Catanzaro News Dalla Redazione

Matera – Catanzaro 1-1

Tony Marchese
Scritto da Tony Marchese

Botta e risposta nella prima frazione, Aquile penalizzate da terreno di gioco ed arbitraggio

Ennesima partita dominata dalle Aquile, che hano dovuto pero’ faticare e non poco contro un campo reso impossibile dalle piogge e contro un arbitro che ha confuso il calcio con il rugby. A questo purtroppo gli sportivi oggi hanno dovuto assistere, in diretta TV su RaiSport e’ andato in onda un vero incontro di rugby. Grazie al campo e complice un arbitro che ha annullato un gol a Riggio per sopetto fallo su un difensore, e non visto due netti rigori reclamati dai GialloRossi. Il direttore di gara ha altresi concesso una condotta di gara al Matera quantomeno discutibile. I lucani hanno picchiato sin dai primi minuti senza pieta’. A farne le spese Figliomeni nel primo tempo e Kanoute nel secondo.

Le reti entrambe nel primo tempo, la prima ad opera di Ricci al 17′ che nel momento di maggior pressione delle Aquile pesca il jolly con una grande conclusione da fuori area che trafigge Furlan a fil di palo, la seconda al 23′ con D’Ursi che mette di testa in rete un preciso cross di Statella dalla destra.

Specialmente nel primo tempo il Catanzaro ha macinato gioco e creato occasioni per passare. Come gia’ detto, il raddoppio di Riggio annullato dall’arbitro e’ parso ai piu’ regolare.

Nel secondo tempo non si e’ piu’ giocato al calcio. La partita continuamente interrotta dall’arbitro che ha sanzionato con il cartellino solo alcune intemperanze comportamentali e nessun fallo, spezzettata da una miriade di errori dei singoli che hanno provato a pattinare sul campo scivoloso ma senza apprezzabili risultati.

Un plauso va alla squadra che nonostante tutto e’ riuscita a portare a casa un pareggio. Una vittoria sarebbe stato un risultato eccezionale che probabilmente con una diversa conduzione di gara sarebbe arrivato.

Con questo pareggio il Catanzaro rimane agganciato al gruppetto di testa, a due punti da Rende e Trapani, al pari del Catania a quota 28 punti. Per il Matera un passetto in avanti verso una sofferta salvezza.

TM

MATERA-CATANZARO 1-1

Matera (4-4-2): Farroni, Risaliti , Stendardo, Auriletto, Sepe, Triarico, Bangu (65′ Grieco), Corso, Ricci  (79′ Garufi ), Scaringella (66′ Orlando), Corado  A disp.: Fortunato, Sgambati, Milizia, Lorefice, Hysaj, Galdean, El Hilali, Casiello, Dammacco, Dellino. All. Imbimbo
Catanzaro (3-4-3): Furlan, Celiento, Figliomeni (34′ Signorini), Riggio, Statella, Maita, Iuliano (79′ Giannone), Favalli, Kanoute (55′ Fischnaller), Ciccone (79′ Eklu), D’Ursi. A disp.: Elezaj, Mittica, Lame, Nikolopoulos, Nicoletti, Infantino, Repossi. All. Auteri
Arbitro: Paterna di Teramo.
Marcatori: 17′ Ricci (M), 23′ D’Ursi (C)
Note – Ammoniti: Corado, Stendardo, Risaliti (M); Figliomeni, Furlan (C)

A proposito dell’autore

Tony Marchese

Tony Marchese

7 Commenti

  • Va bene anche un punto…anche se nonostante tutto potevamo vincerla tranquillamente se ci fosse stato un campo meno pesante …e naturalmente un albitro adeguato …ma tutti noi incontriamo “stì dilettanti”

