Catanzaro News Numeri Giallorossi

Catanzaro-Catania 2-0: le statistiche

39 punti in casa dei giallorossi che viaggiano ad una media di 2,29. Baldassin quattordicesimo calciatore ad andare a segno. Gol numero 7 di Di Massimo

Diciassettesima vittoria in campionato su trentatré partite (52%), la dodicesima in casa su 17 gare (71%) con 39 punti conquistati (media 2,29). Questi i numeri del Catanzaro che ha battuto per 2-0 il Catania ieri al “Ceravolo” grazie ai gol nella ripresa di Di Massimo e Baldassin. Settimo gol per l’attaccante, schierato da interno di centrocampo, il secondo in casa; prima rete, invece, per la mezzala, il quattordicesimo calciatore ad andare a segno in stagione.

Sono saliti a 26 i gol, su 39 nei secondi tempi in totale di cui 12 tra il 60′ ed il 75′, 10 negli ultimi quarti d’ora. In casa sono 17 su 22 le reti realizzate nelle riprese, di cui 15 tra il 60′ ed il 90′.  Gara numero 14 senza subire reti per le Aquile, la nona interna e la quarta consecutiva fra le mura amiche dove Di Gennaro ha un‘imbattibilità 429 minuti.

STATISTICHE

Quella contro il Catania è stata una partita intensa e combattuta. Il Catanzaro ha finito con il calciare di più verso la porta avversaria 6-5, con gli ospiti che hanno tirato maggiormente dentro l’area di rigore 2-3. Per quanto riguarda, invece, le conclusioni nello specchio 4-0 per l’US. Nel primo tempo ci ha provato Di Massimo, mentre nella ripresa prima del gol del vantaggio, ci ha tentato Curiale dopo aver recuperato una palla. Entrambe le conclusioni centrali e bloccate da Martinez. Poi le reti con il Catanzaro targato Calabro che ha vestito i panni dell’Italia di Conte. Martinelli ha fatto il Bonucci, Di Massimo il Giaccherini; la difesa del Catania imbambolata come quella del Belgio ed il vantaggio – di pregevole caratura – è stato confezionato. Poi, nel finale, altra perla di Baldassin.

Gli ospiti? Tanta circolazione da una parte all’altra del campo, molti cross, 14, di cui 8 dalla destra, 6 dalla sinistra, ma alla fine, Di Gennaro non si è mai dovuto sporcare i guanti. 6, invece, i traversoni dei giallorossi: 2 dall’out destro, 4 dalla fascia mancina.

2-7 il conto dei corner, mentre il direttore di gara ha fischiato 13 punizioni ai padroni di casa, 22 ai siciliani, vicini al gol con Maldonado nella ripresa, ma la sfera ha dato solo l’illusione ottica della rete. 2 i gialli estratti a testa: per il Catanzaro Di Massimo per proteste e Pierno.

I giallorossi sono terminati 2 volte in fuorigioco, 4 il Catania. Nessun calcio di rigore e nessuna espulsione.

Autore

Ferdinando Capicotto

Ferdinando Capicotto

1 Commento

  • Buongiorno a tutti e forza Catanzaro!!!!
    Buongiorno anche agli intenditor di pallone che come ogni anno cercano di creare scompiglio (non so se volontariamente o loro malgrado).
    Ribadisco ciò che ho avuto modo di dire più volte.
    Questa squadra con 4 innesti di qualità, l’anno prossimo farà un sol boccone del campionato.
    Svecchiamento e 4 pedine importanti.
    Buona giornata

Scrivi un commento