La Striscia

La costruzione del nuovo Catanzaro

Conferma dei migliori e ricerca di profili top per la categoria. Questa la ricetta dei giallorossi per tentare una nuova scalata alla B

È trascorso quasi un mese, 23 giorni per l’esattezza, da quando il Catanzaro è stato eliminato dai playoff per mano della Feralpisalò dopo il 2-2 beffa del “Ceravolo”. Ne dovrà trascorrere un altro prima che le aquile si ritrovino a Moccone per preparare la prossima stagione. L’ambiente giallorosso si trova nel classico limbo di giugno, a cavallo fra la ricerca di motivazione per assorbire un’eliminazione che fa ancora male e l’aspettare con trasporto il nuovo inizio.

Confermato mister Auteri, ci si interroga sulle operazioni di mercato dell’US fra mille e più voci che già si sentono da più parti. Voci, appunto. Alle quali, per una precisa scelta di redazione, non daremo spazio cercando sempre di verificare le fonti attenendoci alle opzioni di mercato realmente percorribili.

Di certo le aquile si muoveranno per rinforzarsi e puntare alla Serie B. La base sarà composta da una rosa che ha disputato una buonissima stagione, grazie anche al proprio condottiero. Difesa ed attacco sono nel mirino di società e tecnico ed è facile intuire che saranno oggetto del maquillage più corposo.

SITUAZIONE CONTRATTUALE

Analizzando reparto per reparto i contratti dei vari giocatori, ci si accorge immediatamente della situazione delicata che riguarda la porta delle aquile con tutti e tre i portieri (Furlan, Elezaj e Mittica) in scadenza a fine giugno. Solo Furlan ha il contratto fino al 30 giugno con opzione per il rinnovo. Bisognerà capire come la società deciderà di muoversi. Certo è che si proverà a trattenere proprio il numero uno titolate, attestatosi fra i migliori della categoria.

In difesa, tranne Lame e Nikoloupolos in scadenza (probabilmente non vestiranno la maglia giallorossa nella prossima stagione, ndr), i vari Celiento, Figliomeni, Riggio, Signorini e Pambianchi hanno tutti un contratto fino al 2020. Quello arretrato è stato un reparto caratterizzato dai numerosi infortuni che hanno tenuto spesso lontano dai campi l’ex Latina e l’ex Benevento, con Pambianchi fermo per quasi tutta una stagione. Questo potrebbe essere un criterio di valutazione da parte del club giallorosso. Gli unici veri punti fermi sembrano essere Celiento e Riggio.

Capitolo esterni. C’è da comprendere come ci si muoverà con Casoli, “pupillo” di Auteri,  che complice la troppa duttilità non si è ben amalgamato con il gioco giallorosso. Proveniente dal Gubbio, ha firmato per sei mesi e quindi è in scadenza di contratto. Statella, Favalli e Posocco hanno firmato un biennale; per Nicoletti si parla di 2021. Chi rischia di più è chiaramente Posocco, impiegato veramente col contagocce da mister Auteri. Anche lo stesso Favalli potrebbe lasciare le aquile.

A centrocampo il fulcro sarà come accade da un po’ di stagioni capitan Maita (contratto fino al 2020). Se per De Risio si parla di 2020 con opzione per un prolungamento, molte attenzioni sono rivolte su Iuliano che la scorsa estate ha firmato un annuale con opzione, trovandosi così in scadenza. Discorso diverso per Eklu in prestito dalla Spal, dove probabilmente ritornerà. L’unico certo del posto sembra solo il capitano.

Veniamo alle “bocche da fuoco”. Scontato l’addio di Bianchimano, in prestito dal Perugia, l’unico in scadenza è Ciccone. Per Giannone  il contratto è fino al 2020 così come per Fischnaller.

Kanoute e D’Ursi sono in scadenza nel 2021 e pochi giorni fa, quest’ultimo, ha postato una foto della scorsa stagione sul proprio account Instagram con scritto “Voglia di ripartire”.

