Catanzaro News Dalla Redazione

Catanzaro – Catania 1-2

Tony Marchese
Scritto da Tony Marchese

D’Ursi in avvio poi Marotta e Di Piazza puniscono gli errori dei padroni di casa

Partita bella e sempre viva tra due squadre forti con una stupenda cornice di pubblico che oggi al Creavolo ha superato le ottomila presenze. Unico neo il risultato e la prestazione delle Aquile non proprio in linea con gli standard a cui ci hanno abituato i ragazzi di Auteri.

Al rientro da titolare c’era Kanoute che ha affiancato Bianchimano e D’Ursi nel tridente d’attacco, mentre Casoli veniva preferito a Favalli sul lato sinistro di centrocampo insieme ai centrali Maita e Iuliano e Statella a destra. In difesa Signorini con Riggio e Celiento completavano lo schieramento davanti a Furlan tra i pali.

Pronti via, il Catanzaro passa in vantaggio. Al 3′ Iuliano batte un angolo dalla sinistra a centro area irrompe D’Ursi che in spaccata aerea anticipa il diretto marcatore e brucia Pisseri. Un bel gol che porta subito in vantaggio i padroni di casa.

Col passare dei minuti si esaurisce la spinta dei GialloRossi e gli ospiti prendono campo, rendendosi pericolosi con Marotta e Di Piazza, poi Lodi calcia magistralmente una punizione e Furlan dice di no, ma l’occasione piu’ ghiotta capita ancora sul piede di D’Ursi che imbeccato dalla destra da Kanoute, riceve in posizione centrale e spara a botta sicura, la risposta di Pisseri e’ da grande portiere. Sul finire di tempo i padroni di casa cincischiano in difesa e Di Piazza ne approfitta per puntare l’area ed innescare Marotta che con un preciso diagonale trafigge Furlan.

La ripresa inizia con le Aquile che caricano a testa bassa, attaccando pur contro vento verso la Curva Ovest gremita dal pubblico di casa. Ma dopo pochi minuti e’ ancora il Catania, con Di Piazza (55′) ad approfittare dell’errato posizionamento della difesa e ad involarsi in contropiede, ma con il solo Furlan ad opporsi il forte attaccante etneo ha gioco facile nell’aggirare l’estremo difensore ed a depositare la palla in rete.

Adesso le Aquile cingono d’assedio gli ospiti e lo continueranno a fare fine alla fine della gara. Ma purtroppo come troppo spesso e’ accaduto in questa stagione, una volta passati in svantaggio i ragazzi di Auteri, oggi guidati dal secondo Cassia per la squalifica del titolare, non sono riusciti a recuperare il risultato. Grande il possesso di palla e la quantita’ di gioco prodotta, ma al netto dell’ordinaria amministrazione nel secondo tempo non si ricordano particolari interventi di Pisseri.

Con questa sconfitta i GialloRossi rimangono fermi a 51 punti in quarta posizione, mentre il Catania si proietta alle spalle del Trapani a quota 54.

TM

 

 

A proposito dell’autore

Tony Marchese

Tony Marchese

2 Commenti

Lascia un commento