Numeri Giallorossi

Il Catanzaro miglior attacco della Serie C

Fischnaller

Tutti i numeri della regular season del Catanzaro.

La regular season 2018-2019 è terminata. Il Catanzaro ha concluso con un successo folle per 6-3 al “Ceravolo” contro il Trapani la sua marcia iniziata con l’1-0 – sempre interno – con il Potenza. Gli uomini di mister Auteri disputeranno da terzi in classifica i playoff per giocarsi la promozione in Serie B. Analizzando i numeri totali delle aquile in questa stagione non verrà preso in considerazione il 3-0 a tavolino con il Matera, proprio come accaduto per i numeri interni.

MIGLIOR ATTACCO DELLA SERIE C

In 35 incontri, quindi e non 36, i giallorossi hanno conquistato 64 punti con una media di 1,83. 19 vittorie (54%), 7 pareggi (20%) e 9 sconfitte (26%) per le aquile che hanno segnato 62 gol (1,77 di media) e ne hanno subiti 32 (0,91). Il Catanzaro è il miglior attacco dell’intera Serie C.

Le aquile hanno ribaltato il punteggio una volta sola, proprio all’ultima contro il Trapani. In quattro circostanze (Casertana e Trapani nel girone d’andata in trasferta; Catania e Virtus Francavilla nel ritorno al “Ceravolo”) i giallorossi sono stati rimontati e superati.

D’URSI-FISCHNALLER: 27 GOL IN 2.

D'Ursi CatanzaroSono ben 16 i calciatori andati a segno.  In testa D’Ursi con 14 reti, subito dietro a Castaldo della Casertana capocannoniere con 17; poi Fischnaller 13, Bianchimano 5; Kanoute e Giannone 4, Ciccone, Signorini e Celiento e Maita 3; Iuliano, Figliomeni ed Eklu 2; Riggio, Statella, De Risio, Infantino 1.

In totale sono stati 40 i gol su azione, 22 da calcio da fermo con cinque rigori segnati su nove. Hanno segnato Ciccone con il Potenza, Kanoute con il Trapani e con il Rieti, Fischnaller con la Cavese e D’Ursi con il Potenza; hanno sbagliato Kanoute ancora con il Trapani il possibile penalty dello 0-2; Giannone con il famoso cucchiaio di Castellamare, Fischnaller e Bianchimano a Siracusa. I quattro errori sono avvenuti tutti in trasferta.

Guardando la distribuzione dei gol sono state segnate 14 reti tra nel primo quarto d’ora; 10 tra il 15’ ed il 30’; 12 tra il 30’ ed il 45’; 7 tra il 45’ ed il 60’; 13 tra il 60’ ed il 75’ e 6 nell’ultimo quarto d’ora di gara. Sono 36 le reti nel primo tempo, 26 nella ripresa.

STATELLA E FISCHNALLER MIGLIORI ASSISTMEN

14 calciatori hanno realizzato almeno un assist per un totale di 31 (esattamente il 50% dei gol totali). Comandano la speciale classifica Statella e Fischnaller con 5, poi Ciccone con 4, Iuliano 3.

GOL SUBITI: 8 VOLTE RETE INVIOLATA

Il Catanzaro non ha subito gol per 16 incontri (46% degli incontri totali). Tre i portieri utilizzati: Golubovic, Elezaj e Furlan.

21 le reti incassate su azione e 11 da fermo, Quattro rigori fischiati contro il Catanzaro. A segno Paponi della Juve Stabia contro Elezaj, Castaldo della Casertana contro Golubovic e Polidori della Viterbese contro Furlan. Proprio Furlan ha ipnotizzato Evacuo del Trapani.

Per quanto concerne la distribuzione dei gol incassati le aquile hanno subito 4 gol nel primo quarto d’ora; 2 rete tra il 15’ ed il 30; 4 tra il 30’ ed il 45’; 8 tra il 45’ ed il 60’; 7 tra il 60’ ed il 75’; 7 tra il 75’ ed il 90’. Sono 10 i gol presi nei primi tempi, 22 nelle riprese.

PRESENZE: CELIENTO IL PIU’ IMPIEGATO

Daniele Celiento

Celiento

Ben 28 i calciatori impiegati da mister Auteri.

Come numero di presenze nessuno ha sempre giocato. Il più utilizzato è stato Maita con 34 presenze. Il capitano ha saltato solo quella con il Rende per squalifica.

Come minutaggio il migliore è stato Celiento con 2959; poi Maita 2812, Riggio 2562, Statella 2545, Favalli 2346, Fischnaller 2089.

CAPITAN MAITA E CELIENTO I PIU’ AMMONITI

Sono stati ammoniti 22 calciatori per un totale di 83 gialli (2,37 a partita). I più puniti Maita e Celiento con 8 ammonizioni; Riggio con 7, Furlan, De Risio, Iuliano e Figliomeni 6.

5 le espulsioni invece: Figliomeni (dalla panchina) contro il Potenza, Riggio con la Juve Stabia, Eklu a Potenza, Signorini e Maita a Viterbo.

Sono stati 10 i calciatori ad essere sanzionati da squalifiche: Riggio 4, Figliomeni 3, Maita ed Eklu 2, Furlan, Celiento, Iuliano, Ciccone, De Risio, Signorini 1.

Paganese e Sicula Leonzio le compagini che hanno concluso in 10 al “Ceravolo”, Viterbese e Siracusa sul proprio campo.

GUARDARE AVANTI

Il Catanzaro ha disputato un ottimo campionato posizionandosi terzo in classifica. Ad agosto probabilmente in molti avrebbero posto una firma per una classifica del genere. I rimpianti ci sono per quello che poteva essere e non è stato. Ormai però è tempo solo di guardare avanti, imparando dagli errori commessi per giocarsi dei playoff al massimo.

Probabilmente la migliore posizione è proprio quella del Catanzaro che da terzo può riposarsi quanto basta e ricaricarsi. Lo stesso responsabile dell’area tecnica del Trapani non era molto soddisfatto visto che i suoi dovranno riscendere in campo fra un mese.

Le aquile hanno tutte le potenzialità per disputare degli spareggi promozione importanti a patto che si stia tutti uniti verso l’obiettivo.

A proposito dell’autore

Ferdinando Capicotto

Ferdinando Capicotto

6 Commenti

Lascia un commento