CAPITOLO STAFF MEDICO

Si prospettano alcune variazione riguardanti lo staff medico: dovrebbe restare Maurizio Caglioti, mentre a lasciare sarebbero Raffaele Mauro ed il fisioterapista Saverio Arena. La new entry dovrebbe essere, invece, Luigi Novello.

A proposito dell’autore

Ferdinando Capicotto

Ferdinando Capicotto

57 Commenti

  • Prima di tutto rivoluzionare la difesa, se si vuole veramente competere, credo senza dubbi che lo scorso campionato ci sono stati dei degnali molto chiari, altrimenti faremo un altro anno d’attesa.

  • …. Con il modulo molto propositivo di Auteri sono solo i DIFENSORI che sono esposti a rischi molto evidenti… Con la perdita della palla in fase offensiva si cerca l’immediata conquista della stessa con la linea difensiva oltre la metacampo e se non riesce la riconquista… spesso i dif. centrali si trovano con il CONTRATTACCO avversario in INFERIORITÀ NUMERICA o 1 contro 1…Aggiungo che anche i CENTROCAMPISTI CENTRALI partecipano e si inseriscono a turno in fase offensiva e quindi si creano degli spazi tra le LINEE PERICOLOSE non di immediata lettura e quindi oltre agli attaccanti,i difensori sono costretti anche ad intervenire per eventuali chiusure… Questo è il giuoco del CATANZARO molto spettacolare in fase offensiva ma che lascia spesso in fase difensiva troppo spazi a favore dell’avversario… È una SCELTA di AUTERI di difendere così, quindi fate un analisi più approfondita e vedrete che forse quello ho detto è giusto!!! Quando il Catanzaro ha deciso di ASPETTARE gli avversari con tutta la squadra dietro la linea della palla ha rischiato poco o niente ed ha vinto spesso…Credo che se si volesse decidere di difendere in questo modo… Con i nostri ATTACCANTI veloci e di qualità che sono bravi anche ad attaccare gli spazi e a non dare punti di riferimento… con le qualità di tutto il resto della squadra che li mettono nelle condizioni di finalizzare l’azione… CON QUESTO “EQUILIBRIO” saremmo secondo me devastanti…

  • A mio parere il problema non è la difesa, perché molte volte il problema è stato il filtro a centrocampo dove servirebbe un bel mediano, in difesa ne comprerei solo uno forte, è il centrocampo il reparto delicato, qui ne servono 3 buoni, in attacco prenderei il sostituto di bianchimano e un giovane forte.
    Non bisogna snaturare la squadra perché l’unica possibilità per andare in B è partire subito a 100.
    Ripeto, sarebbe importante collaborare, da pari però, con i gemelli della Fiorentina e andate a studiare il modello Atalanta, che conosco bene vivendo vicino a Bergamo, se ne gioverebbe anche il territorio.
    FORZA AQUILE!!!

    • Infatti cara Aquila ho visto la partita Trapani -Piacenza e mi è venuto subito nostalgia di vedere il Catanzaro e il suo gioco, non perchè sono tifoso (anche) ma perchè non c’è paragone con la pochezza del gioco di M……. messo in mostra dalle due contendenti la Serie B.

    • Quel rigore è valso 6 punti di distacco: 3 punti in meno per il Trapani e 3 punti in più per noi e il secondo posto sarebbe stato nostro. Un consiglio per Auteri: decidere a priori il 1° e il 2° rigorista e non chi vuole tira, forse questo ci avrebbe risparmiato anche la telefonata di Giannone a Castellammare che di fatto è coincisa con il successivo, mai recuperato, calo di gioco e di risultati

  • Salve a tutti.
    Purtroppo con il mister Auteri siamo davanti ad una scelta o la Moglie Ubriaca o la Botte Piena .
    Con lui riusciamo ad avere solo la moglie ubriaca. A me piace avere la Botte Piena…..
    Dispiace tanto e chiedo scusa a tutti se non riesco a far passare il mio messaggio d’amore.
    Provo ancora tanta delusione ed amarezza per questo campionato buttato a gambe all’aria e che adesso ci avrebbe visti ubriachi di felicità.
    Ricordo che in B sono andate le vincenti di 2 semifinaliste e non la vincitrice della finale. Che peccato.
    Comunque non disperiamo anche se d’ora in poi sarà difficilissimo tentare la promozione visto gli squadroni che ci saranno e che probabilmente inseriranno anche la Ternana.

