Catanzaro News Sala Stampa

Auteri: «Importante non ripetere gli errori fatti» [VIDEO]

Giovanni Sicilia
Scritto da Giovanni Sicilia

Si è svolta oggi nella sala stampa del Ceravolo la consueta conferenza del tecnico di Floridia in vista della sfida casalinga contro la Virtus Francavilla.

Vigilia di ottava giornata della serie C con le parole di mister Auteri al classico appuntamento con i giornalisti.

Ecco le dichiarazioni:

“Abbiamo sicuramente qualcosa da farci perdonare. In queste due sconfitte fuori casa siamo stati diversi tra primo e secondo tempo. Non bene il primo, meglio il secondo tempo ma i tanti errori individuali ci sono costati cari. Abbiamo fatto tutti un esame di coscienza e siamo convinti che non ricapiteranno più certi errori. Anche perché non è normale che in casa siamo in un modo e in trasferta cambiamo volto. Non abbiamo fatto grossi errori, ci siamo persi nei dettagli. Constatata questa situazione, ora bisogna avere la tranquillità e la coscienza che certi discorsi fatti anche dopo Rieti ora vadano applicati. A Monopoli abbiamo fatto una partita diversa. Lì, abbiamo preso il sopravvento con l’avanzare del cronometro e siamo riusciti a segnare. Abbiamo fatto le dovute riflessioni e sappiamo di avere tanto da farci perdonare e di non dover commettere più errori.”

Per quanto riguarda le prossime partite il mister ha dichiarato:

“Credo che il gruppo sia pronto a voltare pagina ed ad andare avanti ma ne ero convinto anche dopo Rieti. Qualcuno fra i meno esperti, e vista l’età della squadra sono in molti, deve imparare dalle sconfitte improvvise a tornare alla realtà. Bisogna acquisire l’umiltà e anche la capacità di saper soffrire con compattezza di squadra. Anche perché i nostri errori sono solo di disattenzione e sempre figli della poca concentrazione. Le qualità per fare bene ci sono, occorre solo capire che gli errori fatti ci devono servire perché non vengano più commessi.
Avremo già da domani la possibilità di rifarci contro una squadra ostica”.

Sulla Virtus Francavilla il tecnico dice:

“Hanno come noi continuato il percorso iniziato lo scorso anno ed hanno giocatori importanti come Perez, Vasquez e Bovo. Questo è confermato anche dagli ultimi risultati positivi della squadra. È una squadra che, come molte nel campionato, ci metterà in grande difficoltà. Noi non ci sentiamo superiori ma sappiamo quale sono le nostre qualità e siamo altrettanto consapevoli di ciò che possiamo fare a patto che rispettiamo quanto detto prima.”

A proposito dell’andamento negativo in trasferta, il mister si sofferma sull’umore del gruppo:

“Spero che l’umore della squadra sia pessimo, come è giusto che sia dopo una sconfitta, ma tranquillo. Il mio atteggiamento dopo Caserta è stato “funereo”. Infatti anche io non sono riuscito subito a staccare. Abbiamo analizzato degli aspetti pessimi del nostro atteggiamento in alcuni frangenti. È essenziale avere serenità per poter esprimere ciò che sappiamo fare in campo.”

Sulle diverse defezioni della rosa:

“Per quanto riguarda gli indisponibili, Urso è un po’ in ritardo perché il problema che ha avuto ne ha allungato i tempi di recupero.Fra i recuperi al meglio c’è sicuramente De Risio, che è stato fermo per poco e non ha perso il ritmo partita. Per Favalli e Statella il discorso è diverso. Statella è fermo da un po’ e veniva già da un problema avuto precedentemente e per questo non è al massimo. Stesso discorso vale anche per Favalli che deve recuperare ancora al meglio la forma. Anche Nicoletti non è stato al meglio e non si è allenato per un paio di giorni. Ma nonostante questo non dobbiamo cercare alibi perché siamo una rosa ampia e abbiamo i cambi per poter fare comunque bene.”

Parlando invece di tattica e dei moduli attuati dal Catanzaro finora:

“Riguardo la scelta degli undici che vanno in campo la domenica, uno dei ruoli principali degli allenatori è dare innanzitutto l’identità di squadra e l’equilibrio che una squadra deve avere. Inoltre deve sfruttare al massimo le risorse messe a sua disposizione. Io non mi sono mai fossilizzato su un unico sistema tattico. Anzi dico che potremmo cambiare modulo di gioco. Questo dipende dalla forma dei giocatori, dagli indisponibili e dal lavoro fatto ogni giorno. L’importante è sempre essere consci di ciò che bisogna fare, dando equilibrio e compattezza. Importantissimo anche creare un gruppo unito che deve permettere ai singoli di esprimere le proprie qualità a servizio della squadra.”

Infine il mister commenta la scarsa affluenza di pubblico prevista alla gara di domani:

“Siamo soltanto alla settima giornata di campionato e c’è ancora tutta la stagione da giocare. Quindi attenzione a sentenziare già i risultati finali. Quindi il tifoso deve sempre sostenere la squadra e la fiacca prevendita spero sia condizionata dal meteo incerto. Ancora deve passare tanta acqua sotto i ponti per tutte le squadre del girone, dalla prima all’ultima. Se non fosse cosi sarebbe un po’ preoccupante, anche se siamo noi alla fine che scendiamo in campo. Capisco che le due sconfitte possano aver smorzato l’entusiasmo, ma dobbiamo imparare che tutti insieme bisogna sostenere questa squadra. I tifosi devono seguire sempre la squadra, non solo all’inizio o alla fine. I ragazzi hanno bisogno di essere sostenuti da tutti.”

A proposito dell’autore

Giovanni Sicilia

Giovanni Sicilia

4 Commenti

  • Caro mister Catanzaro pullula di allenatori e competenti di calcio come difficilmente si riscontra in altre realtà italiane. Tutti grandi professoroni a sentenziare e a criticare. Questo è stato sempre il tallone d’ Achille della nostra piazza anche ai miei tempi quando giocavo nelle mitiche aquile. Si faccia scivolate addosso le critiche. Forza Catanzaro sempre.

  • Incontrare il Catanzaro e’ sempre un motivo in piu’ per mettersi in mostra e raddoppiare gli sforzi sapendo di incontrare una squadra forte con un allenatore bravo. Sara’ questo il live motiv delle squadre avversarie per questo campionato , del resto lo e’ sempre stato visto il blasone , ma in particolare quest’anno vedo giocatori molto piu’ agguerriti che non mollano fino alla fine dal piu’ bravo ( vedi Castaldo ) ai meno bravi ( vedi Leonzio).
    Se la concentrazione si abbassa credendo di essere superiori siamo sulla strada sbagliata e un po’
    la sensazione che ho ricavato da queste sconfitte .Sicuramente abbiamo margini di miglioramento ma quello che e’ certo e’ che dovranno sudare molto di piu’ per vincere le partite.

  • Caro mister è dallo scorso torneo che facciamo gli stessi errori, vuol dire che c’è qualche cosa in te che non riesci a trasmetteri a chi scende in campo. Allora sono due le cose o abbiamo una rosa che non è altezza o che tu sei al loro livello, personalmento dico che la squadra e tu siete molto mediocri, perciòinutile presndersi in giro, stesso campionato dello scorso torneo con un aggravante molti di quelli che scendono in campo sono gli stessi della passata stagione. Bisogna cambiare atteggiamento già con il francavilla, altrimenti quando farai la conferenza stampa dai in diretta le tue dimissioni.

Lascia un commento