Intervistiamo

Mister Erra alla vigilia di Catanzaro-Juve Stabia: «Determinati, con voglia di vincere»

Redazione
Scritto da Redazione
Il tecnico ammette «I giallorossi stanno crescendo e possono divertirsi in questa stagione»

erra

Non si nasconde mister Erra che si definisce ambizioso nella conferenza stampa della vigilia di Catanzaro-Juve Stabia. Il tecnico ammette che i giallorossi stanno crescendo e possono divertirsi in questa stagione.

Ads336x280

L’allenatore delle Aquile è ritornato sulla sconfitta contro la Reggina, il secondo derby perso con gli amaranto in due settimane: «L’ultima partita ci ha amareggiato. Non meritavamo di perdere. Abbiamo preso gol in un momento nel quale avevamo un vantaggio psicologico e fisico. In inferiorità numerica la squadra ha dato segni di vivacità sfiorando il pari».

Ora però è il momento di reagire, voltare pagina e pensare alla Juve Stabia e a tal proposito dichiara: «Abbiamo lavorato bene in settimana e dobbiamo raccogliere i frutti. Sono convinto che saremo cattivi e determinati, con voglia di vincere».

Al “Ceravolo” giungerà un avversario di tutto rispetto come la Juve Stabia: «Hanno le nostre qualità e stanno palesando qualche problema difensivo. Concentriamoci su noi stessi perché possiamo fare bene. Sin qui tra campionato e Coppa abbiamo perso più per demeriti nostri che per meriti degli avversari».

Ancora ci sono dei limiti e bisogna lavorare per eliminarli: «Dobbiamo crescere nella mentalità in fretta».

In particolare i riflettori sono puntati sul reparto arretrato: «Penso sia un discorso di attenzione. Occorre tenere alta la concentrazione, aumentando il minutaggio dei momenti positivi. C’è stato sin qui anche qualche errore individuale».

Il trainer dell’US è positivo e non vuole nascondere le proprie sensazioni: «Siamo in una discreta condizione e stiamo crescendo. Sono ambizioso e credo che saremo capaci di recitare un ruolo da protagonisti in questo torneo. Ci possiamo divertire e siamo tutti nella stessa direzione».

Qualche parola anche sulle due espulsioni dirette in due partite: «Non sono stati a mio avviso, contrasti cattivi. Nell’episodio di Marchetti ho visto due calciatori che hanno fatto un intervento deciso sulla palla».

Il mister si è soffermato anche su alcuni singoli: «La condizione di Sirri va valutata nella rifinitura. Maita è il momento che debba svestire i  panni del giovane e sta recuperando il ritardo accumulato. Nicoletti ha i mezzi per fare bene e la sua condizione sta migliorando. Letizia è molto voglioso di rientrare».

 

 

Ferdinando Capicotto

A proposito dell’autore

Redazione

Redazione

Dal 2002 il portale più letto e amato dai tifosi giallorossi del Catanzaro

22 Commenti

Lascia un commento