’arrivo di Paolo Branduani (31) ex di Empoli e Juve Stabia, protagonista dell’ormai famigerato cucchiaio parato a Giannone. L’esperto numero uno, garantisce una discreta tranquillità in quanto dotato di un rendimento costante e di una buona personalità, determinante per guidare l’intero pacchetto arretrato.

A completare il ruolo c’è il giovane Rocco Mittica (22), alla terza stagione in giallorosso, di fatto un oggetto misterioso. Per lui qualche sparuta apparazione e la stima dell’ex tecnico giallorosso, Auteri.

 

DIFESORI

Confermati:Riggio, Martinelli, Pinna

Acquisti: Fazio, Salines, Riccardi

Cessioni: Celiento


Passiamo alla Difesa, reparto particolarmente caro al tecnico Calabro. Il suo sistema di gioco (prima linea di tre), collaudato nelle precedenti esperienze, contempla tre difensori che abbiano forti caratteristiche nel contrasto e siano efficienti nel muoversi di reparto per tenere la linea negli avanzamenti rapidi.

Pasquale Fazio (31) risponde perfettamente a queste esigenze. Si tratta di un giocatore capace di posizionarsi nel centro-destra della difesa di tre, oppure anche nel mezzo. Esperto, conosce la categoria per averci giocato con Juve Stabia e Trapani, è senza dubbio un buon acquisto per il Catanzaro.

Per le stesse ragioni è stato scelto Davide Riccardi (24) , profilo ideale per il mister giallorosso. Alto, atleticamente elastico, preferisce giocare centrale a dirigere il movimento dell’intero reparto. Nonostante la giovane età, è dotato di un discreto curriculum con buone prestazioni nelle ultime stagioni con le maglie di Lecce (dalla C alla A) e Venezia (in B).

Emmanuele Salines (19) è un giovane difensore centrale che insieme a Cristian Riggio (24) e Paride Pinna (28), completa il roster della difesa a cui va aggiunto, in chiave di assetto titolare, il confermato Luca Martinelli (31).

In buona sostanza, la difesa di tre dovrebbe essere Fazio-Riccardi-Martinelli, con le alternative valide di Pinna, Riggio e Salines.

Al mister il compito di armonizzare i nuovi arrivati ed impartire indicazioni precise, specie nella fase di possesso dove probabilmente si tratterà di lavorare anche sulla tecnica del singolo giocatore e sulle dinamiche di sviluppo delle prime palle.

 

ESTERNI DI CENTROCAMPO

Confermati: Contessa, Casoli, Carlini,

Acquisti: Garufo, Evan’s

Cessioni: Statella, Nicoletti, Bayeye


Un importante lavoro di maquillage ha riguardato le corsie esterne delle Aquile. Iniziamo dal colpo assoluto rappresentato dall’acquisto di Desiderio Garufo (33). Giocatore intelligente, esperto, capace di giocare su tutto il lato di campo. Reduce dalla vittoria del campionato con la Reggina (la quarta promozione in carriera dalla C alla B, ndr), arriva in questa stagione per alzare notevolmente il tasso tecnico della squadra.

Sarà impiegato come quinto esterno di centrocampo opposto al confermato Giacomo Casoli (32), giocatore di rendimento costante, ovvero a Sergio Contessa (30) il quale, tuttavia, ha avuto troppi alti e bassi durante la scorsa stagione.

Il giovane Jean Lambert Evan’s (21) arrivato in prestito dal Crotone, per le sue caratteristiche, sarà tutto da scoprire ed avrà modo di mettersi in evidenza nel sistema di gioco di Calabro. Ha iniziato la carriera come terzino sinistro ma può essere impiegato anche sulla linea di centrocampo. Nell’esperienza in Lega Pro con il Gozzano di Soda, ha ricoperto anche il ruolo di ala destra e sinistra. Si tratta di un giocatore difensivo e al contempo offensivo, bravo negli inserimenti senza palla e soprattutto come assistman.

Infine Massimiliano Carlini (34) rappresenta il jolly da utilizzare con intelligenza, perché tatticamente duttile e capace di giocare sia come esterno di centrocampo sia come seconda punta, o magari quando sarà il caso di variare sistema di gioco durante la gara.

