Sovraffollamento carceri in Calabria: 3200 detenuti per 1900 posti

”La Calabria e’ la Regione d’Italia nella quale sono detenute complessivamente oltre 3.200 persone mentre la capienza regolamentare nei 12 penitenziari regionali non raggiunge i 1.900 posti”. A sostenerlo e’ Donato Capece, segretario generale del Sappe (Sindacato autonomo polizia penitenziaria), che in questi giorni e’ in Calabria con il segretario generale aggiunto Giovanni Battista Durante in visita nei penitenziari di Catanzaro, Laureana di Borrello e Reggio Calabria, citta’ nella quale venerdi’ interverra’ come relatore ad un convegno su giustizia, carcere e tossicodipendenza. ”Questo pesante sovraffollamento – ha aggiunto Capece – fa fare ogni giorno alle donne e agli uomini della polizia penitenziaria i salti mortali per garantire la sicurezza. La mia presenza qui vuole essere testimonianza di vicinanza del primo sindacato della polizia penitenziaria ai disagi dei colleghi della Calabria”. ”L’emergenza sovraffollamento in Calabria – ha proseguito – ha raggiunto cifre allarmanti. Fino ad oggi la drammatica situazione e’ stata contenuta principalmente grazie al senso di responsabilita’, allo spirito di sacrificio ed alla grande professionalita’ del Corpo di polizia penitenziaria. Ma queste sono condizioni di logoramento che perdurano da mesi e continueranno a pesare sulle donne e gli uomini della polizia penitenziaria in servizio negli istituti di pena della Calabria per molti mesi ancora se non la si smette di nascondere la testa sotto la sabbia. Quanto si pensa possano resistere gli appartenenti alla polizia penitenziaria, che sono costrette a trascurare le proprie famiglie per garantire turni massacranti con straordinari talvolta nemmeno pagati, salvando la vita ai detenuti che tentano ogni giorno di suicidarsi in carcere o che reagiscono con l’aggressivita’ nei confronti dei baschi azzurri al crescente sovraffollamento?”.(ANSA).

Autore

Avatar

Salvatore Ferragina

Scrivi un commento