  • Il rigore era da assegnare e l’arbitro stava guardando quell’azione senza capirne la dinamica. … sono troppi i punti che ci sono stati sottratti in questo modo e inizio ad essere preoccupato per una possibile volontà di colpire. Ho già vissuto nella stagione 1987-1988 (quella del famoso recupero dell’arbitro D’Elia di Salerno in CZ- Lazio 1-1 con il gol laziale al 98° e la mancata promozione in A per un solo punto proprio sulla Lazio e sull’Atalanta. )…tantissimi torti quell’anno e tutti continuavano a parlare di sviste e buona fede, tutto fu più chiaro poi con il fattaccio di Bologna -CZ 2-2 con il gol del 2-1 del Bologna a gioco fermo e con massaggiatore in campo (andate a rivedere su YouTube) ma a quel punto la situazione era sfuggita di mano anche alla Lega Calcio e le decisioni prese a tavolino fuori dal campo furono ahimè confermate….Il film di questo primo scorcio di stagione è simile anche se ancora manca il fattaccio, quello che fa aprire a tutti gli occhi e che finisce su tutti i giornali come troppo clamoroso per restare indifferenti

    • CARO AMICO GIALLOROSSO,LO SCRIVO DA SETTEMBRE CHE LE MERDE COL FISCHIETTO CI DANNEGGIANO OLTREMODO . CON I DUE PUNTI CHE CI HANNO SOTTRATTO IERI ARRIVIAMO SENZA ESAGERARE A BEN 14 PUNTI CHE CI HANNO DEFRAUDATO.SONO UN TIFOSO CHE COME TE RICORDA TUTTE LE INGIUSTIZIE CHE ABBIAMO SUBITO A PARTIRE DALLA STAGIONE STORICA IN A 1970-71.SIAMO DA SEMPRE BERSAGLIATI DA QUESTE FORZE DEL MALE.

  • CARO MARCHESE HAI FOTOGRAFATO PERFETTAMENTE L’ANDAMENTO DI QUELLA CHE E’ STATA UNA CACCIA ALL’UOMO DA PARTE DEI LUCANI AI QUALI IL PASSETTINO IO GLIELO FAREI FARE MA DOVE PENSO IO , E QUELLA IMMONDIZIA DI ARBITRO ,MI FA SCHIFO CHIAMARLO ARBITRO A GUARDARE ,POI IL COMMENTO TV NON TANTO DI SOMMA MA DEL TELECRONISTA,SI FA FATICA VERAMENTE A CHIAMARLO TALE E’ STATO IGNOBILE ! C’E’ UN PIANO PRECISO PER NON FARCI SALIRE E VANIFICARE I SACRIFICI DEL NOSTRO GRANDE PRESIDENTE E IL LAVORO QUALIFICATO E CERTOSINO DEL NOSTRO GRANDE MISTER.NON POSSIAMO PERMETTERE TUTTO CIO’ . E’ ORA DI DIRE BASTA A DECENNI DI SOPRUSI ,ANGHERIE E PROFONDE E DETERMINANTI INGIUSTIZIE CHE OGNI ANNO DOBBIAMO SUBIRE.ALTRIMENTI NON RIVEDREMO PIU’ LA LUCE IN FONDO AL TUNNEL CONDANNATI DA ESSERI IMMONDI A MARCIRE NEL BUIO DELLA C !

  • Bravo. Non devi essere più un ragazzino, come me dopotutto, per ricordare perfettamente soprattutto lo scandaloso episodio di Bologna.
    Gli arbitri ci stanno martoriando, non c’è soluzione di continuità perchè sono TUTTI delle chiaviche, CONIGLI, impreparati e presuntuosi, ma non riesco ancora a rassegnarmi a questo schifo.

  • Ricordo benissimo l’arbitraggio della ”buonanima” di Agnolin, vergognoso! Tra l’altro a Bologna facemmo una partita spettacolare, gol di Bongiorni da urlo

  • Continua lo stillicidio di queste chiaviche di arbitri nei nostri confronti. Un gol annullato a Riggio, un rigore nettissimo mi pare sullo stesso Riggio e un altro meno netto che parecchi arbitri assegnano, aggiungo un campo da fare pietà altro che il nostro, che comunque si sta provvedendo a sistemare.
    Tutti questi punti che ci mancano per errori di questi chiamiamoli “arbitri”, che sanno dirigere qualcosa sono quando hanno la giacchetta la domenica, a fine campionato saranno pesanti purtroppo. Quest’hanno mi sto divertendo con la squadra, ma mi sto arrabbiando con le terne arbitrali, che come ogni anno ci tolgono tantissimi punti. La VAR ci vorrebbe a tutti i livelli del calcio professionistico, e chi non sa arbitrare deve essere mandato a casa a vedere le partite dal divano.

Lascia un commento