    • Caro Francesco io sono d’accordo con te., infatti la differenza fra aquile e Trapani quest’anno l’ha fatta la costa da del loro bravo e onesto CT., Alla fine con poche parole e più fatti di Auteri ha postato a casa la meritata promozione nell’arco della guerra , la singola battaglia non vale nulla..

      • Gli episodi, la sfortuna e gli arbitri non vanno però dimenticati.
        Auteri non tira i rigori, non è in porta e soprattutto non arbritra

        • Aquilafelnord
          Queste sono rotte variabili generali valide x tutte le squadre che si compensano sempre all fine di ogni campionato.. gli errori dei cambi scellerati rimangono e anche la spocchia di chi si sente superiore a tutti e tutto.. i fatti parlano e la C rimane ..

  • Il presidente del Piacenza è furibondo e chiede ai presidenti delle società sane di coalizzarsi per mandare a casa i politicanti della Lega Pro che hanno falsato il campionato. Speriamo che succeda davvero perché con questa gente e questi arbitraggi continuo ad avere brutti presentimenti.

  • Le ingiustizie valgono x tutte le squadre .. non bisogna avere sempre una scusa x tutto .. gli errori principali sono da attribuire alle scelte sbagliate di un tecnico esuberante , e borioso e alla scarsa qualità dei preparatori atletici ..
    il resto sono chiacchiere da bar..

    • Sui preparatori atletici posso concordare, è da anni che scrivo questo mio dubbio.
      Mentre per l’allenatore non concordo in quanto un allenatore del livello di Auteri se avesse anche un bel carattere sarebbe al Barcellona, ricordiamoci che siamo in C ed Auteri è un lusso.

      • Aquila, infatti sta proprio qui il problema. Bravo hai centrato! Il carattere fa parte anche di un aspetto socio culturale che si lega strettamente all’abilita di Un bravo o come dici tu un lusso x la categoria.. ma tu sai quanti bravi allenatori poi all fine ha toppato x via del loto caratteraccio!?.. vuoi che prima o poi qualche calciatore mal trattato da lui stesso alla fine non gli remera’ contro , vuoi x tutte le solite lamentele contro gli arbitri , la lega ,a volte anche il tifo , il sistema calcio etc e dunque poi anche tutto ciò gli si ritorce contro perché esagera nell’arco di un campionato intero a lamentarsi sempre e sistematicamente con arroganza invece di chiedere scusa ai tifosi quando gli errori li ha commessi solo lui e più di una volta .. l’allenatore bravo e’ anche quello che sa gestire spogliatoi , ambiente esterno e rapporti con arbitri , a lui tutte queste virtù mancano .. nessuno ha capito che anche agli arbitri ormai sta sulle scatole perché ha una bocca troppo larga… e lo puniranno sempre .. si è visto!

  • Purtroppo a Catanzaro non vogliamo crescere.
    È sempre colpa di altri.
    Bisogna farsene una ragione e non prendersi in giro la colpa del nostro fallimento è tutta del mister Auteri.
    A Castellammare rigore x noi e tra i migliori rigoristi del campionato chi manda il grande mister a battere il rigore un Dilettante.
    Seguono le sconfitte con Bisceglie Francavilla Rieti e Siracusa.
    Le squadre più forti della lega pro.
    E parlano ancora di Auteri.
    Siamo alla follia più pura.
    Adesso eravamo in serie B se avessimo avuto un altro allenatore perché il nostro era decisamente l’organico più completo e forte di tutta la lega pro.
    Un attacco con Bianchimano Kanoute’ D’ursi Fischnaller chi c’è l’aveva.
    Poi inizio ad andare fuori giro ed i grandi Tifosi si offendono.
    Sono stufo di sentirmi dire in giro per i campi di lega pro la canzone LA SERIE A L’HA VISTA SOLO TUO PAPA

