Catanzaro News La Striscia

Post Reggina-Catanzaro: squalificati Bianchimano e Martinelli

Ripresa degli allenamenti. Urso starà ancora fermo. Maita sui social: “Soddisfatto della mia squadra”

Sono giunte le sanzioni del Giudice Sportivo dopo la nona giornata di Serie C. In casa Catanzaro sono due gli squalificati che salteranno il match contro il Potenza capolista. Oltre a Martinelli espulso in seguito al doppio giallo, anche Andrea Bianchimano ha rimediato il cartellino rosso, ma a fine gara. Si legge, infatti, nella delibera del Giudice Sportivo che al rientro negli spogliatoi al termine della gara rivolgeva frasi e gesti osceni nei confronti di tifosi della squadra avversaria. Mister Auteri, quindi, dovrà trovare una soluzione per capire chi dovrà sostituire l’attaccante che, ormai, sembrava essersi impadronito del posto da titolare al centro del reparto offensivo. Il tecnico ha ricevuto il suo secondo giallo, dopo quello rimediato con la Virtus Francavilla.

Sanzioni anche in casa Reggina, oltre al turno di squalifica per l’espulso De Rose. Sono stati inibiti tre dirigenti: Massimo Taibi e Matteo Patti fino al 3 dicembre, Andrea Gianni fino al 25 ottobre.

Per quanto riguarda Patti – che ha vestito la maglia del Catanzaro da gennaio 2016 a giugno 2017, indossando pure la fascia da capitano – al rientro negli spogliatoi al termine del primo tempo, sferrava un calcio a un tesserato della squadra avversaria (il tecnico in seconda Cassia). Indenne il presidente Gallo – protagonista a fine gara del brutto episodio della maglia offensiva rivolta ai giallorossi – ma non la Reggina. Il Giudice Sportivo ha comminato un’ammenda di 7500 euro perché propri sostenitori, numerose volte durante la gara, intonavano cori di discriminazione territoriale nei confronti della squadra avversaria, approvati con applausi; gli stessi venivano ripetuti anche dopo gli annunci dissuasori dello speaker; perché persona non identificata ma riconducibile alla società proferiva frasi offensive nei confronti degli avversari.

RIPRESA DEGLI ALLENAMENTI

Dopo due giorni di riposo, le aquile si sono ritrovate questo pomeriggio al “Gullì” per una sessione d’allenamento a porte aperte. Davanti a qualche tifoso, la squadra ha sostenuto i soliti esercizi del martedì. Assente il lituano Adamonis, impegnato con la nazionale ed Urso. Il centrocampista dovrebbe stare ancora fermo. Da valutare, invece, Carlo De Risio. Questa settimana servirà a capire se il 19 giallorosso potrà essere a disposizione per il match con il Potenza.  Da segnalare una piccola botta al costato per Favalli.

DOMENICA ARRIVA LA CAPOLISTA

Mattia MaitaIl Catanzaro è atteso da tre partite in sette giorni. Domenica al “Ceravolo” giungerà la capolista Potenza dell’ex Iuliano e di Murano. I lucani sono la migliore difesa del campionato con appena due reti incassate ed hanno perso solo a Terni per 1-0. Hanno conquistato il primato, approfittando della sconfitta degli umbri a Bari e battendo il Teramo con una rete al 92’.

Sarà poi la volta della trasferta difficilissima di Bari contro una squadra in netta ripresa e che proverà a conquistare la promozione diretta.

Si chiuderà questo tour de force con il Rende, nella prima delle due sfide consecutive che verranno giocate al “Ceravolo”. Poi sarà la volta, infatti, all’Avellino.

Si ha la sensazione che queste partite potranno essere molto significative per il futuro dei giallorossi.

Il capitano Mattia Maita si fa sentire sul social Instagram: “Soddisfatto della mia squadra! Di chi c’era e chi non c’era Siamo un grande gruppo ed una grande squadra. Testa alla prossima”.

A proposito dell’autore

Ferdinando Capicotto

Ferdinando Capicotto

17 Commenti

  • I REGGINI ZINGARI CHE HANNO PRESO I NOSTRI A CALCI NELL’INTERVALLO SONO STATI GRAZIATI ,COSI’ COME I GIOCATORI CHE HANNO ACCERCHIATO IL PAGLIACCIO . PER NON PARLARE DI QUEL RIFIUTO CACATO DA QUESTA SOCIETA’ DI MERDA CHE ABBIAMO IN QUESTA ITALIA DI MERDA CON QUELLA MAGLIETTA COLOR MERDA .

