La Striscia

Interrompere il trend negativo del “Granillo”

Squadra al lavoro per Reggio Calabria. Casoli: ”Contento di essere a Catanzaro” Nuovo scandalo in Serie C?

Il day after della seconda vittoria stagionale al “Massimino” che ha sancito la qualificazione dei giallorossi agli ottavi di finale di Coppa Italia Serie C, proietta il Catanzaro al “Classicu” di domenica al “Granillo” contro la Reggina. Le aquile giocheranno il 6 febbraio a Trapani, con l’auspicio che termini in maniera diversa rispetto alla sconfitta 2-1 nel giorno di Santo Stefano. Nell’ultimo derby stagionale della regular season, le aquile devono invertire un trend negativo di quattro sconfitte consecutive in campionato in casa degli amaranto.

KANOUTE HA LAVORATO REGOLARMENTE

La squadra si è allenata a Giovino nel pomeriggio. In particolare ha lavorato chi non ha preso parte al match del “Massimino” e coloro che sono entrati nella ripresa. Kanoute si è allenato regolarmente. Lavoro precauzionale per Figliomeni – uscito a fine primo tempo con la Casertana – e Fischnaller. Successivamente si sono aggregati al resto dell’organico in palestra.

 

CASOLI RITROVA MISTER AUTERI

Nell’ultimo giorno della sessione di calciomercato invernale è arrivato il calciatore polivalente tanto richiesto da mister Auteri: Giacomo Casoli, già allenato dal tecnico di Floridia per due anni a Matera. Casoli può praticamente ricoprire tutti ruoli dal centrocampo in su, compreso quello di “falso nove” come capitato con i lucani. Un calciatore che può far compiere il classico salto di qualità ad una squadra già fortissima e dagli addetti ai lavori additata come la migliore per espressione di gioco. Casoli, come dichiarato dallo stesso mister, entrerà in una sana competizione con i calciatori. A differenza di Bianchimano, però, conosce già i dettami dell’allenatore. Il giocatore, in viaggio, ha dichiarato: << Sono davvero felice per aver concretizzato la possibilità di venire a Catanzaro, che si era già prospettata la scorsa estate ed era poi sfumata per varie vicissitudini. Conosco bene mister Auteri, con cui ho lavorato insieme per due anni a Matera, e conosco il suo modo di giocare. L’opportunità di tornare a far parte del suo gruppo è stata determinante nella mia scelta di venire a Catanzaro, così come la garanzia di una società seria e solida, che vuole fare le cose bene e raggiungere obiettivi importanti”. Così il centrocampista Giacomo Casoli, in viaggio alla volta di Catanzaro, commenta il suo arrivo in giallorosso. Casoli trova un gruppo in lotta per agganciare il vertice della classifica: “La squadra sta andando a mille, io arrivo in punta di piedi e mi metto a disposizione con umiltà e tanta voglia di lavorare. Spero così di far parte di questa cavalcata>>.

DOMANI PREVENDITA BIGLIETTI PER REGGIO SBLOCCATA

Domani mattina ci sarà a Reggio Calabria la riunione del G.O.S.. Al termine dovrebbe essere sbloccata la prevendita dei biglietti riguardante il settore ospite del match del “Granillo”. Probabilmente non ci sarà bisogno della tessera del tifoso. Si attendono successivamente le indicazioni da parte delle forze dell’ordine sul percorso da seguire per i supporters giallorossi.

CAMBIO ORARIO PER TRAPANI-CATANZARO

Trapani-Catanzaro si giocherà alle 14:30 anziché alle 20:30, il 6 febbraio in casa dei granata.

Contro i siciliani mancheranno Statella e Signorini appiedati dal Giudice Sportivo. I calciatori erano diffidati e sono stati ammoniti nel match del “Massimino”.

CINQUE PROMOZIONI IN B

Il Consiglio Federale ha ieri stabilito che la Serie B 2019/2020 sarà a venti squadre. Ciò implica che le promozioni dalla Serie C saranno cinque e non quattro. Oltre alle tre squadre che si arriveranno prime nei rispettivi gironi, si aggiungeranno le vincenti delle due semifinali dei playoff, che a questo punto saranno delle vere e proprie finali. Il Consiglio Federale, ha inoltre, stabilito che le retrocessioni in Serie D saranno sette.

NUOVO SCANDALO IN SERIE C: JUVE STABIA NEI GUAI?

Che fosse la stagione del caos si era capito, ma una nuova tempesta sembra affacciarsi all’orizzonte. Sembra, infatti, che sia giunta al presidente della Figc Gravina, alle sedi delle varie leghe, alla Covisoc, a diverse procure e alle autorità giudiziarie, una lettera in cui un anonimo denuncia tutta una serie di irregolarità amministrative portate avanti da alcuni club di Serie C. Da quando si apprende dai documenti pubblicati sull’account Twitter del giornalista catanese Vagliasindi, una delle compagini coinvolte è sicuramente la Juve Stabia, capolista indiscussa del Girone C.

Fonte: Twitter Vagliasindi

Fonte: Twitter Vagliasindi

A proposito dell’autore

Ferdinando Capicotto

Ferdinando Capicotto

10 Commenti

  • Pensiamo a macinare gioco e a vincere il più possibile. Delle lettere anonime non sappiamo cosa farcene. Siamo a -12 e dobbiamo recuperare. Concentrati e determinati. Non lasciamoci distrarre dai pizzino. Forza Catanzaroooo!!!!

  • D’accordo: si vince sul campo. Giusto pensare solo al prosieguo del campionato.
    Ma non mi meraviglierei se la “lettera anonima” contenesse elementi di veridicità.

  • Difficilissima trasferta quella di Reggio, con un clima creato ad arte per spingere le ambizioni della squadra locale e la campagna abbonamenti riaperta dal nuovo presidente. Non aggiungerei altro, se non che la “lettera scarlatta” è l’ultima trovata di questo romanzo da quattro soldi che è diventata la serie C. Confido in un’inversione di tendenza anche perché, come si evince dai precedenti commenti degli amici giallorossi, a Catanzaro amiamo le buone letture.

    • Assolutamente, la penso come te. E mi pare che i tifosi di sponda giallorossa stiano dando prova di maturità ed equilibrio. Perdere la testa o caricare di eccessiva tensione l’evento non può che andare a svantaggio dei nostri. Sarà una bella e durissima gara. Forza ragazzi, non mancherà il sostegno.

  • ragazzi speriamo che anche a reggio la nosta squadra dia una lezione di calcio e di maturità nonchè di classe pura cosa che, a mio avviso i reggini hanno perso anche con quella dichiarazione scellerata dell’assessore comunale…

  • L’episodio è stato chiarito: si è trattato di un atto di pirateria informatica ai danni di un noto assessore di 69 anni; diversamente il sindaco (veramente al di sopra di ogni sospetto, come risulta da comportamenti ben conosciuti a livello nazionale) gli avrebbe subito tolto le deleghe alla Polizia municipale ed alla Sicurezza urbana (deleghe assimilabili, nel contesto cittadino, alle funzione del Ministro dell’Interno).
    Se poi qualcuno, maliziosamente, mi ricordasse che: “voce dal sen fuggita, più richiamar non vale….”, allora mi avvarrei del noto broccardo: “errare humanum, perseverare autem diabolicum”.

Lascia un commento