Catanzaro News Le pagelle

Picerno-Catanzaro 0-0: le pagelle

Redazione
Scritto da Redazione

Fazio un muro; Cianci e Vazquez sprecano

Finisce in parità e senza reti la prima sfida nella storia del Catanzaro, in trasferta, contro il Picerno, anche se la gara si è giocata sul neutro di Potenza. Di seguito le pagelle dei giallorossi.

BRANDUANI – Deve intervenire soltanto su una punizione di Pitarresi calciata da 40 metri. Il portiere non si è lasciato beffare. VOTO 6

SCOGNAMILLO – La prima da titolare quest’anno dopo la squalifica scontata all’esordio delle Aquile. Nessun pericolo dalle sue parti. VOTO 6

FAZIO – Un muro. Reginaldo e Gerardi completamente annullati. VOTO 7

MARTINELLI – Ingiudicabile la fase difensiva, in quanto il Picerno decide dal primo minuto di difendere lo 0-0. Qualche leziosità di troppo e qualche palla buttata in avanti alla cieca. VOTO 5.75

ROLANDO – La squadra gioca di più sulla sinistra non esaltando le sue doti. Ciononostante si ritaglia lo spazio per due cross dai quali nascono altrettanti pericoli per la difesa avversaria. VOTO 6

VERNA  – Bene in fase di interdizione, male in fase di possesso. VOTO 5.75

CINELLI – Fuori dal gioco. Non riesce ad imporsi in nessun modo, oscurato dalla marcatura di Vivacqua, quasi a uomo. VOTO 5,5

VANDEPUTTE – Ci prova il belga a scardinare la difesa lucana con i suoi movimenti tra le linee, ma poca concretezza come dimostra la palla buttata al 94′ da buona posizione. VOTO 5.75

PORCINO – Si fa vedere spesso in fase offensiva ma non salta mai l’uomo e alle volte si perde rientrando sul piede debole. Gara comunque sufficiente. VOTO 6

CARLINI – Due assist per Vazquez e Cianci non sfruttati ed una conclusione di testa parata da Albertazzi. Il conte prova ad accendere la luce in una serata non fortunata nella quale rimane spesso imbrigliato fra le linee dalla retroguardia avversaria che chiude tutti gli spazi. VOTO 6,25

VAZQUEZ – Due conclusioni di testa che potevano e dovevano essere sfruttate meglio. VOTO 5,75

BOMBAGI – Una punizione nel finale respinta dal portiere di casa. Deve integrarsi nei movimenti richiesti. VOTO 5.75

CIANCI – Entra e intraprende una ‘guerra’ fisica con i due centrali lucani. Le dà e le prende. Spreca una buona occasione con il piede debole sparando su Albertazzi e ci prova con una punizione tirata alta. VOTO 5.75

BEARZOTTI – SENZA VOTO

RISOLO – SENZA VOTO

MISTER CALABRO – Il tecnico cambia solo un elemento rispetto alla gara vincente con il Francavilla, ovvero inserendo Scognamillo che rientra dalla squalifica per Gatti, mettendo capitan Martinelli sul centro-sinistra. I suoi vogliono vincere la partita dall’inizio, ma complice un terreno non ideale – come riferito dal mister nel post-partita – il possesso palla è troppo lento. Le Aquile creano due palle gol nitide con Albertazzi che chiude la porta. Nella ripresa, Calabro tenta di cambiare la partita, modificando modulo e passando al 4-2-3-1. Subentra un po’ di confusione nell’allenatore giallorosso che non ha uomini con caratteristiche per questo tipo di modulo, in quanto, non ci sono vere e proprie ali ma solo trequartisti. Inoltre, il tecnico pugliese modifica più volte di posizione i tre dietro l’unica punta (magari era la partita per fare giocare Cianci-Vazquez insieme, anziché effettuare la staffetta, ma sono solo ipotesi). Carlini si sposta dal centro, a sinistra e poi a destra; Bombagi girovaga tra le linee senza trovare la posizione; Vandeputte viene mandato da sinistra a destra, senza molto ordine. VOTO 5,5

Autore

Redazione

Redazione

Dal 2002 il portale più letto e amato dai tifosi giallorossi del Catanzaro

4 Commenti

  • Il Mister ha fatto bene tutto quello che ha fatto se poi la squadra avversaria si e ‘chiusa nella propria meta’ campo per non farti giocare bloccando , in un campo dalle dimensioni non regolamentari , i ns giocatori piu’ pericolosi dobbiamo dare merito al Mister del Picerno e al loro portiere per aver azzeccato la partita.
    Per quanto riguarda i nostri e’ egoistico pensare alle seconda giornata che tutto puo’ andare liscio e lineare .Io ho visto una squadra tenere palla per tutta la partita e concedere poco all’avversario e poi questo tipo di partite le vinci con l’acuto del singolo che in questo momento iniziale della stagione non e’ facile trovare . Alle prossime avremo risposte piu’ precise . Abbiate un po di pazienza .

    • Freccia scusami, ma guardati, se puoi, anche altre partite, anche quelle di squadre più scarse. Poi ne riparliamo. Il Catanzaro andrà in B perché è uno squadrone e potenzialmente sono calciatori di prima scelta, ma occorre OSARE per vincere, non palleggiare per 60 minuti tra Fazio Martinelli e Scognamillo, dando tutto il tempo al Picerno di piazzarsi, rilassarsi, prendere un caffè e tornare in campo. Il pallone deve girare più velocemente altrimenti non si riesce ad aggirare difese di 8-9 elementi. Troppe azioni scontate e prevedibili.

  • OGGI E’ MOLTO TRISTE CONSTATARE CHE CINELLI PRESENTATO IN POMPA MAGNA VALE MENO DI RISOLO , CHE NESSUNO MI HA DATO RETTA PER CIANCI QUANDO SCRISSI CHE NON VALEVA TUTTI QUEI SOLDI E CHE ASSECONDIAMO ARBITRI DA IMPICCAGIONE CHE FAVORISCONO CHI FA SCENEGGIATE BUTTANDOSI SEMPRE A TERRA PER SPEZZARCI IL RITMO E NOI RESTITUIAMO PALLA , BASTA ! FACCIAMOCI FURBI ALMENO IN QUESTO . MISTER , SPERO TU SIA ALL’ALTEZZA , MA DI NON BUTTARE FUORI LA PALLA E NON RESTITUIRLA A CHI CI SBEFFEGGIA ALMENO IN QUESTO PUOI IMPARTIRE DIRETTIVE VERO ? SE NON SALIREMO SI VEDRA’ MA INTANTO VOGLIO VEDERE GIOCATORI CON I COGLIONI E NON MAMMOLETTE .

Scrivi un commento