Catanzaro News Interviste video

Calabro: «Le difficoltà di questa partita sono state tante» [VIDEO]

Le parole del tecnico giallorosso al termine del pari per 1-1 con il Monterosi Tuscia

Altro 1-1 per il Catanzaro che pareggia a Viterbo contro il Monterosi Tuscia. Carlini, a segno su rigore, mette in equilibrio la partita dopo il vantaggio iniziale dei laziali. Di seguito il commento di mister Calabro.

<<Ci aspettavamo di vincere perché l’avevamo preparata per farlo. La difficoltà di questa gara è sul primo gol subito. Non abbiamo passato una settimana tranquilla nonostante il passaggio del turno. I ragazzi volevano dimostrare a tutti i costi il risultato. Il gol poteva ammazzare chiunque e abbiamo sofferto per 10 minuti. Non eravamo tranquilli, brillanti nelle cose che poi abbiamo fatto successivamente nel primo tempo. Nella ripresa ci abbiamo provato fino alla fine. Siamo riusciti a riprenderla. Le difficoltà di questa partita sono state tante. 

Non penso che ci sia qualcosa che non vada nello spogliatoio. C’è stata la giusta mentalità per cercare di vincere. I risultati positivi farebbero bene all’ambiente, a noi, alla squadra.  Io i ragazzi li vedo durante la settimana. Bayeye oggi è stato il migliore in campo. Con l’entrata di Bombagi e Vazquez contro l’Albinoleffe, a livello di gamba e atteggiamento, la squadra ha cambiato forma e l’allenatore compie delle scelte. Io faccio giocare quelli che mi danno delle garanzie>>. 

Sull’espulsione di Cinelli, il gesto non stato volontario per Calabro. <<Il ragazzo è entrato con la foga di dimostrare e magari non ci è riuscito>>. 

Infine il tecnico sottolinea: <<Sono sicurissimo di avere in pugno la situazione. Conosco benissimo i ragazzi e la situazione>>. 

Autore

Ferdinando Capicotto

Ferdinando Capicotto

16 Commenti

  • Tutte “chiacchiere e distintivo” le vera difficoltà è quella che tu non sai dare una manovra d’attacco decente a questa squadra. Non ci sono tagli e movimenti in area, non ci sono attaccanti che aggrediscono l’area di rigore avversaria quando, quando, quando arriva un cross decente (oggi solo B&B, Vandeputte non ne ha azzeccato uno), dove arriva il pallone in area avversaria non ci sono maglie giallorosse e se ne capita qualcuno di passaggio sbaglia sempre la conclusione. Emblematico è stato oggi una bella schizzata di testa di Cianci verso l’area di rigore, non c’era nessuno ad approfittare, Curiale era andato a prendersi un caffè.

  • Che cosa hai in pugno la situazione? Hai un pugno di mosche e tanti bidoni voluti da te foresti e pelliccioni. Sei ridicolo hai superato per cazzate anche auterino. Dimettetevi tu e i tuoi compagni di sventura, domenica allo stadio ci sarai tu la squadra se così si identificare con foresti e pelliccioni ad assistere all’ennesimo indecente spettacolo

    • Verissimo, Apofis non ne abbiamo mai concluso uno anche in netta superiorità numerica, ma questo dipende anche dai piedi e dalle scelte tecniche dei calciatori.

  • CARO CALABRO TU HAI BISOGNO DI UN BUON PSICANALISTA PERCHE VANEGGI E NON VEDI IN FACCIA LA REALTA CHE TU SEI UNA NULLITA QUESTO MESTIERE NON FA PER TE RITORNATENE AL TUO PAESELLO E DATTI ALLA PESCA SE NE SEI IN GRADO.LA COSA CHE PIU’ MI RIPUGNA E CHE LA SOCIETA’ NON HA LE PALLE PER BUTTARTI FUORI TI DA SEMPRE DELLE CHANGE MA TU SEI BRAVO CON LE PAROLE A PRENDERLAPER I FONDELLI ,PER IL BENE DEL CATANZARO VATTENE VATTENE VATTENE.

  • Ormai mi sembra che tutto sia chiaro per tutti. In più questo tizio continua a tenere banco e fare dichiarazioni, quando dovrebbe solo vergognarsi. Siamo comunque costretti a ripartire da zero, tanto vale farlo con qualcun’altro. Svegliatevi cazzo!

  • Per vincere i campionati di C ci vogliono delinqueti di categoria!! Pijjamma Pelliccioni ca non u canuscianu mancu a San Marino! La mia domanda è : ma cu cazzu accattamma ma vincimu u campionatu? Cu Calabru ca è bonu sulu nte na provinciale cu tuttu u rispettu pe Francavilla. Anche quest’anno sara’ come i primi 25…

  • cmq far giocare male così’ i nostri colori fa davvero male…..male…e male anche agli occhi degli addetti ai lavori screditando la società e quant’altro…

  • La colpa è in primis dell’allenatore che non è riuscito ancora a dare a questa squadra un assetto da poter dire che questa è una signora squadra, dopo di che le colpe sono da dividere con i calciatori in quanto fanno solo il minimo indispensabile, non vedo grossi sacrifici in campo, forse perché la pappa è bella pronta……. Giocavamo meglio quando la società Catanzaro era con le pezze al culo, perché evidentemente chi giocava era consapevole dell’esigenza di una piazza come Catanzaro merita. Magari mi sbaglio però da quando il Sig. NOTO ha rilevato la società, ha badato più all’estetica che alla sostanza. Comunque tra una bestemmia e l’altra, forza AQUILE……….

  • Ho sempre difeso Calabro perché devono parlare i fatti, lo scorso anno siamo arrivati secondi meritatamente. Detto questo però bisogna trovare una soluzione e in casi del genere a pagare è l’allenatore.
    Nelle prossime partite dobbiamo vincere e convincere, in caso contrario il presidente sa cosa fare.

Scrivi un commento