Catanzaro News Dalla Redazione

Catanzaro – Bari 1-1

Tony Marchese
Scritto da Tony Marchese

Antenucci in avvio porta in vantaggio gli ospiti, nella ripresa Kanoute ritorna al gol

Bella partita giocata da Catanzaro e Bari purtroppo con il Ceravolo senza pubblico a causa delle disposizioni del Governo per il contenimento del virus COVID-19. Questa e’ anche l’ultima partita dei campionati professionistici dopo che questa sera il Governo ha decretato lo stop di tutte le attivita’ sportive fino al 3 di Aprile insieme all’estensione delle disposizioni per la Lombardia a tutt’Italia.

Per un risentimento agli adduttori durante la rifinitura Corapi non ha potuto partecipare alla gara. Mister Auteri ha optato per Iuliano a centrocampo con Celiento  avanzato sulla mediana e Riggio in difesa a destra. Dopo appena 30 secondi di gara e’ proprio Riggio a commettere un banale errore di controllo della palla favorendo Antenucci che solo davanti a Bleve lo trafigge con un preciso diagonale. Il Catanzaro accusa il colpo e fatica a fronteggiare il Bari che tiene un ritmo di gioco molto alto e smista la palla molto piu’ velocemente dei GialloRossi. Fortunatamente il Bari manca un apio di facili occasioni per raddoppiare e con il passare dei minuti il Catanzaro riprende il filo della gara.

Nell’intervallo il troppo statico Di Piazza ed il rientrante Tulli rimangono negli spogliatoi insieme a Riggio, a sostituirli Carlini e Bianchimano e Statella che hanno un impatto decisamente positivo sulla gara. Bianchimano in particolare potrebbe subito pareggiare i conti quando sfruttando lo svarione di un difensore si presenta davanti a Frattali che in uscita gli para il forte tiro. Poi ancora Catanzaro fino al meritato pareggio che giunge al 53′ quando Contessa scappa sulla sinistra e mette al centro un traversone sul quale si avventano contemporaneamente sia Bianchimano che Kanoute. Il tocco di testa e’ di quest’ultimo da distanza ravvicinata e Frattali nulla puo’ per evitare il pareggio.

Il Bari ha chiaramente abbassato il ritmo delle giocate ritornando ad essere “unamo” ed il Catanzaro e’ stato bravo a far valere le proprie doti di gioco. La gara si fa piu’ equilibrata con entrambe le squadre vogliose di vittoria, ma senza per questo voler rischiare nulla in difesa. Ne vien fuori un piacevole secondo tempo caratterizzato dai tentativi dei due allenatori di ulteriormente incidere sulla gara con le sostituzioni, ma il risultato non si sblocca e la gara finisce sul risultato di parita’.

Con questo pareggio il Catanzaro si porta a 43 punti in classifica a -4 dal Catania sesto. Per il Bari uno stop inaspettato che nonostante i 60 punti puo’ costare l’aggancio alla Reggina e quindi la promozione diretta in Serie B.

TM

———————————————————

Le formazioni iniziali:

CATANZARO (3-4-3): Bleve; Martinelli, Riggio, Atanasov; Celiento, De Risio, Iuliano, Contessa; Di Piazza, Kanoute, Tulli. All. Auteri

BARI (4-3-1-2): Frattali; Ciofani, Sabbione, Perrotta, Costa; Bianco, Maita, Schiavone; Laribi; Antenucci, Simeri. All. Vivarini

Arbitro: Matteo Gariglio di Pinerolo (Garzelli – Barone)

Marcatori: 1′ Antenucci; 53′ Kanoute

Ammoniti: Riggio (C); Laribi (B); Atanasov (C); Carlini (C)

A proposito dell’autore

Tony Marchese

Tony Marchese

7 Commenti

  • Un buon pari con una buona squadra (Antenucci l’anno scorso era in seria A con la Spal) ma molti errori individuali e secondo me poca qualità’ a centrocampo tutti incontristi ma nessuno organizzatore di gioco. Poi a me personalmente DiPiazza non piace. Forza aquile per sempre.

  • La mia opinione (opinabile) sul Catanzaro di ieri:
    – Il Bari è vero si è dimostrato più attrezzato e migliore sia nei singoli che come squadra.
    – Il Catanzaro però nel secondo tempo, con scelte di uomini più azzeccata e soprattutto con più AGONISMO, ha dimostrato che c’era in campo e ha messo anche in difficoltà gli avversari.
    – Ciò dimostra ANCORA UNA VOLTA che le deficienze tecniche possono essere superate con la grinta, ritmo, cazzimma. Come fanno MOLTO BENE le squadre inferiori a noi quando ci affrontano(vedi Francavilla, Casertana, ecc.).
    – Auteri ancora una volta ha sbagliato sugli uomini ed ha fatto anche autogol dichiarando che Tulli stava male e allora perchè l’hai schierato?? Ma si scemu!!! Poi ha fallito un altro tentativo di mettere Celiento come laterale. Spesso in Auteri subentra la demenza .
    – L’arbitro un pezzo di mmerda, ditemi voi se esistono arbitri che alla fine del primo tempo non danno 1 minuto di recupero. Rarissimi sono i casi accaduti, lui non ha fatto battere neanche l’ultimo calcio d’angolo al Catanzaro. Va……… tu, Pinerolo e i Savoia predatori del Sud.
    – Il Catanzaro SE farà i play off difficilmente supererà il primo turno, ho visto Potenza, Bari, Monopoli, Ternana e ora anche Catania e Francavilla che giocano meglio di noi. Per non parlare delle prime squadre degli altri gironi.
    Per concludere penso che Noto e company (se vogliono) possono già pensare al prossimo campionato, investendo su un nuovo allenatore e giocatori di spessore, soprattutto un allenatore di serie C che mette in fila i propri calciatori e ottenga il massimo da loro.
    Che il CORONAVIRUS stia lontano da tutti voi e le vostre famiglie fratelli GIALLOROSSI.
    Forza Catanzaro sempre!!!

    • APPROVO IN PIENO QUELLO CHE SCRIVI SULLA SOTTOSPECIE CHE IERI AVEVA IL FISCHIETTO , A LUI E A PINEROLO AUGUREREI ANCHE QUALCOSA D’ALTRO ….. E SE QUEL CESSO DI URSO NON CIABATTAVA LA PALLA AVREMMO POTUTO ANCHE VINCERE E CON PIENO MERITO .

  • i play-off sono un terno al lotto, sono impronosticabili, lo scorso anno nessuno poteva immaginare che la corazzata Triestina venisse fatta fuori in finale e soprattutto in casa dal Pisa, che salì in B, come non ricordare il Cosenza, che prima di vincerli i play- off, venne contestata sonoramente dai suoi tifosi, dopo una sconfitta interna contro il Rende per 0 a 3.

  • Concordo in pieno con corner, ennesimo esperimento fallito con celiento quarto di centrocampo, impalpabile. Tulli fuori condizione non al meglio, rischiato come figliomeni e bianchimano contro la feralpi, il mister gioca a farsi male da solo. Giannone fuori dai c… non serve un c…, Il solito gioco a passare il pallone indietro ci è costata l’ennesima rete. Di piazza non funzionale alla squadra era in vacanza, aspettava l’ennesima ordinanza del governo. Il mister, fuori condizione mentale. Se mai dovesse riprendere il campionato i play off saranno un miraggio.

Lascia un commento