Numeri Giallorossi

Potenza-Catanzaro 2-0: le statistiche

I giallorossi non hanno effettuato nessun tiro porta

Se il Catanzaro a Francavilla è stato disastroso, quello visto a Potenza non è stato da meno. La sconfitta di Potenza per 2-0 (stesso punteggio dell’andata) è la terza di otto giorni devastanti per le aquile: 0 gol fatti (325 minuti senza segnare) 8 subiti, sesto posto perso ma soprattutto la consapevolezza che probabilmente servirà un miracolo sportivo per rendere questa stagione da ricordare in senso positivo.

Se i giallorossi dopo la vittoria di Rieti erano vicini a raggiungere il quinto posto proprio del Potenza, in seguito alla sconfitta in Basilicata occorre seriamente guardarsi dietro e con una difficile partita come quella contro il Bari al “Ceravolo”. I galletti scenderanno in Calabria per giocarsi le ultime carte per raggiungere la Reggina in testa.

LE STATISTICHE

Partita dai numeri catastrofici per le aquile. I tiri totali (compreso il rigore per il Potenza) recitano 10-1 per i padroni di casa. L’unica “conclusione” dei giallorossi è da registrare nel primo tempo quando, Carlini, ha anticipato tutti sugli sviluppi di un corner, mandando la sfera sul fondo. Il Catanzaro non ha effettuato un tiro in porta e questo dato la dice tutta sulla partita degli uomini di mister Auteri. Sono, invece, cinque le conclusioni nello specchio della porta dei rossoblu, quattro dentro l’area di rigore.

4-9 i traversoni per l’US. Tutti i cross del Potenza sono stati effettuati dalla destra; cinque dei giallorossi dalla destra, quattro dall’out mancino (di cui uno rasoterra), ma tutti preda della difesa interna meno battuta del girone.

Il signor Zufferli ha fischiato ben 28 calci di punizione al Potenza, 11 a Corapi e compagni. Da un calcio piazzato di Emerson è nato il vantaggio di Giosa. Lo stesso Emerson ci ha provato direttamente in un paio di circostanze senza esito. I rossoblu hanno usufruito anche di un calcio di rigore, il secondo consecutivo fischiato ai danni delle aquile in trasferta dopo quello di Francavilla. Se in questa circostanza il fallo di mano (netto) è stato commesso da Celiento, sempre con Zufferli nel corso di Catanzaro-Juve Stabia fu di Riggio (poi espulso). Zufferli non vide, però, il clamoroso tocco con il braccio di Allevi dopo 45 secondi contro le vespe.

Il conto dei corner è stato di 5-2 per i padroni di casa.

Un giallo estratto al Potenza, tre ai giallorossi che non sono mai finiti in fuorigioco. Quattro offsides fischiati ai rossoblu.

Nessun rosso estratto nella partita.

A proposito dell’autore

Ferdinando Capicotto

Ferdinando Capicotto

3 Commenti

  • LO AVEVO SCRITTO CHE QUESTO ” ARBITRO ” , SI FA PER DIRE, CI AVREBBE FORTEMENTE DANNEGGIATO , MA NESSUNO DELLA SOCIETA’ SI FA SENTIRE . SIAMO LA SQUADRA PIU’ DANNEGGIATA DA QUESTI BASTARDI DI TUTTO IL PANORAMA CALCISTICO . PROPRIO COSI’ LA MANO DI ALLEVI LO SCORSO ANNO A CASTELLAMARE IL GRANDISSIMO BASTARDO HA FATTO FINTA DI NON VEDERLA .

  • Ferdinando Capicotto scusami ma voi giornalisti sportivi dovete coniugare un nuovo termine che riguarda il Catanzaro: NO TIRO IN PORTA , ma TIRI VERSO LA PORTA zero!!!!
    Capite bene la differenza.

Lascia un commento