  • DIMENTICAVO IL PAGLIACCIO DI MERDA INVECE , TANTO PER NON FARSI MANCARE NULLA , CI HA FATTO SQUALIFICARE PURE BIANCHIMANO . LURIDO VORREI CHE VEDERTI MORTO DOPO ATROCI SOFFERENZE .

  • Gente mafiosa x cultura e tradizione centenaria tutti da 41bis donne vecchi e anche minorenni .. hanno il male affare nelle ossa e nel sangue .. non ci si può neanche parlare con questi che si sentono Gesù in croce dall’altro sei cieli come avete potuto tutti notare , appartengono ad un mondo tutto loro e ne vanno fieri ed orgogliosi.. gente da cartello Columbiano.. ma di che stiamo parlando!?.. lol che nostalgia del San Vito..

  • Vorrei dire al nostro caro presidente di farsi sentire in lega battendo i pugni sul tavolo non è possibile che sistematicamente ci accolgano questi sbarbatelli di arbitri che non riescono a reggere queste partite . In lega c’è qualcosa che non funziona a lui era stata data una pesante squalifica poi ritirata per aver chiesto spiegazioni all’arbitro a loro niente come mai?in questa italia le persone oneste pagano le conseguenze e i delinquenti restano impuniti.

  • A mio avviso la Questura di Reggio Calabria dovrebbe adottare un provvedimento DASPO nei confronti del sig. Gallo perché quanto riportato sulla maglietta è incitamento alla violenza e discriminazione nei confronti dei tifosi ospiti. A “Genni ‘a carogna” è stato dato per la maglietta “Speziale Libero”. Vergogna vergogna vergogna….

  • A RIGGIU “ KISTI SITI”: Un panetto di cocaina di oltre un chilo, con impressi alcuni simboli massonici (una squadretta, un occhio ed un compasso), sul significato dei quali sono in corso ulteriori indagini, insieme a due chili e mezzo di esplosivo, 14 tra mitragliatrici, fucili e pistole e 500 cartucce: é quanto hanno scoperto, nel corso di un’operazione denominata “Bunker”, i militari del Comando provinciale di Reggio Calabria della Guardia di finanza.

    Il materiale é stato trovato in un garage nel centro della città nella disponibilità di un 31enne, G.D., che é stato arrestato e condotto in carcere. L’arrestato é l’affittuario del garage in cui sono stati trovati il panetto di cocaina, l’esplosivo, e le armi, mentre il proprietario del locale é risultato estraneo ai fatti. In particolare, nel garage, ubicato in un complesso condominiale, erano occultati, insieme alla cocaina ed all’esplosivo, due pistole mitragliatrici, sei fucili da caccia, un fucile a canne mozze, quattro pistole semiautomatiche ed una a tamburo.

    Fonte ANSA

  • Ciao a tutti, dovrei essere arrabbiato leggendo che Bianchimano e Martinelli sono squalificati, ma come avrete letto nei giorni scorsi da un mio commento, sinceramente aspettavo solo questo. Spero sia un segno del destino e che finalmente da domenica vedremo in campo la punta più forte che abbiamo in rosa, ovvero mister Calì. Dopo 9 turni i signori Nicastro e Bianchimano credo abbiano avuto abbondantemente le loro occasioni. È ora di cambiare…un ventunenne che chiacchiera senza senso prima del derby di Calabria e che si fa espellere a fine partita facendo gesti come i dilettanti, non lo reputo degno di indossare la maglia giallorossa. Vogliamo professionisti che pensino solo al campo e dimostrino lì il loro valore. Anche il sig. Martinelli che alla sua età e con la sua esperienza riporta la parità numerica in campo nel momento più delicato del derby…basta con ste cose. Facciamo i calciatori e gli uomini. Forza Aquile!

  • A mente fredda una precisazione la scritta che aveva Gallo sulla maglietta Lavati i piedi e va curcuti non è altro che dire fatto il tuo dovere il tuo lavoro lavati e rilassati quindi può essere indirizzato a chiunque anche agli stessi giocatori reggini

Lascia un commento