Numeri Giallorossi

Rieti-Catanzaro 1-4: le statistiche

8 tiri in porta dei giallorossi: 4 gol, 2 legni e 2 parate di Merelli. Un solo corner battuto dall’US. Secondo rosso stagionale per Martinelli

Il Catanzaro cala nuovamente il poker. Terzo successo consecutivo delle aquile, il secondo esterno ed il primo contro il Rieti in trasferta dopo due sconfitte (nel 1947 e 2019). Con 39 reti ed in attesa degli incontri della domenica, le aquile sono il terzo miglior attacco del girone. La cura Auteri sta portando i suoi effetti. Troppo Catanzaro per un Rieti volenteroso ma tecnicamente inferiore alle aquile.

LE STATISTICHE

Partita durata sostanzialmente 18 minuti, il tempo necessario a Tulli per rubare la sfera a Celli in uscita e scaraventare un destro sotto l’incrocio.

Il Catanzaro ha tirato complessivamente di più 14-9. Ben 10 le conclusioni dei giallorossi in area di rigore contro le 5 dei padroni di casa. 4 tentativi a testa da fuori area.

Addirittura 8 tiri in porta delle aquile che, oltre ai due gol realizzati, hanno centrato due legni con Carlini e Giannone. Clamorosa l’occasione capitata a Bianchimano che ha tirato addosso a Merelli. Di queste, ben 7 sono giunte in area di rigore. 3, invece, i le conclusioni nello specchio del Rieti, di cui solo due in area di rigore.

4-15 i cross. Tutti dalla destra quelli dei laziali; 9 dalla destra e 6 dall’out mancino dei giallorossi. Pericoloso Casoli, autore di un assist per Di Piazza, mentre Carlini ha centrato la traversa. Molte volte ribattuti i cross di Contessa.

Conto delle punizioni in favore del Rieti: 18-7. Un calcio piazzato pericoloso, di Russo, nella ripresa che è finito di poco fuori.

Il Catanzaro ha battuto un solo calcio d’angolo (al 93′), contro i 5 degli amaranto celesti. Sono nate 2 chance da rete per i padroni di casa con un colpo di testa finito alto ed una conclusione di Zanchi a lato.

Nessun giallo in un match molto corretto, ma un rosso diretto (molto dubbio) a Martinelli al 77′. È  la seconda esplusione per il difensore in campionato dopo quella di Reggio Calabria. 5 offsides a testa. Il direttore di gara non ha decretato nessun calcio di rigore.

A proposito dell’autore

Ferdinando Capicotto

Ferdinando Capicotto

15 Commenti

Lascia un commento