Dalla Redazione

Undici immigrati, orgoglio di Catanzaro

Un documentario di Gianni Amelio del 1967, rimandato in onda dalla Rai, ci spiega il legame viscerale tra la città e la sua squadra in un contesto sociale difficile

Un pezzo di storia della nostra città e del nostro Catanzaro. Il cortometraggio televisivo di Gianni Amelio “Undici Immigrati”, trasmesso dalla Rai il 13 novembre 1967 per la rubrica Sprint, e rimandato in onda ieri. Uno spaccato sociale della Catanzaro anni ’60, un’occasione per capire il legame viscerale tra la città e la sua squadra di calcio, attraverso i volti e le parole dei protagonisti di quei giorni. Ciò che appare subito chiaro è la differenza che corre tra i giocatori di allora e quelli di oggi. L’animo di chi arrivava a Catanzaro come in una terra lontanissima e sconosciuta, le difficoltà di ambientamento annullate dal calore e dalla passione dei catanzaresi. E poi c’è anche una solita considerazione che rende purtroppo le stagioni delle nostra città (ma sarebbe più corretto dire della nostra Regione)tutte un po’ uguali: il calcio vissuto come solitario momento di aggregazione e riscatto. Solo tramite il pallone e undici ragazzi che gli corrono dietro con fortune alterne, il catanzarese riesce a sentirsi tale, parte di una comunità molto più larga di quella che vive tra le mura di casa propria.

Potete vedere il video sulla nostra pagina Facebook o direttamente a questo link.

Fabrizio Scarfone

Autore

Redazione

Redazione

Dal 2002 il portale più letto e amato dai tifosi giallorossi del Catanzaro

Scrivi un commento