Catanzaro News La Striscia Video

Catanzaro-Feralpisalò 2-2: la Striscia Video

striscia video
Redazione
Scritto da Redazione

Il consueto commento a caldo di Francesco Panza e Matteo Pirritano al termine della gara play-off

Finisce nel peggiore dei modi. Finisce con il gol di Legati nel finale che significa 2-2 per gli ospiti ed eliminazione dai play-off per i giallorossi. Non bastano i gol di De Risio e Fischnaller. Non basta la spinta dei 9000 sugli spalti. Non basta la voglia di concedersi la chance di giocarsi la B.

Gli spareggi si rivelano ancora una volta la bestia nera delle Aquile, e al lungo elenco di squadre uscite trionfanti dal “Ceravolo” si aggiunge la Feralpisalò.

Si conclude così una delle stagioni più esaltanti degli ultimi anni, nonostante l’esito finale. Come di consueto vi lasciamo all’analisi post partita dei nostri inviati Francesco Panza e Matteo Pirritano.

Un grazie a tutti voi che ci avete seguito con affetto nel corso dell’anno. Ci rivedremo presto con rinnovato entusiasmo e nuovi progetti.

Forza Catanzaro. Forza Puntonet. Sempre.

A proposito dell’autore

Redazione

Redazione

Dal 2002 il portale più letto e amato dai tifosi giallorossi del Catanzaro

13 Commenti

  • LA SERIE B L’ABBIAMO PERSA PER I POTERI OCCULTI CHE HANNO MANDATO PSEUDO ARBITRI A MASSACRARCI IN TUTTI I MODI POSSIBILI . SONO AL 110 / 100 DALLA PARTE DEL NOSTRO PRESIDENTE . TUTTO QUELLO CHE VIENE CRITICATO ALLA SQUADRA E AL MISTER E’ ALLA FINE ARIA FRITTA PERCHE ‘ PURTROPPO DECIDONO ALLA FINE SEMPRE E SOLO QUESTI ARBITRI CORROTTI . MI CHIEDO SE SI PUO’ RIGIOCARE LA PARTITA FALSATA DA EVIDENTI ERRORI TECNICI COME L’ ANGOLO INESISTENTE E IL GOL ANNULLATO VALIDISSIMO . PRESIDENTE COME LEI SONO VERAMENTE NAUSEATO .

  • Una Buona Squadra ma molto , troppo sopravvalutata …Auteri spocchioso narciso e da sempre essere un buon parolaio come il miglior venditore di cioccolatini da fiera .. del resto non lo scopriamo oggi.. tutto fumo e niente arrosto.. onestamente non è cmq mai stato da primato sin dall’inizio… poi invece a un certo punto ci si era un po’ ripresi arrivando terzi anche perché le altre non camminavano più .. ma solo una vana illusione .. gli arbitri sono uguali ovunque sempre e da sempre.. se sei veramente forte le partite le chiudi all’andata e al ritorno con più gol di scarto.. stare sul filo del risultato evidenzia la pochezza di tutto…

  • Giusta l’analisi di Matteo, non è colpa degli arbitri ne della maledizione play off. Se in 180 minuti, ne abbiamo giocato bene 20, è giusto uscire. Complimenti ai nostri, ma complimenti al Saló che ieri è venuto qui e nel primo tempo ha fatto la partita, portandosi addirittura in vantaggio. Sempre forza aquile, ma sinceramente io mi sono un po’ stufato

  • Grazie lo stesso ragazzi per tutte le gioie che ci avete dato nell’intero campionato.Grazie mister Auteri che pur con una squadra fatta di tanti giovani lei ha cavato il meglio di essi. Grazie Presidente per l’amore che ha manifestato verso i colori di questa gloriosa squadra. Il verdetto di ieri ha deciso che ancora non siamo pronti per il salto di categoria lavoriamo per rinforzare questo gruppo , siamo sulla strada giusta.

