Catanzaro News Numeri Giallorossi

I numeri di Catanzaro-Foggia

Statistiche, precedenti e curiosità del cinquantanovesimo incontro tra Aquile e Satanelli

Prima di tre partite in una settimana per il Catanzaro. Al “Ceravolo” giunge un Foggia che ha iniziato il proprio campionato domenica scorsa dopo il ripescaggio dalla Serie D.

I NUMERI

I giallorossi hanno l’obiettivo di dare continuità ai due risultati utili ottenuti con la Paganese (1-0) e Vibonese (0-0) cercando il successo. Le Aquile hanno conquistato 4 punti in tre partite con due gol fatti ed altrettanti subiti.

Branduani non prende gol da 244 minuti, ovvero dalla rete al 26’ di Salvemini del Potenza. Il portierone delle Aquile è stato uno dei protagonisti del derby di Vibo Valentia con una parata, in particolare, superlativa nel corso della ripresa.

Sono stati ventiquattro i calciatori utilizzati da mister Calabro nelle prime tre partite dei giallorossi. Branduani, Fazio e Pinna sono gli unici che hanno giocato tutti i 270 minuti.

Per il Foggia, quella del “Ceravolo”, sarà la prima trasferta del campionato e sarà la terza gara in una settimana. L’esordio è stato ottimo con un 2-0 rifilato al Potenza. Nel recupero della prima giornata è giunta, invece, una sconfitta per 1-3 con il Bisceglie con i satanelli ridotti in dieci dal 12’.

I PRECEDENTI

Le due compagini si sono incontrate ben 58 volte. Foggia avanti 26-16 con 16 pareggi. 74-63 per i rossoneri il computo delle reti segnate.

Al “Ceravolo”, nei 29 match giocati sin qui, il Catanzaro ha vinto 15 volte, pareggiato e perso 7. 43 i gol segnati dai giallorossi, 28 dai pugliesi.

Dovrebbe essere una partita diversa rispetto alle ultime due, nelle quali il Foggia con l’obiettivo della promozione giungeva in casa di una squadra alle prese con la lotta salvezza. I rossoneri si sono imposti in entrambe le circostanze. Il 5 aprile 2017 fu Di Piazza (che vestiva la casacca dei satanelli) ad entrare dalla panchina e a cambiare la gara segnando il gol del vantaggio al 77’, raddoppiato da Mazzeo all’81’. Accorciò le distanze Maita all’83’ ma non bastò.

Secco 0-3 dei rossoneri il 24 gennaio 2016. Aprì Sarno al 30’ su un’azione controversa con Bernardi a terra. Lo stesso Bernardi verrà espulso subito dopo. Lo raggiunse negli spogliatoi Floriano del Foggia. Nella ripresa Agnelli al 47’ su calcio di rigore e Sarno, ancora, all’84’ in contropiede.

L’ultimo successo del Catanzaro è relativo alla stagione precedente quando furono i giallorossi ad imporsi per 3-0 l’11 marzo del 2015. Rigione portò avanti le Aquile su calcio piazzato. Il raddoppio di Russotto fu una perla con il giallorosso che prese palla su un angolo dei satanelli e si fece tutto il campo palla al piede in contropiede battendo Narciso per il 2-0. Nella ripresa a segno Bernardo.

Nel 2003-2004 le squadre si affrontarono l’8 febbraio. Decise un febbricitante Re Giorgio Corona al 93’. Tocco sotto di Briano dalla trequarti, un difensore ospite impennò la sfera di testa che il vento aggiustò per il sinistro chirurgico a volo del Re sul secondo palo facendo impazzire il “Ceravolo”.

L’anno prima, in C2, fu il Foggia che poi vinse il campionato ad ottenere il successo per 1-2 con gol di Greco al 28’ e Del Core all’83’, intervallati dal momentaneo pari di Moscelli su rigore al 63’.

Una partita si giocò anche in Serie A, nella stagione 1976-77, quando il 9 gennaio sul neutro di Reggio Calabria, le Aquile si imposero 3-1 con l’autorete di Pirazzini ed i gol di Improta e Michesi con Domenghini che realizzò la rete del momentaneo 2-1.

CURIOSITA’

Il Foggia è la squadra del Girone che ha affrontato più volte il Catanzaro.

Di seguito l’infografica del match a cura del nostro Alfredo Cristiano. 

A proposito dell’autore

Ferdinando Capicotto

Ferdinando Capicotto

Lascia un commento