Numeri Giallorossi

Reggina-Catanzaro 1-0: le statistiche

6-2 i tiri in porta per gli amaranto; stesso conto dei corner

La Reggina si aggiudica il derby numero 57 contro il Catanzaro e si porta complessivamente sul 21-19 come successi ottenuti in campionato. Decide una rete di Corazza all’87’, quando la gara sembrava avviata a terminare sullo 0-0. Ha vinto la compagine che ci ha creduto di più, specie con i messaggi lanciati nelle sostituzioni. E’ chiaro che se una compagine inserisce Denis, decidendo di giocare con due punte più Bellomo e Sounas, mentre l’altra toglie un fantasista come Giannone – entrato da un quarto d’ora – per un difensore, le intenzioni sono chiare e di solito premiano chi vuole andarsi a prendere i 3 punti.

LE STATISTICHE

Gli amaranto hanno concluso di più 14-11. Il dato si snocciola in 6-5 tentativi fuori da fuori area; 8-6 dentro l’area di rigore.

I tiri in porta dicono ancora Reggina, 6-2. I padroni di casa ne hanno effettuati 2 da fuori area, mentre il Catanzaro nessuno; in area di rigore il computo è di 4-2.

Anche il dato dei cross effettuati è in favore degli uomini di mister Toscano, 13-5. 6-1 i traversoni dalla destra; 7-4 dalla sinistra. Su un cross dall’out mancino è arrivato il gol di Corazza. 3-2 il contro dei cross bassi per la Reggina. Gli amaranto ne hanno effettuati uno dalla destra e 2 dalla sinistra; i giallorossi entrambi dal lato mancino.

6-2 il conto dei corner; 23-20 quello delle punizioni. Un solo calcio piazzato pericoloso, ad opera di Bellomo dal limite dell’area che si è infranto sulla barriera. Nell’occasione la prima ammonizione di Martinelli.

3 i gialli estratti ai calciatori della Reggina, di cui due a De Rose con conseguente espulsione. 6 i gialli, invece, alle aquile, 2 rimediati da Martinelli espulso. Il conto è quindi di un rosso a testa.

Per la prima volta in questo campionato il Catanzaro è rimasto in dieci ed anche la squadra avversaria ha subito un’espulsione.

Tre gli offsides per squadra. Nessun calcio di rigore.

A proposito dell’autore

Ferdinando Capicotto

Ferdinando Capicotto

4 Commenti

Lascia un commento