  • Penso a quante volte ho sentito questa frase dai nordisti: “se avessimo avuto questo mare e queste bellezze naturali avremmo fatto della Calabria il Paradiso terrestre”. Per similitudine la Feralpi potrebbe dire: se avessimo avuto i vostri tifosi a quest’ora saremmo in serie A.
    1500 a Salò, diecimila ieri, e QUALCUNO dice che la squadra non è seguita.

    • E ai 15000 tifosi reggini accorsi per il solo primo preliminare dei play off cosa diciamo?
      Mettiamo i piedi per terra e diventiamo umili

  • A mente fredda possiamo dire che nei momenti topici della stagione ci siamo purtroppo rivelati una squadra di polli, dispiace dirlo ma è così. Anche ieri ci siamo fatti mettere i piedi in testa in casa nostra e davanti a 10.000 persone da una squadra scafata che ha saputo speculare su ogni situazione, con calciatori che hanno fatto quello che hanno voluto. La pressione sull’arbitro andava messa all’inizio, non alla fine della partita. Rimane la sensazione di aver sprecato un’occasione forse irripetibile, l’ennesima amara delusione e i soliti buoni propositi per l’anno prossimo.

    • Pino, non e’ un discorso di polli ,per vincere il campionato di C devi avere gente di qualita’ e di carattere noi siamo stati una buona squadra ma non competitiva , infatti abbiamo sbattuto la faccia con le squadre piu’ toste. Iniziamo daccapo con i valori che Auteri ha creato e ricostruire iniziando dalla difesa che ultimamente e’ stato il reparto che ci ha penalizzato piu’ di tutti, compreso il portiere.

  • Quest’anno non è passato invano. Dopo 15 anni di delusioni abbiamo costruito una squadra e una società serie e competitive. Ora bisogna costruire su questa base ed essere positivi. Francamente discutere il mister o la società non è soltanto sbagliato, è ridicolo.

  • Finalmente leggo dei commenti(Ciccio, Stefchenko, Pino cz72) realistici e obiettivi, con cui mi schiero. Il tifo è una cosa e noi di certo non ne faremo mai a meno perchè amiamo troppo il Catanzaro, però a mente fredda, la disamina tecnica è un’altra. Sono decenni che osservo TUTTE le squadre di Serie C girone C, vedo allenatori che magari non hanno la scienza di Auteri, ma fanno giocare le loro squadre in modo semplice, con grinta, gamba, ma con umiltà, ottenendo ottimi risultati. Forse l’esempio della Feralpi può calare a pennello. Una squadretta che sulla carta non vale certo il Catanzaro, che non hanno fatto niente di eccezionale, ma ci hanno battuti. Certo voi direte che il Catanzaro ci ha fatto impazzire di gol e azioni bellissime per un certo periodo, ma occorre saper coniugare il bel gioco con i risultati. Altrimenti vivremo ancora di ricordi tipo il meraviglioso Catanzaro di Auteri, Caputo, Mosciaro, Montella, Longoni che segnavano gol a palate ma poi non conclusero nulla. Vogliamo o no uscire da questa Serie C???
    Meditate su quello che ha fatto Braglia l’anno scorso.

  • Cerchiamo di essere realisti seri e onesti.
    Il sig. Auteri ha dichiarato che nel 1 tempo la feralpi ci ha sovrastato perché ha sfruttato il vento a suo favore,omettendo di dire che altrettanto beneficio del vento a favore ne abbiamo usufruito noi nel 2 tempo.
    Ha parlato di sciocchezza nel non tener lontano la palla dalla nostra metà campo negli ultimissimi minuti ma anche qui ha omesso di prendersi le sue responsabilità per tutti quei cambi scellerati che ha fatto in 10 minuti sminuendo la formazione e di fatto consegnarsi alla Feralpi.
    Una preghiera e ne ho sentite parecchie al Ceravolo : AUTERI VATTENE

Lascia un commento