  • Leggo su internet di un interessamento del Catania a Bianchimano, spero che non se ne faccia niente. Personalmente stimo molto questo centravanti e mi dispisce che tornerà al Perugia. Avrei fatto di tutto per trovare un accordo perchè è giovane, tecnicamente dotato sia di piede che di testa, è freddo sotto porta e magari non lo vedi per tutta la partite ma poi il suo contributo e il suo golletto lo fa quasi sempre. Molti centravanti che abbiamo avuto facevano molto fumo e poco arrosto.

  • Ciccio quando negli stadi sti maledetti ci cantano la canzone LA SERIE A L’HA VISTA SOLO TUO PAPÀ certamente intendono mio papà da bambino essendo passati Quasi 40 anni.
    Speriamo che la Reggina non salga in serie B anche se il loro presidente Gallo ha dichiarato di voler investire 3 milioni di euro aggiunti a quelli spesi a gennaio scorso vuol fronteggiare il Bari e vincere il campionato per poi puntare la serie A.
    Che fortuna hanno avuto i cuginastri.
    Vogliono ottenere il decimo campionato di serie A.
    Io credo e spero che lo sognano. Intanto noi siamo felici ABBIAMO AUTERI LO SPECIAL ONE DEI DILETTANTI

  • Ripeto siamo in serie C, nessun Zidane verrà ad allenare il Catanzaro e nessun Conte allenerà una nostra avversaria diretta.
    Auteri è forse il massimo che si vuole ottenere in questa serie, quando avevamo Brevi il Catanzaro giocava male ma otteneva i risultati, eppure i tifosi si lamentavano ugualmente.

    • Aquila, io non sono d’accordo perché oggi si va verso un calcio più moderno e Auteri ancora gioca in modo antico in mezzo al campo.. ci sono allenatori meno famosi ma più emergenti .. oggi l’esperienza non serve tanto , invece bisogna aggiornarsi e trovare soluzioni nuove come ha fatto un dinosauro come braglia che da antico che era come Auteri si è aggiornato tantiissimo col falso nueve e due esterni che si scambiano anche spesso le fasce o anche Marino un altro ct molto all’avanguardia , a me personalmente piace molto quello del Francavilla la come si chiama .. ex rende.. quello e’ emergente e innovativo.. serve gente così che stravolgono le solite minestrine tattiche riscaldate del passato..

      • Caro amico, può essere che tu abbia ragione, però sicuramente non è vecchio come atteggiamento, infatti come intensità, pressing e corsa sembra l’Ajax, anche in attacco utilizziamo molto le fasce il centravanti classifica è arrivato solo a gennaio e chissà se è stata una sua scelta.
        Vediamo come ci muoveremo sul mercato…

  • Caro Francesco,
    Non mi fido troppo di Gallo.. un cosentino puro che e’ andato a fare il prestanome delle cosche della piana x ripulire e lavare alla lillo foti style.. x me questi presto scoppieranno come una pentola a pressione.. oggi non si possono più fare sti giochetti.. c’è la DIA che ormai in collaborazione alla finanza iper controllano tutto nelle società calcistiche di tutta Italia.. sono finiti quei tempi dei 9 anni di lavaggi ai tempi di Ciccio cozza e company appoggiati dalla politica Reggina cittadina e regionale dell’epoca., tutta gente finita poi in giudizio , indagata e in galera .. la stessa fine ad alto rischio la farà presto il Crotone dove tutti sanno che ci sta dietro.. anzi sono molto meravigliato che ancora galleggino … anche a vibo c’è qualche famigliola dietro .. le uniche società virtuose in calabria sono CZ , cs e forse il rende .. forse.. il resto è tutto ben risaputo..

