Catanzaro News LIVE

Catanzaro-Avellino 3-1: la diretta scritta [LIVE]

Catanzaro Avellino diretta scritta

Le azioni salienti, i gol, le foto più belle. Segui tutti gli aggiornamenti in diretta dal “Nicola Ceravolo”

SECONDO TEMPO

94′ Finisce qui. 3-1 per il Catanzaro che torna al successo dopo quattro turni. Giallorossi che si portano a quota 20 punti in classifica.

90′ Saranno 4 i minuti di recupero.

88′ Destro in diagonale di Albadoro, dal limite, a lato.

86′ Altro contropiede dell’US. Casoli lascia tirare Kanoute che però, spara addosso ad Abibi.

83′ Ripartenza delle aquile. La sfera termina a Nicoletti che calcia altissimo, sprecando una buona occasione. Dentro Fischnaller e Figliomeni per Nicastro e Signorini.

81′ Per l’Avellino Alfageme entra in campo per De Marco. Biancoverdi a trazione anteriore.

76′ Contropiede delle aquile con Nicastro che serve Kanoute. L’attaccante salta Abibi e deposita in rete per il 3-1.

76′ GOOOOOOOOOOOOOOOOOL MAMADOUUUU YAYEEEE KANOUTEEEEEEEEEEEEEEEEEE

73′ Nicoletti prende il posto di Tascone.  Abibi respinge un sinistro a giro di Nicastro.

72′ Charpentier si beve Pinna e mette in mezzo con Micovschi che, tutto solo, spara alto davanti a Di Gennaro.

66′ Pinna si becca il giallo per un fallo su Charpentier al limite dell’area. Della battuta si incarica Micovschi che tira fuori.

63′ Sostituzione per il Catanzaro: dentro Maita al posto di Risolo.

60′ Ci prova Tascone con un destro da fuori area, spostato sulla destra, debole e centrale.

58′ Doppio cambio per gli irpini. Albadoro al posto di Parisi e Karic per Rossetti.

53′ Occasionissima per i giallorossi. Traversone di Favalli dalla sinistra, la sfera termina a Kanoute che, da pochi passi ed in precario equilibrio, calcia fuori a pochi passi dalla porta.

47′ Due spunti di Kanoute in avvio di ripresa. Un primo tempo, spostato sulla destra dell’area di rigore, termina fuori; un secondo tentativo dalla distanza finisce di poco alto.

 

SINTESI PRIMO TEMPO

Seconda consecutiva in casa per le Aquile che dopo il cambio tecnico devono recuperare il terreno perso in classifica nell’ultimo mese. L’Avellino e’ un avversario ostico, infatti gli irpini, pur non avendo una rosa dai grandissimi contenuti tecnici, sono temibili per aggressivita’ ed organizzazione, il marchio di fabbrica di Mister Capuano.

La partita inizialmente equilibrata vede l’Avellino andare per primo vicino alla segnatura con un gran tiro dal limite dell’area di Micovschi che si infrange sull’incrocio dei pali. Il Catanzaro si sblocca al 23′ quando una stupenda azione di Auteriana  memoria parte dalle retrovie e si sviluppa sulla destra con Statella che impegna Abibi, sulla respinta Kanoute non riesce a metterla dentro ma la palla giunge al centro dove Favalli appoggia in rete a porta vuota. Il raddoppio dopo soli quattro minuti (27′) quando Favalli da sinistra scodella un cross al centro che Nicastro in elevazione stupendamente devia di testa sul secondo palo. Nulla da fare per Abibi.

L’Avellino prova la reazione e prima con Charpentier e poi con Rossetti si rende pericoloso. Nel finale sono le Aquile a concedere il gol che rimette tutto in gioco, Signorini perde palla su passaggio di Di Gennaro, Rossetti mette in mezzo rasoterra con Di Gennaro che manca la sfera e per Di Paolantonio (43′) e’ un gioco da ragazzi mettere in rete a porta vuota.

Red

 

CATANZARO-AVELLINO: PRIMO TEMPO

47′ Finisce il primo tempo sul 2-1.

43′ Gol dell’Avellino. Il Catanzaro scherza in difesa. Signorini perde la sfera. Rossetti gliela ruba e mette in mezzo; Di Gennaro buca e Di Paolantonio mette dentro a porta vuota.

40′ Primo cambio in casa biancoverde. Fuori per qualche problema fisico Illanes, dentro Silvestri. Ammonito Laezza per un fallo su Kanoute

39′ Ripartenza degli ospiti con Micovschi; la sfera termina a Rossetti che conclude, abbondantemente, alto.

35′ Guizzo di Charpentier che calcia di pochissimo a lato da fuori area. Avellino ancora vivo.

27′ Dopo la traversa di Micovschi le aquile si sono svegliate. Kanoute effettua un break in mezzo al campo e serve Favalli; cross in mezzo per un liberissimo Nicastro che, di testa, mette dentro per il 2-0.

27′ GOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOL FRANCESCOOOOOOOOOO NICASTROOOOOOOOOOOOO

23′ Primo gol in giallorosso per Favalli. Finalmente una bella azione delle aquile con Statella che impegna dalla destra Abibi; sulla ribattuta Kanoute non riesce a segnare, la palla finisce a Favalli; a porta vuota l’esterno insacca.

23′ GOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOL ALESSANDROOOOOOOOOO FAVALLIIIIIIIIIIIIII

21′ Primo brivido dell’incontro. Traversa clamorosa di Micovschi con un bolide dal limite dell’area di rigore. Catanzaro senza idee.

