Catanzaro News Intervistiamo

Esclusiva DB Radio – Giacomo Moscatello: «Senza aiuto non riusciremo a finire il campionato»

Samuele Cardamone

A NetClub il presidente del Catanzaro Calcio femminile fa il punto sulla situazione societari

Il presidente del Catanzaro Calcio femminile intervenuto a NetClub su DBRadio ha risposto alle domande di Matteo Pirritano, Francesco Panza e Samuele Cardamone sulla nuova stagione che sta per iniziare e sull’indifferenza degli imprenditori verso la sua squadra.

Che campionato sarà per il neopromosso Catanzaro in questa serie C dove il livello sarà più alto rispetto alla scorsa stagione?

“Non solo il livello è più alto ma c’è da considerare che tutte le squadre si sono rafforzate in estate. Noi partiamo dallo zoccolo duro dello scorso anno più qualche innesto, puntiamo sul gruppo, su quella che per noi è una vera e propria famiglia. I nuovi innesti sono indietro di condizione ma si metteranno in pari con le altre e ci daranno anche loro una mano.”

Attraverso i tuoi social hai fatto sapere della trattativa in corso con il Crotone che ha suscitato molti malumori, come sei venuto in contatto con loro?

“Come gli altri anni ho cercato una mano da parte dell’US Catanzaro per cercare di diventare la squadra femminile ufficiale del Catanzaro ma la società ha rinnovato l’affiliazione. Dopo questo rifiuto ho cercato altrove ed è arrivato il Crotone che ha aperto un dialogo, ma non c’è assolutamente niente di definitivo. Mi sono seduto a parlare con loro perché non posso continuare, come fatto l’anno scorso, a chiedere soldi ai genitori per finanziare le trasferte delle ragazze. Vorrei solo capire perché nessuno ci vuole dare una mano.”

Anche dagli imprenditori non sono arrivati degli aiuti?

“Non solo gli imprenditori non si sono avvicinati, ma anche la politica ci sta ignorando. Non capisco perché il sindaco quando si parla della squadra maschile si mobilita per cercare imprenditori che investano nel progetto mentre per noi non si è degnato di fare niente.”

Nella sua pagina Facebook ha parlato dell’approccio con il Crotone come di una “questione di sopravvivenza”, allo stato attuale la società quanto può permettersi di andare avanti?

“Quest’anno le partite saranno di più rispetto allo scorso anno e le trasferte molto più lunghe ed impegnative, se nessuno ci aiuterà potremo fare al massimo 7-8 trasferte. Lo scorso anno dopo aver pagato l’iscrizione ci siamo dovuti ritirare, quest’anno ci crediamo. Voglio regalare un sogno a queste ragazze. Penso che dovrebbe essere un orgoglio per il comune e per tutta la città avere una squadra femminile a questo livello, spero ci diano la mano della quale abbiamo bisogno che ripagheremo con il massimo impegno sul campo.”

A proposito dell’autore

Samuele Cardamone

Samuele Cardamone

2 Commenti

  • Se qualcuno sa come aprire una raccolta fondi … E punto netla sponsorizza si potrebbe far fronte alle prime spese in attesa che si sblocchi qualcosa…
    Senza sordi non si camta missa…
    Speriamo bene…
    GRAZIE RAGAZZE SITI LE MEGGHIU… e sembra che sta citta” non vi mertita

  • Affiliati con il Crotone compare. A malincuore lo dico, ma Noto soldi non ne caccia, purtroppo non sei nel giro degli amici del sindaco e quindi manco ti saluta per strada. Peccato per le ragazze, forti e motivate. C’è da dire che a Catanzaro ci sono molti sport che purtroppo arrancano economicamente, uno su tutti il rugby. SVEGLIA SERGIARÈ CHE A COSENZA SONO AVANTI ANNI LUCE!!

Lascia un commento