Numeri Giallorossi

I numeri di Catanzaro-Catania

catanzaro potenza

Statistiche, precedenti e curiosità del cinquantacinquesimo incontro tra giallorossi e rossoazzurri

Catanzaro-Catania: la sfida delle grandi deluse. Partita da non sbagliare per entrambe le compagini quella del “Ceravolo” in programma per domenica alle 20:45 con due squadre troppo distanziate dalla vetta per essere, ancora, a metà novembre.

I NUMERI

Il Catanzaro è al sesto posto con Viterbese e Teramo con 21 punti. Sei successi, tre pareggi e cinque sconfitte con 20 reti all’attivo e 17 al passivo per i giallorossi. Al “Ceravolo” sono 16 i punti ottenuti dalle aquile a fronte di cinque vittorie, un segno X ed una gara persa con 14 gol fatti e 7 subiti.

Terza rete in campionato per Nicastro e Fischnaller. L’attaccante altoatesino si trova decurtato del gol realizzato in casa con la Sicula Leonzio perchè risultato come autorete. Secondo assist consecutivo per Favalli con un altro cross dalla sinistra trasformato in gol dall’ex Ternana. Con l’ingresso in campo di Urso diventano ventisei i calciatori impiegati dal Catanzaro in questa torneo. Sin qui non hanno ancora giocato i portieri Adamonis e Mittica e i giocatori di movimento Bayeye e Novello.

Con la rete realizzato da Nicastro con la Cavese si è interrotta la sterilità offensiva esterna che durava da 252 minuti. Primo gol segnato dalle aquile fuori casa nei primi tempi.

Il Catania è decimo con venti punti ma con una gara in meno. Sei successi, due pareggi e cinque sconfitte con 21 gol fatti ed altrettanti incassati per gli etnei. Lontano dal “Massimino” bilancio disastroso per i rossoazzurri che dopo la roboante vittoria per 2-6 ad Avellino hanno perso cinque gare di fila. Sono 10 le reti segnate da Lodi e compagni, 18 quelle subite.

I PRECEDENTI

Le due squadre si sono affrontate 54 volte. 23-18 le vittorie per il Catania che è in vantaggio anche per reti segnate 76-69. Nei 27 precedenti del “Ceravolo” il Catanzaro ha vinto 13 volte, pareggiato 8 e perso 6. 45-28 per i giallorossi il computo dei gol. Sono i successi consecutivi per gli eteni in Calabria.

Nello scorso campionato, il 9 marzo, terminò 1-2 con Marotta e Di Piazza che ribaltarono la rete iniziale di D’Ursi. Larghissima vittoria dei rossoazzurri nella il 31 marzo 2018 per 0-4. Tutti i gol nella ripresa a firma di Barisic, Curiale, Ripa e Porcino. Il 2 aprile 2017 vinse il Catanzaro 2-1 con reti di Sarao al 6’ e Giovinco al 23’; di Mazzarani al 31’ la rete degli ospiti. A reti inviolate l’incontro del 21 febbraio 2016. Le squadre non si affrontavano dalla breve parentesi di due stagioni (da dimenticare) delle aquile in Serie B. Nel 2005-2006 sul neutro di Lecce finì 1-3 con gol di Mascara al 17, Caserta al 31’; Mattioli per il Catanzaro al 50’; ancora Mascara al 72’.

Vittoria etnea anche nel campionato precedente con un rocambolesco 2-3. Aprì Manfredini con un lancio dalla difesa non toccato né da Bruno né da Lafuenti in uscita al 16’; pareggio di Corona su rigore al 22’; sempre dal dischetto vantaggio giallorosso ad opera di Carbone ad inizio ripresa; il terzo penalty di giornata lo realizzò Edy Baggio al 59’; gol vittoria di Bruno al 61’. Rete dubbia annullata a Corona per fuorigioco. Il 13 settembre 1998 finì 1-1 con Marsich che rispose a Brutto. Il primo incontro è datato 8 marzo 1931 ed è terminato 3-1 per il Catanzaro.

CURIOSITA’

La vittoria per 0-4 del 31 marzo 2018 è la più larga del Catania a Catanzaro. In panchina c’era proprio Cristiano Lucarelli, attuale allenatore degli etnei. L’ex giocatore del Livorno al “Ceravolo” ha vinto anche l’altra partita quando era sulla panchina del Messina imponendosi per 0-1 nella stagione 2016/2017.

Di seguito l’infografica della partita a cura del nostro Alfredo Cristiano.

A proposito dell’autore

Ferdinando Capicotto

Ferdinando Capicotto

4 Commenti

Lascia un commento