12′ Fase di studio in campo. Partita cominciata a ritmi bassissimi.

6′ Catanzaro che attacca sotto la “Capraro”. Un angolo in avvio per i giallorossi concluso con un nulla di fatto. “Ceravolo” semideserto.

1′ Si parte. Comincia Catanzaro-Avellino. Scelte importanti per mister Grassadonia che schiera i suoi con il 3-5-2. Esordio in campionato per Pinna nei tre di difesa. A centrocampo capitan Maita parte dalla panchina. Dentro Tascone e Risolo. In avanti spazio a Nicastro con Kanoute.

CATANZARO-AVELLINO: LE FORMAZIONI UFFICIALI

CATANZARO (3-5-2): Di Gennaro; Signorini, Martinelli, Pinna; Statella, Tascone, Risolo, Casoli, Favalli; Nicastro, Kanoute

AVELLINO (3-5-2): Abibi, Zullo, Illanes, Laezza; Celjak, De Marco, Di Paolantonio, Micovschi, Parisi; Rossetti,  Charpentier.

A proposito dell’autore

Ferdinando Capicotto

Ferdinando Capicotto

34 Commenti

  • Premetto che non sono un allenatore ma un umile tifoso. Mi riferisco alla stessa squadra, il Catanzaro, che, rispetto anche all’inizio di questo campionato, ha avuto un involuzione drastica. Questa allenata da Grassadonia, butta la palla avanti perché non sanno cosa fare. È pazzesco come siamo riusciti a dilapifare quanto di buono si era visto fino a fine settembre!!! Davvero non riesco più ad avere emozioni. Mi avete rubato la gioia di vedere la mia squadra del cuore. Bbonanottata a tutti

  • la difesa” dalla serie oggi le comiche” signorini martinelli di gennaro penosi, casoli un fantasma che girovoja in mezzo al campo. nicastro meno male che ha segnato……NON CI SIAMO facciamo ridere anche i polii

  • la difesa” dalla serie oggi le comiche” signorini martinelli di gennaro penosi, casoli un fantasma che girovoga in mezzo al campo. nicastro meno male che ha segnato……NON CI SIAMO facciamo ridere anche i polii

      • Il malato è convalescente, accontentiamoci di essere brutti ma vincente, avremo tempo per vedere il bel gioco, almeno oggi si sono viste e mangiate azioni da gol, chi si contenta gode, Forza Catanzaro.

  • Io ho visto forse un’altra partita. Hanno lottato. Non era facile x niente. Quindi questi commenti sanno di tifosi prevenuti ed attaccati ad un allenatore. Ancora non hanno capito che gli allenatori, giocatori vanno e vengono. Noi dobbiamo preservare la società. Buona domenica a tutti.

  • Io stasera però spenderei un commento, sperando che tutti i tifosi si associano, sull’arbitro. Altro che meraviglia direi meraviglioso, perchè oltre che arbitrare, con i suoi collaboratori, in modo perfetto, è stato il primo arbitro in tutti questi anni di serie C che ho visto riprendere verbalmente alcune simulazioni. MINACCIARE di ammonizione al loro centravanti Charpentier alla prossima SIMULAZIONE. Mai vista una cosa del genere.

  • Bene il risultato e i 20 punti . L’Avellino non è così da buttar via. Se la Reggina non vince torniamo a -9. Molti giocatori hanno dato l’anima. Una squadra operaia che non ha regalato il bel gioco. Ma abbiamo giocatori superiori alla Reggina anche in panchina. Questa vittoria deve ridare fiducia in se stessi. Bene Pinna, Martinelli, Favalli, Casoli ed il solito Kanouté. Nicastro è sembrato in ripresa. Fishnaller si è comportato da professionista serissimo ed in campo è stato super altruista quando ha avuto un buon pallone che poteva sfruttare personalmente. Questo modulo sarà concreto ma impone il sacrificio inutile di uno dei tre attaccanti. In casa bisogna aver rispetto di tutti ma paura di nessuno. Prima o poi Celiento, De Risio e Bianchimano dovranno ritornare. Finalmente un arbitro di categoria superiore. Non ha inciso sul risultato e non si è dato delle arie

  • …la cosa che più mi fa pensare, anche per deformazione professionale, è che tifosi o pseudo tali, evidentemente, come me, fuori sede e quindi “impossibilitati” a seguire dal vivo la squadra, si prendano l’impegno di digitare lettere, spesso a caso, pur di ritagliarsi un minuto di squallida celebrità. Ebbene sì, vi abbiamo letto in tanti…ma almeno andremo a letto tutti più felici e contenti….vero?!

  • Penso comunque che sia stata una vittoria importante e solo questo conta. Io ho visto la partita AVELLINO-REGGINA e vi posso assicurare che l’Avellino non ha per niente sfigurato, anzi non meritava di perdere. Per cui stasera avevo un pò di paura soprattutto quando ho visto la formazione con un centrocampo con Casoli-Risolo a cui aggiungerei un( stasera) mediocre, Tascone.
    Invece è andata bene con un Kanoute bravo ma che prenderei lo stesso a calci in culo come punizione per essersi mangiato (ancora una volta) due gol fatti ignorando i compagni liberi che lo circondavano. Diciamo che il mio credo cioè giocare da serie C, cioè male ma vincere è stato attuato, come optare per il 3-5-2 che giudico più adatto alla nostra squadra attuale, almeno finchè non ritorna il centrocampo titolare.
    A proposito sepete qualcosa di Urso, moriu? Per na cazza e caviglia sgravigliata su 4 misi che esta malatu. Forsa sa fratturau totalmente.

Lascia un commento