  • La vibo ha dietro un imprenditore con i controcoglioni, mentre concordo su tutto il resto, dobbiamo essere strafelici di avere un presidente del genere.
    FORZA AQUILE!

  • Mi rifaccio ad un articolo letto sul VS sito in merito a delle osservazioni e vorrei fare delle considerazioni personali e penso che queste siano un po a conoscenza di tutti perchè chiunque può fare delle ricerche per capire determinate cose e il perchè accadano,senza scendere nei particolari. Secondo alcuni dettami sportivi,nel calcio per fare la preparazione atletica dei calciatori,non basta avere il Diploma ISEF ma che necessita di una profonda conoscenza del corpo umano e quindi bisogna essere Laureati in Scienze Motorie e Sportive oppure in Medicina dello Sport, bisogna fare dei Master presso la FIGC a Coverciano ; Ci sono Moduli Didattici di vari livelli 1-2-3-4- ecc… e in ognuno una metodologia diversa. Ci sono Docenti Universitari e Specialisti del Settore ognuno di sua competenza a svolgere questi Master. Le squadre di Calcio si avvalgono di analisti della preparazione atletica,di fisioterapisti, e di tante altre figure e a mio avviso,diventa impossibile che una sola persona possa fare tutto questo anzidetto. Detto ciò senza volere intaccare la personalità di chicchessia,spera che anche noi in futuro potremmo avvalerci di figure professionali che possano darci una mano per il salto di qualità per poter affrontare i campionati che verranno con il giusto piglio fisico e mentale,nel calcio anche la Psicologia ha un ruolo così come recita il detto latino.Ho letto da diverse parti che alcuni calciatori andranno via e spero che chi arriverà non sarà un flop come spesso accade in tante squadre,faccio gli auguri al Presidente perchè ne esca vincente e felice dalla situazione che lo ha coinvolto. Spero che quest’anno sia diverso dagli altri e si faccia un campionato spettacolare….La squadra ha dimostrato quello che era: Costruita per i play off e cosi’ e’ stato. Poteva andare bene con un pizzico di fortuna; ma onestamente ci sono squadre che sono piu’ attrezzate per il salto di categoria, come parco giocatori ed esperienza( non parlo degli arbitri, ma cerco di fare un analisi tecnica). Se il Catanzaro fosse stato costruito per vincere, a Salo’ avremmo vinto o quantomeno pareggiato, controllando la partita. Stesso discorso in casa: La squadra ha dimostrato limiti contro squadre di una certa caratura Comunque l’obbiettivo della societa’ e’ stato raggiunto pienamente: e’ stata costruita una squadra, ad inizio anno, per poter creare le basi del salto di categoria il prossimo anno. I presupposti adesso ci sono tutti: adesso scelte miratissime di giocatori di esperienza e di qualita’ nei vari reparti, che possano gestire la pressione dell’ambiente e permettere di fare quel salto di qualita’ che ci consenta di arrivare direttame nte in serie B. Io penso che Auteri e Lo Giudice hanno fatto un ottimo lavoro, costruendo un parco giocatori giovane, che sono la base dai quali ripartire per il prossimo anno. Cari tifosi lasciate lavorare mister Auteri, che con una squadra completamente nuova ha dimostrato le sue capacita’. Purtroppo non abbiamo la pazienza necessaria. Ma quella e’ fondamentale per riuscire a costruire un Catanzaro vincente. Ma al di la di ogni pensiero….dico solamente e chiedo solo questo a tutti satringiamoci intorno alla nostra squadra del cuore e gridiamo come sempre….FORZA AQUILE

    • Ciao Apodis, sono d’accordo sul tuo riallarciarti a quanto detto in precedenza sul fattore preparazione fisica, poi x ciò che aggiungi tu sul fattore psicologico mi inviti a nozze perché anche li casca l’asino.. anche questo delicato aspetto purtroppo viene a mancare perché Auteri non ha alcuna finistichezza delicatezza e conoscenza di ciò.. il suo caratteraccio non lo aiuta assolutamente a gestire uno spogliatoio neanche dal punto di vista mentale che starebbe alla base di creare un gruppo che non c’è mai stato fino in fondo secondo me .. tanti cani sciolti e Messi in competizione fra loro spesso non in modo sano..

