Catanzaro News Interviste video

Calabro: «Non meritavamo di perdere» [VIDEO]

Le parole del tecnico giallorosso al termine della sconfitta con l’Avellino

Il Catanzaro perde in casa contro l’Avellino. 0-1 il punteggio finale maturato al “Ceravolo” con rete di Bernardotto al 21′, in evidente posizione di fuorigioco. Di seguito il commento a caldo di mister Calabro.

<<La lettura della gara è molto lineare: non meritavamo di perdere. Sicuramente la mia squadra non è stata brillante come l’Avellino e non possiamo nasconderci dietro al fatto che hanno avuto 10 giorni per preparare la partita e noi 3. Non vi è stato un calo mentale perché i ragazzi sono stati sul pezzo. Posso dire che la mia squadra non ha subito un tiro in porta ed il gol è irregolare. E’ regolare solo per l’assistente di linea e per l’arbitro>>. 

Parole da parte del tecnico per il capitano giallorosso. <<Devo fare un plauso a Ciccio Corapi che sono partite che sta facendo con punture al ginocchio. Ha sofferto una marcatura asfissiante del centrocampista avversario. Deve essere bravo perché si può giocare anche ad un tocco. Non siamo stati bravissimi e lucidi ad agevolarci negli altri spazi. Per me le occasioni migliori ce le abbiamo avute noi>>.

Un giudizio dell’allenatore sui subentrati. <<Non era semplice entrare e fare qualcosina. Avevamo bisogno di gente che tra le linee saltasse l’uomo vista l’assenza di Di Massimo e Carlini stava venendo meno. Jefferson ha quelle caratteristiche e le farà vedere.  Non è una partita che ci può dire se la società ha fatto le scelte giuste. Sono convinto che i ragazzi ci possono dare qualcosa>>. 

Autore

Ferdinando Capicotto

Ferdinando Capicotto

6 Commenti

  • MISTER HAI PERFETTAMENTE RAGIONE . L’ UNICA COSA CHE RIMPROVERO ALLA SQUADRA E’ NON AVERE PROTESTATO ABBASTANZA PER IL FUORIGIOCO E AVERE ASSEDIATO LE IMMONDIZIE DI GUARDALINEE E ARBITRO DOPO IL GOL CHE NON ESISTE .

  • La differenza sul campo l’ha fatta la freschezza atletica dell’Avellino e sicuramente una sconfitta immeritata.
    Questa partita ,come in alcune altre , ci ha detto che tipo di giocatori bisogna avere per vincere un campionato soprattutto a centrocampo dove la differenza di eta’ si fa sentire e anche vedere oltre naturalmente alla qualita’.
    Troppe energie bruciate contro la capolista a distanza di pochi giorni in tempi normali sarebbe stato diverso anche se l’Avellino e’ molto migliorato rispetto all’andata. Ai playoff c’e’ la giocheremo in condizioni psico -fisiche diverse.

    • Bravo, ottima analisi, ma resta il fatto che Calabro non doveva far giocare Casoli, ma un altro attaccante da affiancare a Curiale INGIUSTAMENTE sostituito.

Scrivi un commento