Catanzaro News GialloRos[s]a

Catanzaro femminile beffato allo scadere. L’Aprilia Racing vince 1-2

Samuele Cardamone

Decisivo per le laziali il goal al 90′ della De Vincenzo che vanifica la prima rete stagionale di Michela Romeo.

Continua la striscia negativa del Catanzaro femminile che, allo stadio Curto di Catanzaro Lido, perde contro l’Aprilia Racing.

Positiva la prima frazione di gioco per le giallorosse che pur non riuscendo a pungere in fase offensiva riescono a tenere botta gli attacchi delle ragazze in maglia arancione grazie ad un’ottima prova della linea difensiva a 4 composta da Torano, Bilotta, Criseo e Chiarella. A spiccare è Giulia Criseo sempre puntuale nelle chiusure sui filtranti indirizzati alla Djokouo che non è praticamente mai pericolosa dalle parti della Zangari che ha vissuto un primo tempo tutto sommato tranquillo.

Valentina Zangari che al secondo minuto della ripresa buca l’uscita travolgendo un’avversaria, intervento che causa il calcio di rigore per la formazione ospite. Sul dischetto si presenta Maiorca che non si fa intimorire e sigla il goal che sblocca il match portando in vantaggio l’Aprilia Racing.

Seconda frazione che non nasce sotto una buona stella ma è un crescendo della formazione catanzarese. Infatti con l’ingresso di Federica Cardone e il ritorno al modulo con le 3 punte, il Catanzaro riesce a ritrovare quella verve offensiva che lo ha contraddistinto nella passata stagione. Arriva al minuto 65 il pareggio delle padroni di casa grazie alla Romeo che colpisce di testa raccogliendo un ottimo traversone da corner riportando l’equilibrio al Curto.

Primo goal stagionale per Michela Romeo che nella giornata di sabato è stata premiata per la vittoria della classifica capocannonieri della scorsa stagione alla festa del calcio lucano.

Le aquile non hanno neanche il tempo di festeggiare che si ritrovano in 10 per la, forse eccessiva, doppia ammonizione del terzino Samanta Chiarella che lascia per quasi 20 minuti la squadra in inferiorità numerica. Le ragazze di mister Sabadini resistono alla superiorità ospite fino a cadere proprio all’ultimo minuto di gioco quando la De Vincenzo buca per la seconda volta Zangari e porta a casa i 3 punti per le biancoazzurre.

Partita persa in extremis che ha evidenziato sia la crescita della squadra rispetto alle uscite in coppa Italia sia l’importanza della mancata esperienza, elemento che fa la differenza in serie C.

Aquile che cercheranno di rifarsi nella seconda giornata di campionato, domenica 13 con la trasferta campana per affrontare le napoletane del Dream Team reduci dal pareggio in casa delle Free Girls.

A proposito dell’autore

Samuele Cardamone

Samuele Cardamone

1 Commento

Lascia un commento