  • ti ringrtazio Ciccio e cmq anche se ha delle pecche….cmq sia nno vedo allenatori migliori di Auteri per la serie C questo ovviamente secondo me….

    • X me e’ un ct solo mitizzato e sa bene autosponsorizzarsi ai microfoni mentre tant’è pecore lo seguono azzittiti in sala stampa i anche a fargli domande sui suoi errori.. con una corazzata come quest’anno doveva arrivare primo x me superando anche i soprusi arbitrali e gli errori dal dischetto.. x me si e’ persa la più grande occasione x salire degli ultimi anni , una squadra così forte e ben assortita in tutti i reparti io non me la da sempre o quasi .. Vedrai che quest’anno non saremo più competitivi dell’anno passato perché se cambi qualcosa poi devi diamalgamare I nuovi. E al netto delle nuove altre corazzate presenti …
      io ad un certo punto ero convinto di farcela e poi invece gli errori tattici e qualche partita sotto tono contro squadrette ha fatto la differenza e lì le colpe non sono certo degli arbitri o dei palazzi ma di chi non si è fatto seguire fino in fondo perché qualcuno gli ha anche remato contro in campo perché se le va sempre a cercare amche nello spogliatoio stesso , ma questo non è una novità , ma da sempre…

  • Auteri è stato troppo osannato, ha sbagliato tutto il girone di ritorno intestardendosi nel voler far giocare alcuni giocatori, tipo giannone ciccone e sopratutto casoli figliomeni quasi sempre rotto e l’ultima perla a catanzaro con le folli sostituzioni. Abbiamo fatto un girone d’andata fantastico, dopo, purtroppo, sono emerse molte difficoltà che anche lo giudice sotto le righe ha EVIDENZIATO, ma mai spiegato i motivi. Speriamo che auteri e qui sono sicuro, il nostro Presidente avrà dato delle diritte all’allenatore, altrimenti non sarebbe rimasto sulla panchina delle aquile, sul come come comportarsi e come gestire certe situazioni all’interno e all’esterno.Iniziamo senza snobbare la coppa italia, perchè il buon giorno si vede dal mattinoe proseguiamo con dal primo minuto fino alla fine di ogni partita digiocare con il sangue agli occhi non come con la feralpi dove siamo scesi in campo solo per fare una semplice passeggiata. Comunque rimaniamo fiduciosi, abbiamo dato crediti a tanti e continuiamoa farlo per questa splendida società.

  • Furlan sta tirando troppo la corda, non dimentichiamoci che brutto finale di torneo ha fatto. Se non vuole rimanere che andasse via un’altro bravo sarà trovato.

  • Per fortuna per quanto riguarda il portiere basta trovarne uno buona, non ci sono problemi tattici o di amalgama, al limite possono esserci di spogliatoio.
    Furlan per la C è un buon portiere ma concordo possiamo trovarne un’altro

  • ragazzi udite udite notizia di poco fa su tmw :
    Porte girevoli in casa Catania. Il club etneo infatti si appresta a salutare Matteo Pisseri,, su cui è forte l’interesse del neo promosso Bari e della Reggina, e si appresta a ingaggiare un valido sostituto a costo zero. Si tratta, come riferisce Sky Sport di Jacopo Furlan, classe ‘93, in scadenza di contratto con il Catanzaro. Le parti sono già in contatto e stanno limando gli ultimi dettagli prima di annunciare la fumata bianca.

