Le pagelle

Le pagelle di Catanzaro-Paganese 4-1

Giannone
Matteo Pirritano
Scritto da Matteo Pirritano

Le pagelle di Catanzaro-Paganese. Buon esordio di Casoli. Gran prova di Giannone; per D’Ursi i primi gol al “Ceravolo”

Altre quattro reti del Catanzaro che spazzano via la Paganese e portano i ragazzi di Auteri sempre più in alto in classifica. La apre Giannone, raddoppia Eklu, la chiude D’Ursi con due gol. Furlan decisivo. Impeccabile Statella. Il migliore è D’Ursi. Nonostante le sette partite in 21 giorni e qualche defezione i giallorossi arrivano con il morale a mille per il big match in programma mercoledì sera in casa della capolista.

Furlan – Due parate fondamentali sul punteggio di due a uno per i suoi e determinanti per tenere il Catanzaro davanti. Voto 7 

Celiento – La solita prestazione concreta del 5 giallorosso. Nella ripresa la Paganese attacca di più nella sua zona ma non passa. Voto 6

dall’ 80º Lamesv 

Signorini – Rimane la prima alternativa nel pacchetto arretrato. A Reggio gioca al posto di Riggio, contro la Paganese Auteri lo piazza al centro. Attento, tiene botta alla fisicità di Parigi, per circa un’ora di gioco prima di lasciare il posto a Figliomeni. Voto 6 

dal 57º Figliomeni – Auteri lo risparmia dall’inizio. Gioca l’ultima mezz’ora in vista della sfida del “Menti”. Ammonito nel finale. Voto 6

Nicoletti – Il migliore della linea difensiva. Gioca con personalità, proponendosi sia palla al piede che negli spazi, nella metà campo avversaria. Trova anche il gol del 2-0 ma gli viene annullato per un dubbio fuorigioco. Voto 6.5

Statella – I suoi strappi sono letali. Vedere i primi due gol per averne comferma. Si perde Acampora sul gol ospite. Gioca gli ultimi 20’ da esterno alto alla ricerca del gol personale. Non la prende bene quando, dopo l’ennesimo scatto di 50 metri, tutto solo in area avversaria viene ignorato dai compagni d’attacco. Voto 7

Maita – Partita senza sbavature per il regista, motore del gioco giallorosso. Gli altri ruotano  a centrocampo ma Auteri al capitano non rinucia mai. Voto 7

Eklu – Inserimento senza palla controllo all’interno dell’area di rigore ed un diagonale perfetto che porta le aquile sul due a zero. Nel gol realizzato ci sono tutte le qualità del 16 giallorosso che lascia il campo alla fine del primo tempo per far spazio a De Risio. Voto 6.5 

dal 45º De Risio – Entra bene in partita vincendo tutti i contrasti in mediana. Deciso. Voto 6

Favalli – Ancora in campo. Lui non riposa mai. Prestazione senza errori sulla corsia di sinistra. Nella ripresa va vicino al suo primo gol in giallorosso. Voto 6 

Giannone – Come all’andata la sblocca lui. Chirurgico il sinistro dall’interno dell’area di rigore su cui Santopadre non può arrivare. Dinamico, tocca tanti palloni cucendo il gioco tra i reparti. Lascia il campo a venti minuti dalla fine per Posocco. Voto 7 

dal 70º Posocco – Ormai sa bene qual è il suo compito tattico. Nelle ultime settimane Auteri lo ha sempre coinvolto nelle rotazioni e lui ha risposto facendosi sempre trvare pronto. Voto 6 

Ciccone – Si mette come sempre al servizio della squadra. La gioia del gol, che manca da metà novembre, si stampa sul palo all’inizio della ripresa. Sfortunato. Lascia il campo dopo un’ora per lasciar spazio a D’Ursi. Voto 6

dal 57º D’Ursi – Entra nella ripresa e nel giro di due minuti chiude la gara con una doppietta che lo porta a quota nove e classifica marcatori fa espellere il capitano della Paganese. Come al solito devastante. Voto 7.5

Casoli – Debutto positivo dal primo minuto per l’ex Gubbio. In grado di ricoprire più ruoli e zone del campo, buona l’intesa sin da subito con i suoi nuovi compagni. Jolly. Voto 6.5 

Auteri –  La settima partita in venti giorni. Bravo a gestire in questo avvio di 2019 le energie fisiche e mentali dei suoi. Da fiducia a Giannone, lancia Casoli dal primo minuto. Nella ripresa inserisce un titolare per reparto, mettendo in cassaforte il risultato. Voto 7 

A proposito dell’autore

Matteo Pirritano

Matteo Pirritano

5 Commenti

  • Questo Catanzaro è calcio puro, mai visto al Ceravolo un simile spettacolo: un grazie a tutte le componenti della squadra.
    Tornando indietro nel tempo (quando lo stadio si chiamava Militare e, poi, Comunale), una squadra simile a quella attuale è stata quella allenata dal signor Pace con elementi di livello nazionale.
    Quanto sarebbe bello se anche il pubblico tornasse lo stesso di allora.

  • Sono ottimista. Più è rovente e ostile l’ambiente e più i ragazzi tirano fuori gli attributi. Sono Aquile vere. Forza Catanzaro Forza Aquile.

  • Furlan 9, senza di lui avremmo rischiato di pareggiare, 3 parate fantastiche e poi non ha sbagliato proprio nulla.
    Forse il nostro miglior acquisto

Lascia un commento