Catanzaro News In primo piano Intervistiamo

Calabro: «Il Catanzaro andrà avanti sulle proprie certezze»

Redazione
Scritto da Redazione

I convocati e le parole del tecnico giallorosso alla vigilia della gara contro la Viterbese

Nessuna emozione particolare per mister Antonio Calabro alla vigilia della sfida contro la Viterbese, che ha allenato per due stagioni: “La mia mentalità, e quella della squadra, è di affrontare tutte le partite con le stesse emozioni, con l’obiettivo di dare il massimo a prescindere dall’avversario”. Le insidie della gara contro Viterbese, per il tecnico giallorosso, sono le stesse che presenta ogni partita. “La Viterbese è una squadra che si esprime meglio fuori casa – aggiunge Calabro – in quanto l’allenatore ha modificato il modo di fare calcio, abbassando la linea difensiva a 4 protetta da 5 centrocampisti e da una sola punta. In avanti possono contare su giocatori di gamba che gli permettono di attuare al meglio questa strategia. Hanno calciatori importanti in attacco e sono pericolosi sulle palle inattive”. “Il Catanzaro – dice il tecnico – andrà avanti sulle proprie certezze, cercando di migliorarle con il lavoro quotidiano. Ho un gruppo sano di calciatori che tengono alla maglia, e questo per me come allenatore è un grosso risultato e una base importante su cui poggiare il futuro”. Quanto alla positività al covid di un elemento della squadra, Calabro si è detto preoccupato “innanzitutto per la salute, che viene prima di ogni cosa, per il resto il gruppo ha le soluzioni per affrontare questa difficoltà”.

I CONVOCATI

Portieri: 1 Mittica, 12 Iannì, 33 Di Gennaro

Difensori: 5 Martinelli, 6 Salines, 13 Fazio, 20 Riccardi, 26 Pipicella, 32 Garufo

Centrocampisti: 3 Contessa, 4 Corapi, 8 Verna, 21 Risolo, 23 Baldassin, 27 Casoli, 30 Schimmenti

Attaccanti: 2 Cusumano, 7 Curiale, 9 Di Piazza, 17 Evacuo, 18 Di Massimo, 29 Carlini

Autore

Redazione

Redazione

Dal 2002 il portale più letto e amato dai tifosi giallorossi del Catanzaro

2 Commenti

  • Dopo le vacanze di Natale in genere la condizione atletica ne risente un po’ soprattutto perche’ hai perso il ritmo partita , oggi si vedra’ , conteranno molto gli stimoli di chi scendera’ in campo, non sara’ facile contro una squadra che si chiude .

Scrivi un commento