  • Buona sera a tutti.Fa piacere che riusciamo a dialogare in armonia e con una sola passione nel nostro cuore :IL CATANZARO.
    Io come ben sapete non stimo Auteri come allenatore. Per me la causa del nostro fallimento è tutta sua. Avevamo la squadra più forte di tutti i gironi di lega pro, eppure questo signore così osannato, per fortuna solo da una minoranza di noi è riuscito nell’impresa di farci disputare nuovamente e chi sa per quanto tempo un nuovo campionato di lega pro.
    Sono stato tacciato di essere irritante solo per aver messo in evidenza la verità. Siamo stati promossi o siamo ancora qui?
    Sono stato anche minacciato e preso per un pagliaccio scappato da un circo da un anzianotto un tizio di nome Francuccio solo per aver evidenziato il fallimento di Auteri e per aver scritto di Furlan al Catania cosa confermata anche da Sky.
    Che piccolo uomo e poveraccio questo Francuccio.
    Io caccerei Auteri e non baderei al contrario di Noto, al contratto in essere anche per questo anno e prenderei di corsa Scenza mister del Monopoli. Lui si che fa io giocare divinamente la squadra ottenendo i risultati.
    In alternativa come dice Ciccio prenderei Trocini. 2 mister giovani e da un futuro roseo.
    Un saluto affettuoso a tutti

  • Il contratto di furlan andava rinnovo ad aprile, così almeno il Catania avrebbe dovuto sganciare del denaro.
    Francesco non credo che la maggioranza dei tifosi sia contro Auteri, comunque ricordiamoci che a settembre pensavamo di avere una squadra da 5° posto, infatti pochi si sono abbonati, Auteri ha fatto in modo di valorizzare la rosa che comunque era inferiore a quella della casertana, Juve stabia, Catania e Trapani.
    Inoltre bisogna tener conto del calo atletico, la preparazione atletica è fondamentale, siamo sicuri di essere a posto in questo settore?

    • Si d no.. il campionato e’ stato s fati.. una fase in cui si è partiti come si è partiti.. e poi invece si credeva tutti di essere i più forti e tutti si credeva di farcela.. diciamo le cose cone stanno .. poi un paio di gare sbagliate e si è persa la speranza del primato ma sempre covando quella del secondo posto sfumata ancora x altri errori eclatanti nel finale .. a un certo punto si girava più forti di tutte e tutti si sperava nell’aggancio!! E cmq Auteri e’ stata la seconda scelta dopo aver corteggiato in lungo e in largo braglia x sini prima che approdasse ai playoff poi vinto solo x merito suo e dei preparatori atletici.. il cz di quest’anno era di gran lunga più forte del cs dell’anno scorso .. amen

  • Da incompetenti non rinnovare il contratto a Furlan, da questi movimenti capisci che la programmazione è peggio dell’anno scorso. Società come TIRCHIA …..che tristezza

  • Il buon giorno si vede dal mattino.
    Speriamo di entrare ai playoff e giocarcela alla pari con tutti.
    Ancora non mi è passato il dolore di testa dal 22/5.
    Concordo con Ciccio, Auteri è stato la nostra 2 scelta perché si era puntati su Braglia.
    Cerchiamo di essere onesti con noi stessi e non continuiamo a prenderci in giro

  • Francesco
    Ricordo che Braglia aveva anche detto che molto dipendeva se entravano stabilente nei playoff , cioè ancora era in corso il campionato qua do era stato contattato.. Poi l’epilogo Vincente x lui sbaragliando squadroni un po di tutti i vari gironi con un attacco svegliatosi solo nelle ultime partite mentre noi quest’anno abbiamo avuto lattacco più forte dei tre gironi .. .. che maestro quello !

  • Caro Ciccio non mi trovi d’accordo questa volta.
    Non solo avevamo l’attacco più forte di tutta la lega pro come già da me dichiarato in precedenza, ma avevamo la squadra con l’organico più forte.
    Ho visto tutte le partite in chiaro dei play off e di grandi squadre non ne ho visto. A sprazzi ho apprezzato la Carrarese oltre il Trapani ma di grandi corazzate neanche l’ombra. No Pisa no Triestina no Piacenza
    no Monza.
    Ho visto un solo personaggio farsi apprezzare dagli avversari :il nostro grande Auteri.

Lascia un commento