Intervistiamo

Dionigi: «Più che sui neroazzurri voglio concentrarmi su di noi» [VIDEO]

Redazione
Scritto da Redazione
Il tecnico in conferenza stampa alla vigilia della gara contro il Bisceglie fa un bilancio dell’ultimo periodo e dei movimenti di mercato
 
 
 

Il Catanzaro vuole riprendere a vincere. Al “Ceravolo” arriva il Bisceglie con 2 punti di vantaggio sui giallorossi. Mister Dionigi ha parlato in conferenza stampa alla vigilia dell’incontro con i pugliesi.

Ads336x280

Il tecnico ha commentato così la partita che attende l’US: «Loro sono una squadra difficile, forse la migliore con giovani in rosa. Ma più che soffermarmi sui neroazzurri voglio concentrarmi su di noi. Voglio che ritorniamo ad essere gli stessi sino alla gara con la Paganese, come temperamento, aggressività e gioco. Abbiamo la possibilità di avere l’attacco intero a disposizione con l’aggiunta di Corado.

C’è stato – continua il mister – un momento nel quale eravamo anche in posizioni importanti, ma ci mancavano calciatori forti ed abbiamo dovuto giocare ad esempio con il giovane Kanis centravanti».

L’allenatore non si è sbilanciato molto sul modulo se continuare con tre calciatori in mezzo al campo, oppure passare a due per mettere in risalto l’attacco.

Le aquile hanno tutte le carte in regola per effettuare una buona seconda parte di campionato. «Ora le sfide contano di più. Andrebbero analizzate le attenuanti della flessione avuta dopo la Paganese, ma abbiamo sbagliato solamente il primo tempo con la Reggina. C’è sicuramente la base per costruire qualcosa di importante. Ci manca solo la continuità, ma siamo sulla buona strada»

Il tecnico ha approfondito in particolare la questione mercato: «Sono soddisfatto perché abbiamo effettuato degli acquisti secondo le mie indicazioni e funzionali al mio modo di giocare.

La rosa, naturalmente, non era stata allestita per me. Cercavamo giocatori che avessero un minutaggio importante nelle precedenti compagini ed abbiamo puntato molto sulle motivazioni. Sono un allenatore che non ha mai guardato il nome, ma anzi anche qui ho lanciato diversi giovani. De Giorgi e Sepe possono essere impiegati sia come interni nella difesa a tre, che come terzini o esterni di centrocampo. Cason è un difensore roccioso che può essere schierato su entrambe le fasce. Badje può essere una piacevole sorpresa. Ha corsa, qualità e tecnica. Deve solo ambientarsi sotto l’aspetto tattico. Mi ricorda Marin. Corado, invece, l’ho visto a Caserta. Rispecchia quel tipo di centravanti che volevo e può giocare anche con Infantino. Con Cianci erano quei calciatori offensivi sui quali avevo interesse».

Infine qualche parola anche su Marin che sarà assente dopo l’espulsione con la Juve Stabia. «È giovane. Va fatta una tirata d’orecchie, ma è seriamente pentito ed alla fine della partita era in lacrime. Però è anche vero che andava tolto dal campo anche Canotto».

Ferdinando Capicotto

Ads336x280

 

 

A proposito dell’autore

Redazione

Redazione

Dal 2002 il portale più letto e amato dai tifosi giallorossi del Catanzaro

5 Commenti

  • Caspita a sentirlo parlare sembra che con questi 5 innesti abbiamo risolto tutto ….dove cazzo erano prima ???? Faremo una seconda parte migliore ???? Ci puoi scommettere anche perché se la fai peggio saranno cazzi da cagare. …di solito gli attaccanti argentini sono prolifici. ..Batistuta, Balbo ,caniggia, Crespo, higuain, dybala. …ah un certo Bueno anche …che con noi ha fatto 20 goal in credo 40 gare …..mha speriamo che il Matera abbia visto male …a noi capita spesso

  • "Badje può essere una piacevole sorpresa. Ha corsa, qualità e tecnica. Deve solo ambientarsi sotto l’aspetto tattico."<br />
    Ecco, appunto, caro Dionigi, spero che NON SI ADEGUI troppo sotto l’aspetto TATTICO, prima perchè non mi sembra di vedere una grande scena tattica in questa squadra, secondo perchè spesso i talenti naturali dotati di grande (o buona) TECNICA vengono ROVINATI dalla tattica ESASPERATA degli allenatori, che li ingabbia senza riuscire a far esprimere le loro doti migliori. I cavalli di razza devono esprimersi secondo il loro istinto, così fanno le cose migliori.

  • Domani vincere e convincere, se si vince con una botta di culo e come perdere. Finiamola col dire che ogni squadra che incontra il Catanzaro è più forte di noi, che è la squadra che ha più giovani in palla, basta se non sei all’altezza molla. Buona serata

Lascia un commento