 

INTERNI DI CENTROCAMPO

Confermati: Corapi, Urso, Risolo

Acquisti: Verna, Altobelli, Baldassin, Iseppon

Cessioni: De Risio


Totalmente ridisegnata la zona nevralgica del centrocampo. Luca Verna (27) è il classico motorino di centrocampo. Instancabile cattura palloni, ma capace anche di inserirsi nelle linee avversarie per finalizzare con i compagni. Anche lui è giocatore dal buon curriculum, dotato di personalità e discreta tecnica, sicuramente un buon acquisto per il Catanzaro.

Daniele Altobelli (27) è un altro centrocampista di quantità e qualità. Ha vinto due campionati con Frosinone ed Ascoli, e sarà un punto di forza della mediana giallorossa. Longilineo e forte nel contrasto, gioca tendenzialmente in mezzo nel centrocampo di cinque.

Luca Baldassin (26) richiama le medesime caratteristiche di Altobelli, anche lui centrocampista centrale, dotato di discreta tecnica e visione di gioco, differisce leggermente dal primo perché predilige l’interdizione ed ha una buona corsa.

La linea dei tre centrali, quindi, dovrebbe prevedere come assetto base Verna-Corapi-Altobelli, con Baldassin primo riferimento ai fianchi e Francesco Urso (26) nel mezzo, oppure Andrea Risolo (24).

Nel complesso, il reparto ha una precisa fisionomia tecnica ed un’dentità sullo sviluppo del gioco. Appare solido nella fase di non possesso, ma nello stesso tempo capace di effettuare transizioni rapide sia con la velocità nella conduzione della palla dei due nuovi laterali (Verna-Altobelli-Baldassin), sia nella capacità del cambio gioco di Corapi verso gli esterni a tutta fascia (Garufo-Casoli-Contessa).

 

ATTACCANTI

Confermati: Di Piazza

Acquisti: Curiale, Evacuo, Di Massimo

Cessioni: Kanoute, Di Livio, Tulli, Mangni


Il punto debole della scorsa stagione è stato il settore avanzato, quello dove più si è avvertita l’esigenza di cambiare radicalmente. Le cessioni importanti di Tulli e Kanoute, sono state compensate con l’arrivo di Davis Curiale (32) e Felice Evacuo (38) che non hanno certo bisogno di presentazione.

Entrambi calciatori di grande esperienza, carichi di notevole score quanto a gol segnati in carriera, profondi conoscitori della categoria e del gioco. In parole povere, due acquisti di altissimo livello per tutta una serie di fattori, anche interni allo spogliatoio.

Leader di gruppo, e trascinatori della squadra nei momenti complicati della gara, capaci di risolvere le difficoltà con la singola giocata individuale.

Insieme al confermato Matteo Di Piazza 32), costituiscono un reparto veramente forte dove si può inserire anche il giovane esterno Alessio Di Massimo (24) per fornire il suo contributo grazie alle doti tecniche e di velocità con le quali si è messo in evidenza nelle passate stagioni.

La linearità del modello proposto da Calabro lascia sostanzialmente alla presa di decisione del singolo la capacità del movimento degli attaccanti, sia sul posizionamento (anche uno su uno, che va benissimo per Di Piazza), sia nella finalizzazione.

Avere in rosa calciatori che conoscono il gioco significa avere un valore aggiunto oltre a quello del tecnico.

 

In virtù di quanto esposto, si può affermare che la campagna acquisti del Catanzaro si è sviluppata attraverso una solidissima sintonia tra le caratteristiche tecniche del mister (sul sistema e modello di gioco) e le soluzioni della dirigenza poi tradotte nelle scelte dei giocatori.

La squadra è stata costruita come un vestito sul sistema di gioco di Calabro, ha un’età media (oltre 26 anni, ndr) che la rende esperta, con una conformazione fisica solida, ed un notevolissimo bagaglio di personalità sulla conoscenza del gioco.

Al netto di uno sforzo ulteriore per un difensore centrale capace di fornire ancor più qualità al reparto, la squadra del Catanzaro appare ben organizzata in tutti i suoi settori, destinata ad una linea di gioco semplice da parte di mister Calabro, e proiettata verso la zona play-off della classifica.

In questo bisogna dare atto alla società che, seppur con un’inevitabile attenzione al bilancio complessivo ed alla risoluzione/ridefinizione dei contratti onerosi della passata stagione, ha costruito un organico in grado di ben figurare nel campionato 2020/2021.

Autore

Paolo Carnuccio

Paolo Carnuccio

2 Commenti

Scrivi un commento