Brevi

Il Catanzaro cala il poker, battuto anche il Coscarello

Redazione
Scritto da Redazione

La corsa delle aquile continua con il 3-1 nel secondo derby stagionale

Il Catanzaro vince ancora nel derby calabrese giocato al centro tecnico federale di Catanzaro Sala.

Dopo il successo contro il Cosenza ad inizio stagione, le giallorosse piegano anche il Coscarello per 3-1 consolidando così il primato in classifica.

Il match, molto più impegnativo e combattuto rispetto ai precedenti due incontri finiti in goleade, si sblocca all’8° minuto grazie al duo Cardamone-Verrino.

Il capitano, dopo una bella discesa sulla fascia, serve il numero 9che, in area, viene atterrata nettamente.

L’arbitro decreta il calcio di rigore che la solita Romeo mette dentro raggiungendo così la doppia cifra in campionato dopo appena 4 giornate.

Entrambe le squadre non si risparmiano sul campo e la partita è a tratti anche dura, classica peculiarità dei derby.

Il primo tempo si chiude sull’1-0 per le padrone di casa senza particolari patemi d’animo per gli estremi difensori.

La ripresa inizia forte con il Coscarello che, al 52°, va vicinissimo al goal del pari con un diagonale della De Luca che trova però pronta l’estremo difensore giallorosso, Zangari, che si esibisce in una parata che strappa gli applausi a tutta la tribuna.

La reazione delle padrone di casa non tarda ad arrivare.

Due minuti dopo, la Cardamone controlla a seguire un passaggio sulla trequarti ed entra pericolosamente in area dove viene atterrata.

Per l’arbitro è ancora una volta rigore.

Dal dischetto si presenta la Romeo che stavolta si fa ipnotizzare da Sirangelo che intercetta il penalty, ma non può niente sulla lesta ribattuta di Verrino che insacca.

Due a zero.

Il raddoppio taglia le gambe alla squadra di Castrolibero.

Le cosentine non riescono a riaprire la gara e crollano definitivamente ad un quarto d’ora dalla fine.

Protagonista ancora la Romeo che si riscatta,al 74°, disegnando una splendida parabola dai 25 metri su punizionescavalcando la barriera e rendendo inutile l’intervento di Sirangelo che non arriva sul pallone.

Doppietta per la numero 10 e tre a zero per le aquile.

A dieci minuti dal termine le ospiti trovano la rete della bandiera.

Sugli sviluppi di un corner, a seguito di una mischia in area, è cavaliere che la mette dentro portando il match sul 3-1.

Le giallorosse potrebbero aumentare lo scarto, con ancora Romeo protagonista ed in cerca della tripletta, ma l’estremo difensore ospite dice no con uno splendido intervento, mettendo in angolo una grandissima conclusione a giro.

Sui titoli di coda capitan Cardamone tira fuori dal cilindro una meravigliosa rovesciata che finisce però sul fondo.

Il fischio finale, dopo 4 minuti di recupero, ribadisce il primato in classifica delle aquile che salgono così a 12 punti e staccano il Cosenza di due punti pur avendo giocato una partita in meno.

Applausi.

Al termine del match un soddisfatto Tato Sabadini dichiara ai nostri microfoni:

“È stata una buona prestazione delle ragazze e devo fare i complimenti alle avversarie che ci hanno messo in difficolta. Avevamo avuto in settimana delle defezioni, ma le ragazze aiutandosi le une con le altre hanno portato a casa i meritati 3 punti”

“Vogliamo vincere il campionato”- aggiunge il mister –“le nostre vere avversarie saranno le due calabresi che sono più pronte rispetto alle squadre della Basilicata che hanno iniziato i loro progetti quest’anno”

Sulla proposta del presidente Giacomo Moscatello, di far giocare alle ragazze l’ultima partita di campionato al “Ceravolo”, Sabadini aggiunge: “Sarebbe bello. Noi stiamo crescendo tanto e abbiamo bisogno del sostegno dei tifosi del Catanzaro”.

A proposito dell’autore

Redazione

Redazione

Dal 2002 il portale più letto e amato dai tifosi giallorossi del Catanzaro

Lascia un commento